Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Unione Europea

Germania. La policromia dei debiti dei comuni. Qualcuno deve pagarli.

Giuseppe Sandro Mela.

2018-12-07.

Germania Lander 001

Parlando del debito pubblico si penetra in una giungla piena di insidie e, spesso, di veri e propri campi minati.

Intanto, ogni stato europeo li contabilizza con propri criteri, rendendo difficile se non impossibile una ragionevole comparazione.

Per esempio, uno stato federale avrà un debito pubblico federale, cui si dovrebbe però aggiungere il debito di ogni singolo stato e, nel suo ambito. quello delle città. Così, le nazioni a struttura federale appaiono essere più virtuose di quelle non a struttura federale per il solo motivo che il debito sovrano è ripartito su differenti enti e capitoli.

È una babele contabile, che inizia dalle definizioni di cosa e come debba essere inteso come debito, ai capitoli sui quali sparpagliare i dati.

Si fosse dei malpensanti, si potrebbe anche supporre che il tutto sia congegnato ad arte. Di certo, se una ditta privata tenesse la sua contabilità come fanno le pubbliche amministrazioni, in meno di un amen amministratore delegato e consiglio di amministrazione si ritroverebbero ai lavori forzati.

* * *

Nel 2017 i comuni tedeschi avevano un debito di 269.2 miliardi di euro, cifra non da poco, perché non tiene conto dei debiti accumulati dalle partecipate.

La cifra è alta, ma ben più discutibile è la sua distribuzione sul territorio.

Con soli 1,478 euro pro capite, Dresda è la città meno indebitata della Germania. Seguono Amberg (1,536 euro), Braunschweig (1,640 euro), Memmingen (1,657 euro) e Kaufbeuren (1,710 euro), come ha annunciato mercoledì a Wiesbaden l’Ufficio federale di statistica. Le cinque città indipendenti con il debito pro capite più elevato si trovano in Hessen, Rheinland-Pfalz e Nordrhein-Westfalen. Alla fine del 2017 Darmstadt era al top con 14,581 euro pro capite, seguita da Kaiserslautern (11,477 euro), Mainz (11,321 euro), Mülheim an der Ruhr (11,320 euro) e Pirmasens (11,303 euro).

In poche parole, la Große Koalition ha finanziato i comuni ove era in maggioranza concedendo loro di contrarre debiti ai limiti della sostenibilità. Le città della Germania dell’est, ove la Große Koalition conta ben poco, furono concesse possibilità striminzite.

Questo quadro risulta essere ancor più evidente quando si considerino il Länder.

I comuni del Saarland sono i più indebitati della Germania. Alla fine dello scorso anno, ogni abitante del Land più piccolo della Germania aveva 6,844 euro di debito comunale. Seguono l’Assia (5,189 euro) e la Nordrhein-Westfalen (4,555 euro). I debiti pro capite più bassi sono stati registrati nei comuni della Bayern (2,378 euro), Sachsen (2,567 euro) e Schleswig-Holstein (2,671 euro).

Maggiore in un Land è la presenza percentuale di votanti spd o Grüne, maggiore è l’indebitamento.

*

Eurobudget francogermanico. L’Italia guida l’opposizione.

Nelle bozze del piano francogermanico per l’eurobudget si indovano alcuni codicilli di finanziamenti EU a copertura dei debiti contratti dai comuni di paesi ‘virtuosi’.

Bene. Adesso andate a confessarvi di aver pensato male di tutte quelle sante persone.


Dresdner Neueste Nachrichten. 2018-11-28. Dresden ist die am wenigsten verschuldete Stadt in Deutschland

Die sächsische Landeshauptstadt hat im Bundesvergleich besonders wenig Schulden. Dagegen geben die Kommunen im Saarland, in Hessen und Rheinland-Pfalz viel Geld aus.

*

Dresden ist mit nur 1478 Euro pro Kopf die am wenigsten verschuldete kreisfreie Stadt in Deutschland. Dahinter kommen Amberg (1536 Euro), Braunschweig (1640 Euro), Memmingen (1657 Euro) und Kaufbeuren (1710 Euro), wie das Statistische Bundesamt am Mittwoch in Wiesbaden mitteilte. Die fünf kreisfreien Städte mit der höchsten Pro-Kopf-Verschuldung liegen in Hessen, Rheinland-Pfalz und Nordrhein-Westfalen. Darmstadt stand Ende 2017 mit 14 581 Euro pro Kopf in der Kreide, gefolgt von Kaiserslautern (11 477 Euro), Mainz (11 321 Euro), Mülheim an der Ruhr (11 320 Euro) und Pirmasens (11 303 Euro)

Unter den Kommunen ist das Saarland Spitzenreiter. Die saarländischen Kommunen sind die am meisten verschuldeten in Deutschland. Im kleinsten Flächenland entfielen Ende vergangenen Jahres auf jeden Einwohner rechnerisch 6844 Euro kommunale Schulden. Dahinter lagen Hessen (5189 Euro) und Nordrhein-Westfalen (4555 Euro). Die wenigsten Pro-Kopf-Schulden wiesen die Kommunen in Bayern (2378 Euro), Sachsen (2567 Euro) und Schleswig-Holstein (2671 Euro) auf.

Insgesamt standen Deutschlands Kommunen Ende 2017 mit 269,2 Milliarden Euro in der Kreide. Dies entspricht einer Pro-Kopf-Verschuldung von 3519 Euro. Ein Jahr zuvor waren es noch 267,4 Milliarden Euro (3509 Euro). Ein Vergleich ist laut Statistikern jedoch nur eingeschränkt möglich, da dieses Mal in einigen Bundesländern ausgegliederte Einheiten von Kommunen besser erfasst wurden.

Annunci

Un pensiero riguardo “Germania. La policromia dei debiti dei comuni. Qualcuno deve pagarli.

I commenti sono chiusi.