Pubblicato in: Vignette Umoristiche

Merkel, Schäuble, Conte, Zingaretti, Di Maio e Salvini.

Giuseppe Sandro Mela.

2020-05-02.

Animali_che_Ridono__006_Muli

Il presidente Conte, in visita ufficiale in Germania, viene invitato per un te da Angela Merkel.

Durante l’incontro le chiede qual’e la sua strategia di leadership, e lei risponde che consiste nel circondarsi di persone intelligenti.

A questo punto Conte le chiede come fa a giudicare se siano intelligenti.

‘Lo capisco facendogli la domanda giusta.’, risponde la Merkel.

‘Mi permetta di dimostrarglielo.’

La Merkel allora telefona al ministro delle finanze Schäuble e dice:

‘Signor Ministro, la prego di rispondere alla seguente domanda: sua madre ha un bambino, e suo padre ha un bambino, e questo bambino non è ne suo fratello ne sua sorella. Chi e?’.

Schäuble risponde:

‘Ovviamente sono io!’

‘Corretto! Grazie, e a risentirci.’, dice la Merkel.

La Merkel attacca la cornetta e dice:

‘Ha capito Herr Conte?’.

‘Sicuro. Grazie mille. Farò senz’altro anch’io cosi!’.

Al rientro a Roma decide di mettere alla prova uno dei suoi ministri.

Fa quindi venire a palazzo Chigi Di Maio, e gli dice:

‘Ascolta, Gigì, mi chiedevo se potessi rispondere a una domanda.’.

‘Certamente, signor Presidente, cosa vuole sapere?’.

‘Ehm, tua madre ha un bambino, e tuo padre ha un bambino, e questo bambino non è ne tuo fratello ne tua sorella. Chi è?’.

Di Maio ci pensa un po’, poi imbarazzato dice:

‘Posso pensarci meglio e rispondere poi correttamente?’.

Conte acconsente, e Di Maio se ne va.

Appena uscito da Palazzo Chigi, Di Maio prova a chiedere a Zingaretti, poi organizza subito una riunione con altri colleghi di partito, i quali si lambiccano il cervello per diverse ore, ma nessuno riesce a trovare la risposta giusta.

A un certo punto Di Maio decide di chiamare Salvini, e gli spiega la situazione.

‘Adesso ascolta la domanda: tua madre ha un bambino, e tuo padre ha un bambino, e questo bambino non è ne tuo fratello ne tua sorella. Chi è?’.

Salvini risponde subito:

‘Ovviamente sono io! Razza di deficienti!!’.

Estremamente sollevato, Di Maio corre a Palazzo Chigi e dice a Conte:

‘Presidente, so la risposta alla sua domanda! So chi è il bambino! E’ Salvini!’.

E Conte risponde, disgustato:

‘Cretino, è Schäuble!’

Pubblicato in: Vignette Umoristiche

Destra e Sinistra. Le differenze.

Giuseppe Sandro Mela.

2020-04-02.

Gufo_019__

La dura esperienza di vita dovrebbe bene insegnare qualcosa.

 – Quando un tipo di destra non è cacciatore e non gli piacciono le armi, semplicemente non va a caccia e non compra armi. 

 Quello di sinistra invece chiede che sia proibita la caccia e la vendita di armi.

 – Quando un tipo di destra è vegetariano, semplicemente non mangia carne.

 Quello di sinistra invece fa una campagna contro gli alimenti di carne e gli piacerebbe che si proibisse di mangiare carne.

 – Quando un tipo di destra è omosessuale, fa una vita normale.

 Quello di sinistra invece fa apologia dell’omosessualità, va alle manifestazioni “gay pride” e accusa di “omofobia” tutti quelli che non la pensano come lui.

 – Quando un tipo di destra perde il lavoro, pensa a come uscire dalla situazione e fa di tutto per trovare un nuovo lavoro.

 Quello di sinistra invece va a lamentarsi col sindacato, spende fino all’ultimo giorno e va a tutte le manifestazioni e scioperi sia contro la destra e sia contro gli imprenditori.

 – Quando a un tipo di destra non piace un programma televisivo, cambia canale oppure spegne il televisore.

 Quello di sinistra invece se ne lamenta coi giornali, denunciandolo sui quotidiani, alle radio, alle televisioni, ai partiti politici di sinistra ed infine promuove un’associazione perché chiudano il canale televisivo che trasmette quel programma.

 – Quando un tipo di destra è ateo, semplicemente non va in Chiesa.

 Quello di sinistra invece perseguita tutti quelli che credono in Dio, denuncia la scuola che esponga un crocifisso, protesta contro ogni segno di identità religiosa, chiede che si esproprino i beni della Chiesa, che si proibisca la Settimana Santa e ogni processione o pellegrinaggio.

 – Quando un tipo di destra ha problemi economici, cerca il modo di guadagnare di più e tende a risparmiare.

 Quello di sinistra invece ne dà la colpa alla destra, agli imprenditori, alla borghesia, al capitalismo, ai neoconservatori ecc. ecc., poi si mette in un sindacato sperando di fare un salto in un partito politico.

 – Quando un tipo di destra legge questo scritto, ride e lo manda ai suoi AMICI 

 Quello di sinistra invece si infuria e dà del fascista e del retrogrado a chi l’ha scritto e glielo ha mandato.

Pubblicato in: Vignette Umoristiche

Italia. Stiamo vivendo una farsa, non una tragedia. Sorridiamoci sopra.

Giuseppe Sandro Mela.

2019-10-30.

2019-10-30__Vignette__001

Cerchiamo di riprendere a sorridere!!

Un sorriso è un regalo, non un atto dovuto.

Ed una buona dose di autoironia ci impedisce di avere un concetto ipertrofico di noi stessi.

*

In Italia ben poche cose sono drammatiche; di norma sono farse, ombre cinesi.

*

Questo è il titolone di uno dei maggiori giornali nazionali:

«Meno tasse in manovra …. per compensare le entrate mancanti, aumentano le tasse»

Ci hanno preso per imbecilli…..

2019-10-30__Vignette__002

 

2019-10-30__Vignette__003

 

2019-10-30__Vignette__004

 

Pubblicato in: Vignette Umoristiche

Una buona idea per celebrare San Valentino.

Giuseppe Sandro Mela.

2019-02-13.

2019-02-13__Valentino__001

Eccovi un’ottima idea per celebrare degnamente San Valentino.

Potrebbe sembrare una barzelletta, ma gli organizzatori ci stanno facendo su un bel po’ di denaro.

Poi, una volta rilasciati, potrete sempre dirle:

«Vedi cara, tuo marito è importante come un primo ministro.»

Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Unione Europea, Vignette Umoristiche

Macron. Ecco le vignette su di lui censurate dalla solerte polizia.

Giuseppe Sandro Mela.

2019-01-20.

macron 000

De Gaulle incitava  i vignettisti a scatenarsi e gradiva molto che i comici gli rifacessero il verso.

Mr Macron al contrario se la prende di punta: ha lo spirito di un lupo solitario.

La sua polizia politica, coorte pretoria del potere, fa simpaticamente presente agli editori di tralasciare codeste pubblicazioni, che addolorano Mr Macron e Mr Benalla.

macron 001



macron 001


macron 002


macron 003


macron 004


macron 005


macron 006


macron 007


macron 009


macron 008

Pubblicato in: Medio Oriente, Vignette Umoristiche

Arabia Saudita. I problemi arabi in una vignetta. Saudi Gazette.

Giuseppe Sandro Mela.

2018-10-17.

2018-10-14__Arabia Saudita

Questa vignetta, comparsa sulla prima pagina della Saudi Gazette, mette il dito nella piaga purulenta.

L’Arabia Saudita ha un sistema economico che dipende quasi esclusivamente dal petrolio.

Il comparto produttivo, industriale ed agricolo, è minimale e disatteso.

Le statistiche pubblicate si prestano a seri dubbi di quanto possano essere attendibili.

In assenza di industria, esistono solo rare scuole tecniche, sia a livello di diploma sia a livello universitario.

Poi, su tutto, si sta relativamente bene se si appartiene alla Tribù Saudita: in caso contrario ci si deve arrabattare a vivacchiare alla bene meglio.

Sarebbe improprio definire la situazione in termini di “corruzione“. La realtà tribale araba, non solo saudita, affonda le sue radici in quasi tre millenni di storia. Sarebbe impensabile far mutare la cultura locale in pochi anni.

E spesso, valutando la situazione dal punto di vista occidentale, non ci si rende conto che a perpetuare la Weltanschauung islamica araba sono proprio le donne, che allevano i figli e le figlie inculcando i valori loro caratteristici.

Ad oggi, prepararsi ad un lavoro produttivo, cercare un posto e farsi assumere è un problema quasi irrisolvibile. E ciò piaccia o non piaccia agli estensori delle statistiche.

Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Vignette Umoristiche

Germania. Una vignetta da favola che descrive la situazione attuale.

Giuseppe Sandro Mela.

2018-10-13.

2018-10-13__Baviera__001

Spesso le vignette umoristiche riescono a sintetizzare in quattro tratti tutta una serie di realtà che a parole avrebbero dovuto essere descritte in ponderosi trattati.

Sono intuitive.

Per fortuna del mondo non tutti sono tenuti a parlare fluentemente il tedesco, specie poi il linguaggio delle mamme che stanno sgridando i figli per educarli alle buone creanze.

Nella vignetta la mamma strattona via a forza il figlio che sghignazza alla vista dei tre poveri accattoni, spd, cdu e csu, deridendoli ed irridendoli. La mamma nemmeno si volta indietro: semplicemente sta trascinando via il figlio, quasi che i tre siano contagiosi. Tre figuri anche di età avanzata.

Il cartiglio contiene una frase molto conviviale.

«Schluss jetzt! Man lacht nicht über Randgruppen!»

Non la traduciamo letteralmente, ma per come la avrebbe detta una mamma italiana al proprio figlio, se messa nella identica situazione.

“Piantala un po!

Non si sghignazza dietro a dei poveri handicappati!”

*

La parola “Randgruppen” è il fulcro.

Letteralmente, si riferisce a gruppi emarginati o minoritari. Tipo, per esempio gli zingari. Ecco qualche esempio aulico: un linguaggio da Bundestag.

«Randgruppen wie Obdachlosen und Einwanderern aus Gebieten, die von der Krankheit betroffen sind.»

*

«Jeder hat das Recht auf eine gute schulische Ausbildung, auch Ausländer und soziale Randgruppen.»

*

«Welche Lösungen streben wir an, wenn es um gesellschaftliche Randgruppen geht?»

* * *

Ma nello slang casalingo, Randgruppen indica anche, e soprattutto, gli handicappati congeniti, dalla nascita, come i focomelici, gli autisti, oppure i mongoloidi. Gente che proprio non ce la fa, non ci arriva, indipendentemente dal fatto che almeno un poco si sia sforzata.

Ottima definizione del grado di sclerosi mentale ed ideativa degli attuali partiti tradizionali.

Nel complesso, mica un gran complimento, ma molto rispettoso del dato di fatto.