Pubblicato in: Banche Centrali, Russia

Russia. Riserve Valutarie salite a 427.6 miliardi Usd.

Giuseppe Sandro Mela

2017-09-21.

2017-09-21__Russia__001

The Central Bank of the Russian Federation ha dichiarato che le Riserve Valutarie russe ammontano a 427.6 miliardi di dollari americani, contro un valore di 477.7 miliardi all’inizio del 2017.

2017-09-21__Russia__002

Annunci
Pubblicato in: Banche Centrali, Russia

Russia. Riserve Valutarie a 427.3 miliardi Usd. +49.6 mld dal gennaio.

Giuseppe Sandro Mela.

2017-09-14.

Banca Centrale Russia 001

The Central Bank of the Russian Federation ha pubblicato che ad oggi le riserve valutarie ammontano a 427.3 miliardi Usd, con un incremento dal primo dell’anno di 49.6 miliardi.

2017-09-14__Russia__001

2017-09-14__Russia__002

2017-09-14__Russia__003

Una nota a margine.

2017-09-14__Russia__004

Ai primi degli anni 2000 il rapporto debito / pil superava il 90%, riducendosi all’odierno 16%.

Nel contempo il pil è salito dai 279.487 miliardi del 2000 ai 1,346.152 proiettati per il 2017.

In altri termini, il pil è salito di 4.82 volte a fronte di una quasi scomparsa del debito sovrano.

Sta a vedere che l’espansione del debito ostacola invece che favorire il sistema economico.

Pubblicato in: Banche Centrali, Russia

Russia. Riserve Valutarie a 420.5 miliardi Usd.

Giuseppe Sandro Mela.

2017-08-31.

Banca Centrale Russia 001

The Central Bank of the Russian Federation ha rilasciato i dati relativi alle riserve valutarie.

2017-08-31__Russia__001

Queste si sono attestate a 420.5 miliardi Usd, nonostante che la Russia abbia proceduto in agosto a saldare parte dei vecchi debiti contratti a suo tempo dall’Unione Sovietica.

2017-08-31__Russia__002

*

2017-08-31__Russia__003

Russia. Saldato il debito sovietico con la Bosnia.

Russia. Q2. Pil +1.8%. +2.5% a/a.

Pubblicato in: Banche Centrali, Russia, Sistemi Economici

Russia. Riserva Valutarie a 420.1 miliardi Usd.

Giuseppe Sandro Mela.

2017-08-10.

Banca Centrale Russia 001

The Central Bank of the Russian Federation ha rilasciato l’aggiornamento settimanale delle riserve valutarie.

2017-08-10__Russia__001

Il dodici gennaio le riserve valutarie russe ammontavano a 377.7 miliardi: da tale data ad oggi sono aumentate di 42.4 miliardi, con una variazione percentuale di [100 * 420.1 – 377.7) / 377.7)] = 11.22%.

2017-08-10__Russia__002

La composizione delle riserve nelle sue principali componenti è così ripartita: valute estere 338.578 miliardi e 70.037 oro lingotti. Si noti come un anno fa le riserve auree ammontassero a 64.520 miliardi di dollari.

2017-08-03__Russia__003

Sarebbe suggeribile aver letto la seguente documentazione:

Methodological Notes to International Reserves of the Russian Federation.

*

On Bank of Russia monetary policy

Monetary policy constitutes an integral part of the state policy and is aimed at enhancing wellbeing of Russian citizens. The Bank of Russia implements monetary policy in the framework of inflation targeting regime, and sees price stability, albeit sustainably low inflation, as its priority. Given structural peculiarities of the Russian economy, the target is to reduce inflation to 4% by 2017 and maintain it within that range in the medium run.

The monetary policy affects the economy through interest rates, its main parameter being the Bank of Russia key rate. Taking into account the pass-through effect of the monetary policy on the economy, central bank decisions are based on the economic outlook and assessment of risks to achieve the inflation target over the mid-term horizon, and also on possible threats to sustainable economic growth and financial stability.

The Bank of Russia maintains energetic communication policy, clarifying the motives and expected outcome of its monetary policy decisions, as public awareness of these efforts may enhance their effectiveness.

Pubblicato in: Banche Centrali

Svizzera. Il problema delle riserve valutarie a 750 mld Usd.

Giuseppe Sandro Mela.

2017-08-05.

Bandiere. Svizzera. png

«The Swiss central bank keeps its huge reserves in foreign assets»

*

«Some want a piece of that kept home»

*

«Thanks to its efforts to weaken the franc, the Swiss central bank has amassed $750 billion in stocks, bonds and cash»

* * * * * * * *

Il problema di come gestire le riserve è forse uno dei principali per un banchiere centrale.

Il prof. Thomas Jordan, Governatore della Banca Centrale Svizzera lo ha anche più pressante di altri suoi colleghi. Nel corso degli anni, per tenere basse le quotazioni del franco svizzero, sono stati accumulati 750 miliardi di dollari, una cifra del tutto non indifferente, anche per la Svizzera.

Ovviamente una certa quota è tenuta liquida, per poter far fronte ad ogni possibile imprevisto, ma almeno 600 miliardi restano da collocarsi al meglio.

Il problema risulterebbe ancor più complicato dal fatto che il dollaro americano si sta svalutando e verosimilmente dovrebbe continuare a perdere valore. Ma gran parte delle riserve sono allocate o denominate in dollari, quindi sarebbe suggeribile riconvertirle ad altre valute. Ma essendo questa manovra politica e non spinta da ragioni di mercato, la prudenza dovrebbe essere raddoppiata.

Infine, l’immissione sul mercato di cifre di tal rango potrebbero anche produrre sommovimenti di non indifferente portata.

Resta aperta anche la lecita attesa di un impiego domestico di almeno parte delle riserve disponibili. Il franco è sicuramente una valuta molto robusta, ma sarebbe quasi contro i principi della banca centrale investire in titoli svizzeri. D’altra parte, un avvio diretto oppure indiretto verso la produzione ridurrebbe drasticamente la mobilità degli accantonamenti, rendendoli alla fine funzionalmente inutilizzabili al bisogno.

In sintesi: un gran bel problema che però potrebbe coinvolgere non solo la Svizzera.


The Wall Street Journal. 2017-08-03. Switzerland’s First-World Problem: What to Do With $750 Billion

The Swiss central bank keeps its huge reserves in foreign assets. Some want a piece of that kept home.

*

Thanks to its efforts to weaken the franc, the Swiss central bank has amassed $750 billion in stocks, bonds and cash.

That has provoked a lively debate in Switzerland: What should the country do with all of that? And whose money is it, anyway?

For now, the Swiss National Bank holds on to it and invests it around the world—but not in Switzerland ….

[Articolo riportato incompleto a causa del copyright]

 

Pubblicato in: Banche Centrali, Russia

Russia. Riserve Valutarie a 418.9 miliardi Usd. +41.2 mld da inizio anno.

Giuseppe Sandro Mela.

2017-08-03.

Banca Centrale Russia 001

2017-08-03__Russia__001

The Central Bank of the Russian Federation ha rilasciato l’aggiornamento settimanale delle riserve valutarie.

Al 12 gennaio 2017 le riserve valutarie russe ammontavano a 377.7 miliardi Usd.

Sembrerebbe che le sanzioni non abbiano gran che influito sul sistema produttivo e finanziario russo.

Che poi, siamo chiari, senza il gas russo l’Europa chiuderebbe bottega in poche settimane.

Per ironia del destino, l’Europa aveva fatto grandi pressioni che molti contratti fossero denominati in euro. Ma ad oggi l’euro è fortemente rivalutato: ben strana sanzione imposta alla Russia.

2017-08-03__Russia__002

2017-08-03__Russia__003

Pubblicato in: Banche Centrali, Russia

Russia. Riserve Valutarie a 414.7 miliardi Usd. +37 mld da gennaio.

Giuseppe Sandro Mela.

2017-07-28.

Banca Centrale Russia 001

The Central Bank of the Russian Federation ha rilasciato l’aggiornamento settimanale delle riserve valutarie.

2017-07-28__Russia__001

«A febbraio la Banca Centrale russa ha aumentato le sue riserve d’oro di ulteriori 9,3 tonnellate, portando il totale di oro in Russia a oltre 1.650 tonnellate»

*

«dal novembre dello scorso anno le riserve d’oro della Russia sono aumentate di 72 tonnellate»

*

«Gli ultimi progressi compiuti nel razionalizzare gli scambi in valute locali hanno avvicinato Mosca e Pechino alla creazione di un’architettura finanziaria che potrebbe facilitare le transazioni in oro»

*

«Come riportato, Mosca e Pechino hanno compiuto un altro passo verso la de-dollarizzazione con l’apertura di una banca di compensazione in yuan in Russia»

2017-07-28__Russia__002

2017-07-28__Russia__003