Pubblicato in: Cina, Devoluzione socialismo, Geopolitica Mondiale, Stati Uniti

Il Presidente Xi incontra Biden. Proponiamo il resoconto cinese, quello liberal ed una foto.

Giuseppe Sandro Mela.

2022-11-14.

2022-11-14__ Xi Biden che trotta 001

La fotografia è fin troppo eloquente.

Il Signor Presidente Mr Xi aspetta in piedi che Joe Biden gli si avvicini.

È Biden che va da Mr Xi, che graziosamente lo riceve. Nella etichetta cinese equivale ad andare ad inginocchiarsi.

* * * * * * *

Il Presidente Xi ha acconsentito di incontrare Biden in Bali. Proponiamo il resoconto dei fatti cinese e quello liberal.

I cinesi hanno frammentato il report in molteplici pezzi estremamente sintetici, ma tutti tranchant. Ne riportiamo la struttura perché significativa.

Leaders of China, U.S. need to set right course for bilateral ties, says Xi

Xi says China, U.S. should take history as mirror to guide the future

Xi says face-to-face exchange with Biden cannot be substituted by other communication channels

Xi says world expects China, U.S. to properly handle bilateral ties

Xi says China, U.S. need to work with all countries to promote world peace, development

Xi says looks forward to working with Biden to bring bilateral ties back on track

Taiwan question bedrock of political foundation of China-U.S. relations, Xi says

Differences should not become obstacle to growing China-U.S. relations, says Xi

Observing int’l relations norms, three China-U.S. joint communiques most important guardrail for China-U.S. relations, Xi says

So-called “democracy versus authoritarianism” narrative not defining feature of today’s world, says Xi

* * * * * * *


Taiwan question bedrock of political foundation of China-U.S. relations, Xi says

Bali, Indonesia, Nov. 14 (Xinhua) — The Taiwan question is at the very core of China’s core interests, the bedrock of the political foundation of China-U.S. relations, and the first red line that must not be crossed in China-U.S. relations, Xi said on Monday.

Xi made the remarks during his meeting with U.S. President Joe Biden ahead of the Group of 20 summit in Indonesia’s resort island of Bali.

* * * * * * *


Leaders of China, U.S. need to set right course for bilateral ties, says Xi

Bali, Indonesia, Nov. 14 (Xinhua) — Chinese President Xi Jinping said on Monday here during a meeting with his U.S. counterpart, Joe Biden, that as leaders of two major countries, they need to set the right course for bilateral ties.

From the initial contact and the establishment of diplomatic relations to today, China and the United States have gone through 50-plus eventful years, with gains and losses as well as experience and lessons, Xi said.

Noting that history is the best textbook, the Chinese president said that the two sides should take it as a mirror and let it guide the future.

Currently, the state of China-U.S. relations is not in the fundamental interests of the two countries and their people, Xi said, adding that it is not what the international community expects from the two countries either.

As leaders of two major countries, Xi said, the two presidents need to play the leadership role, set the right course for the China-U.S. relationship and put it on an upward trajectory.

A statesman should think about and know where to lead his country. He should also think about and know how to get along with other countries and the wider world, he added.

Emphasizing that in this time and age, great changes are unfolding in ways like never before, Xi said that humanity is confronted with unprecedented challenges.

“The world has come to a crossroads. Where to go from here? This is a question that is not just on our mind, but also on the mind of all countries,” Xi said, noting that the world expects that China and the United States will properly handle their relationship.

Noting that his meeting with Biden has attracted the world’s attention, Xi said that the two sides should work with all countries to bring more hope to world peace, greater confidence in global stability, and stronger impetus to common development.

Xi said that he stands ready to have a candid and in-depth exchange of views with Biden on issues of strategic importance in China-U.S. relations and on major global and regional issues, adding that he also looks forward to working with Biden to bring China-U.S. relations back to the track of healthy and stable growth to the benefit of our two countries and the world as a whole.

* * * * * * *


G20, stretta di mano tra Xi e Biden: “Niente armi nucleari in Ucraina”

Manca l’intesa su Taiwan: “La pace e l’indipendenza dell’isola sono inconciliabili”

E’ terminato dopo poco più di tre ore il summit tra i presidenti americano Joe Biden e cinese Xi Jinping .

I due, appena incontratisi si sono salutati con una calorosa stretta di mano.

I leader hanno concordato sul fatto che non si debbano usare le armi nucleari in Ucraina. Presto il segretario di Stato Usa Antony Blinken si rechera in visita in Cina. Lo riferisce la Casa Bianca. Manca però l’intesa su Taiwan: chiunque cerchi di dividere l’isola dalla Cina “violerà gli interessi fondamentali della nazione cinese: il suo popolo non lascerà assolutamente che ciò accada”.

Intanto un alto funzionario cinese rivela al Financial Times, che, sull’invasione russa in Ucraina, Vladimir Putin “non disse la verità” al leader di Pechino. “Se ce lo avesse detto non ci saremmo trovato in una situazione così difficile. C’erano oltre 6 mila cittadini cinesi in Ucraina ed alcuni di loro morirono durante l’evacuazione, anche se non possiamo dirlo pubblicamente”. Lo stesso Putin aveva affermato il mese scorso di non aver detto al “caro amico” Xi dell’imminente attacco.

“Come leader delle principali economie del mondo, dobbiamo gestire la competizione dei due nostri Paesi”, ha detto il presidente Usa Joe Biden al suo omologo cinese Xi Jinping, nelle battute iniziali del loro bilaterale a Bali, anche se Washington continuerà a “competere” con Pechino “vigorosamente”. “E’ un piacere incontrarti”, ha affermato Biden.

“E’ un piacere rivederti dall’ultima volta avvenuta nel 2017“. E’ quanto ha detto il presidente Xi Jinping al suo omologo americano Joe Biden nelle battute iniziali del loro bilaterale a Bali. “Dobbiamo trovare il giusto corso delle relazioni attraverso scambi schietti”, ha aggiunto Xi.  Xi è stato il primo a raggiungere l’hotel di Nusa Dua, a Bali, dove erano state sistemate le bandiere di Cina e Usa per l’incontro, i primi saluti e le foto di rito per immortalare l’evento. Biden, invece, è arrivato poco dopo di gran passo dalla sua sinistra: i due leader si sono salutati calorosamente, stringendosi la mano e parlando fitto fino a quando il presidente Usa ha usato entrambe le mani, subito ricambiato da Xi. Dopo i saluti e i sorrisi dispensati alle telecamere, i due si sono avviati insieme verso la sala dove le due delegazioni stanno discutendo le rispettive “linee rosse”, secondo quanto più volte ripetuto dal capo della Casa Bianca, parte di un’agenda che spazia da Taiwan alla guerra della Russia a danno dell’Ucraina.

                         Taiwan e l’Asia

I leader hanno parlato di “Taiwan in modo schietto”.  Xi ha detto “di sperare di vedere la pace e la stabilità attraverso lo Stretto di Taiwan, ma attraverso lo Stretto la pace e la stabilità e l’indipendenza di Taiwan sono inconciliabili come l’acqua e il fuoco”. Taipei, secondo la diplomazia di Pechino, è “una questione interna cinese. È aspirazione comune di popolo e nazione cinesi realizzare la riunificazione e la tutela dell’integrità territoriale”.La questione “è al centro degli interessi fondamentali della Cina” e costituisce “il fondamento politico delle relazioni Cina-Usa”: è “la prima linea che non deve essere superata”, ha affermato il presidente Xi Jinping nel summit di Bali con il suo omologo Usa Joe Biden. Gli Usa hanno ribadito la loro opposizione ad azioni “aggressive e coercitive” da parte di Pechino. Washington ha anche chiesto al presidente cinese Xi Jinping di incoraggiare la Corea del Nord ad agire “in modo responsabile”. Ha trovato spazio nei colloqui anche la preoccupazione degli Usa per le “pratiche della Cina” in Xinjang, Tibet e Hong Kong, e, in generale, i “diritti umani”, riferisce la Casa Bianca.

Il presidente Xi Jinping è arrivato a Bali, in Indonesia, con un aereo speciale in vista della partecipazione al summit del G20. Lo ha reso noto il network statale Cctv, secondo cui, “su invito del presidente della Repubblica di Indonesia Joko Widodo, il presidente Xi Jinping parteciperà al 17esimo vertice del G20 a Bali dal 14 al 17 novembre”. Tra poco più di un’ora Xi incontrerà il presidente americano Joe Biden. 

La Cina sollecita gli Stati Uniti a gestire in modo adeguato le divergenze, nell’imminenza del primo vertice in persona tra i presidenti Xi Jinping e Joe Biden, a margine del vertice del G20 di Bali. La portavoce del ministero degli Esteri Mao Ning, sottolineando “la salvaguardia della sovranità, della sicurezza e degli interessi di sviluppo della Cina”, ha detto che Pechino si augura che “gli Usa vengano incontro, gestiscano adeguatamente le divergenze, promuovano una cooperazione reciprocamente vantaggiosa, evitino incomprensioni e valutazioni errate, riportando le relazioni su uno sviluppo sano e stabile”.

                         Prove d’intesa
Il presidente americano Joe Biden punta a individuare “aree di cooperazione” con il suo omologo cinese Xi Jinping quando i due leader si vedranno a Bali, alla vigilia del G20 in Indonesia, per il primo faccia a faccia in persona dall’insediamento alla Casa Bianca. La speranza è di “uscire da questo incontro con aree in cui i due Paesi, i due presidenti e i loro team possano lavorare in modo cooperativo su questioni sostanziali”, ha anticipato il Consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan, sempre più centrale nelle strategie diplomatiche Usa, a bordo dell’Air Force One diretto a Bali.

Per il presidente Usa è necessario che i due Paesi “gestiscano le differenze e impediscano che la concorrenza si trasformi in conflitto. Mi impegno a mantenere aperte le linee di comunicazione tra me e te, ma i nostri governi sono coinvolti, perché i nostri due Paesi hanno così tanto da affrontare” – ha affermato – In qualità di leader delle “nostre due nazioni, a mio avviso, condividiamo la responsabilità di dimostrare che Cina e Stati Uniti possono gestire le nostre differenze, impedire che la concorrenza diventi qualcosa anche vicino a un conflitto e trovare modi per lavorare insieme su questioni globali urgenti che richiedono la nostra cooperazione reciproca”.

Pochi leader mondiali, se si esclude l’amico russo Vladimir Putin, hanno trascorso così tanto tempo con Xi come Biden. Quando quest’ultimo visitò la Cina ad agosto del 2011, i due, all’epoca vicepresidenti, ebbero cinque incontri in sei giorni: il legame instaurato allora resta ancora oggi tra i pochi segnali di speranza a cui aggrapparsi nelle relazioni tra Stati Uniti e Cina. Biden e Xi hanno parlato finora cinque volte tra telefonate e collegamenti video, ma gli sforzi sono stati infruttuosi.

Dopo quattro anni difficili sotto la presidenza di Donald Trump, la Cina sperava che Biden avrebbe ridotto le turbolenze, ma i rapporti sono crollati al punto più basso dalla normalizzazione delle relazioni del 1979, alla base di una nuova era segnata dalla rivalità comune contro l’ex Urss. Gli Stati Uniti sono preoccupati per l’assertività di Pechino su Taiwan e i mari cinese orientale e meridionale, l’arsenale nucleare in rapida crescita e il rifiuto di condannare l’invasione russa dell’Ucraina. La Cina invece accusa Washington di incoraggiare le forze indipendentiste a Taipei (che vede come suo territorio inalienabile e da riunificare anche con la forza, se necessario) e di creare partnership e alleanze come ‘Quad’ e ‘Aukus’ al solo fine di contrastare le nuove ambizioni dell’Impero di Mezzo, strozzando l’export di microchip e materiale tecnologico. Biden ha annunciato che i leader delineeranno le loro “linee rosse” nell’incontro la cui durata è stimata alla vigilia in più ore. “Non c’è alternativa a questo tipo di comunicazione da leader a leader nella navigazione e nella gestione di una relazione così importante”, ha notato ancora Sullivan.

I due si presentano all’appuntamento di Bali rafforzati sul fronte interno, ma anche con qualche problema. Il XX Congresso del Partito comunista ha incoronato Xi ad ottobre con l’inedito terzo mandato alla segreteria generale, ma l’economia è in grave difficoltà e la politica della tolleranza zero al Covid continua a bloccare il Paese. Da parte americana invece il voto di midterm è andato oltre le più rosee aspettative e Biden, pur alle prese con un’inflazione stellare, proprio ieri ha potuto festeggiare la conferma del controllo democratico del Senato.

Pubblicità

Un pensiero riguardo “Il Presidente Xi incontra Biden. Proponiamo il resoconto cinese, quello liberal ed una foto.

I commenti sono chiusi.