Pubblicato in: Banche Centrali, Devoluzione socialismo, Materie Prime, Russia

Russia. Spedizioni di LNG ai massimi livelli. Buio, gelo e fame sono ottimi consiglieri.

Giuseppe Sandro Mela.

2022-11-04.

2022-11-04__ Russian liquefied natural gas shipments 001

                         Le spedizioni di gas naturale liquefatto dalla Russia sono aumentate in ottobre fino a raggiungere quasi un record, illustrando come il mondo stia lottando per ridurre la sua dipendenza dal principale fornitore in vista dell’inverno.

                         Le esportazioni di GNL dalla Russia sono aumentate dell’1.1% su base annua in ottobre, raggiungendo il livello più alto da marzo, secondo i dati di monitoraggio delle navi compilati da Bloomberg dal 2016. Questo dato è in netto contrasto con il crollo dei flussi dei gasdotti verso l’Europa a seguito del deterioramento delle relazioni tra l’Occidente e il Cremlino per l’invasione dell’Ucraina a febbraio.

                         Sebbene quasi la metà del gas trasportato via nave sia ancora in transito, i primi paesi importatori sono stati Francia, Cina e Giappone, secondo i dati. Al momento non ci sono sanzioni dirette sul GNL russo, ma l’aumento delle esportazioni dimostra come ci sia ancora una forte domanda di questo combustibile in vista dell’inverno, quando si prevede che il freddo aumenterà i consumi e restringerà l’offerta globale.

                         Alcune aziende e governi si stanno muovendo per bloccare ulteriori acquisti o interrompere del tutto le forniture dalla Russia. Il Regno Unito non ha importato il carburante super refrigerato dalla Russia dall’inizio della guerra a febbraio e lo vieterà formalmente da gennaio.

                         Nel frattempo, gli acquirenti in Cina hanno aumentato gli acquisti di GNL russo per approfittare di uno sconto sul mercato spot, secondo gli operatori.

* * * * * * *


Russia’s Near-Record LNG Shipments Show World’s Struggle to Cut Reliance

(Bloomberg) — Russian liquefied natural gas shipments increased in October to nearly a record, illustrating how the world is struggling to curb its dependence on the major supplier ahead of winter.

LNG exports from Russia rose 1.1% year on year in October to the highest level since March, according to ship-tracking data compiled by Bloomberg since 2016. That is in stark contrast to plummeting pipeline flows to Europe following the deterioration of relations between the West and the Kremlin over its invasion of Ukraine in February.

While almost half of the shipborne gas is still in transit, the top importing nations were France, China and Japan, the data showed. There currently aren’t any direct sanctions on Russian LNG, but the rise in exports shows how there is still strong demand for the fuel in preparation for winter, when cold weather is expected to boost consumption and tighten global supply.

Some utilities and governments are moving to halt additional purchases or stop deliveries from Russia altogether. The UK hasn’t imported the super-chilled fuel from Russia since the war started in February, and will formally ban it from January. 

Meanwhile, buyers in China increased purchases of Russian LNG to take advantage of a discount to the spot market, according to traders.

Pubblicità

Un pensiero riguardo “Russia. Spedizioni di LNG ai massimi livelli. Buio, gelo e fame sono ottimi consiglieri.

I commenti sono chiusi.