Pubblicato in: Banche Centrali, Devoluzione socialismo, Unione Europea

Enclave liberal socialista europea. Sta crepando sotto la inflazione. – Eurostat.

Giuseppe Sandro Mela.

2022-10-07.

2022-10-05__ Eurostat 001

Eurostat ha rilasciato la acclusa Tabella relativa alle variazioni anno su anno della inflazione misurata come Ppi, Domestic producer prices – total industry (excluding construction).

Questa Tabella non è ancora completa, ma mancano pochissimi dati.

Tranne la Svizzera, +7.9%, e Malta, +9.5%, tutte le altre nazioni hanno una inflazione a due cifre, con valori stroboscopici.

La Germania presenta un +46.9%, la Francia un +29.5%, l’Italia un +50.5%, la Spagna un +41.8%.

La Lettonia, Latvia, viaggia su di un +64.0% e la Danimarca è al 61.0%.

* * * * * * *

Facciamo un esempio.

Avere una inflazione al 40% significa che i beni cha al primo gennaio potevano essere acquistati con 100 euro saranno acquistabili al 31 dicembre con 140 euro.

Il reddito fisso è più che massacrato: la sua resa è omeopatica rispetto ad una simile inflazione.

Crollano le quotazioni dei bond, e con queste crollano le capitalizzazione delle entità che avevano in essi investito.

La peste di Giustiniano fu nulla a confronto.

Il sistema ancora regge, si fa per dire, attingendo alle riserva ed alle scorte, ma queste non sono infinite.

Si consideri anche il complicato quadro internazionale, non certo rassicurante.

Infine, tra poco si terranno le elezioni di midterm, e la situazione americana potrebbe mutare in un batter d’occhio.

Concludendo, sembrerebbero essere ben pochi i motivi di serenità.

Pubblicità