Pubblicato in: Demografia, Stati Uniti

USA. 2022. Reddito delle famiglie per scaglioni. Medie e mediane. – Census Bureau

Giuseppe Sandro Mela.

2022-07-04.

America. Classi di reddito. 001

Lo U.S. Census Bureau ha rilasciato il Report Income Distribution for Households, di cui riportiamo i principali risultati in Tabella.

Molte sono le considerazioni utili alla comprensione.

In primo luogo, i valori medi sono consistentemente maggiori di quelli mediani. Questo accade perché le distribuzioni di frequenza sono left skewed, con una lunga coda destra. I valori medi non sono rappresentativi della distribuzione, ed il loro uso porta a conclusioni ingannevoli.

In secondo luogo, la percentuale dei capifamiglia nella fascia di reddito sotto i 25,000 Usd/anno ammonta al 18.1%. Questa percentuale è minima per le coppie sposate 5.6%, ma sale addirittura al 33.2% per i capifamiglia single.

In terzo luogo, la percentuale dei capifamiglia con reddito superiore ai 100,000 Usd è del 31.4%, che sale al 48.1% per le coppie sposate, ma crolla al 14.5% per i capifamiglia single.

* * * * * * *

Census Bureau Releases New Estimates on America’s Families and Living Arrangements

«- There were 37 million one-person households in 2021, or 28% of all U.S. households. In 1960, single-person households represented only 13% of all households.

– The number of families with their own children under age 18 in the household declined over the last two decades. In 2021, 40% of all U.S. families lived with their own children, compared to 44% in 2011 and 48% in 2001.

– In 2021, 34% of adults age 15 and over had never been married, up from 23% in 1950

– In 2021, more than one-half (58%) of adults ages 18 to 24 lived in their parental home, compared to 17% of adults ages 25 to 34»

* * * * * * *


Questi dati non stupiscono, essendo la logica conseguenza della Weltanschauung imperante negli Stati Uniti.

Secondo l’ideologia liberal la giovinezza è fatta per godersi la vita e, per le femmine, per fare carriera, occupazione spesso contrastante con la formazione dei una famiglia.

Ma sono ben poche quelle che riescono a sfondare nel mondo del lavoro, nonostante le onnipresenti quote rosa.

Non considerando il matrimonio una sacra istituzione, ne consegue la estrema facilità del divorzio. Il matrimonio è visto come un contratto a termine, indissolubile solo negli aspetti economici che ne conseguono, complici tribunali su questo inflessibili. Motivo di rovina economica della parte soccombente, quasi invariabilmente l’ex marito.

È una società che vive l’immanente senza percezione e senso del futuro: per i liberal con la morte termina la esistenza.

Da questo punto di vista, la inflazione galoppante al 9.7% sarà uno stimolo potente a rivedere molte posisioni ideologiche.