Pubblicato in: Armamenti, Cina, Geopolitica Asiatica, Stati Uniti

Cambogia. La Cina costruirà un nuovo porto idoneo ad attracchi militari. Usa furiosi.

Giuseppe Sandro Mela.

2022-06-18.

Cambogia 005

Il nuovo porto, vicino a importanti rotte di navigazione e al conteso Mar Cinese Meridionale, sarà reso più profondo per consentire l’attracco di navi militari più grandi e comprenderà un impianto di manutenzione, uno bacino di carenaggio e un molo.

Gli Stati Uniti hanno sollevato “serie preoccupazioni” per il coinvolgimento della Cina nella base, affermando che questo mina la sicurezza regionale.

I legami tra Cambogia e Stati Uniti si sono logorati per anni a causa delle accuse degli Stati Uniti al Primo Ministro Hun Sen e al suo partito al potere di aver soffocato la democrazia attraverso la persecuzione dell’opposizione.

È il solito refrain dei liberal socialisti americani i quali si arrogano il diritto di giudicare se gli altri stati siano o meno democratici, intendendo per ‘democratici’ l’aver aderito alla loro ideologia. In caso contrario, rifiutano a priori ogni possibile rapporto politico ed economico. Va da sé che questi stati cerchino rapporti politici, economici e militari con quanti non si ingeriscano nelle situazioni interne, nel pieno rispetto reciproco.

La Cina  è interessata a rapporti economici e politici inter pares, escludendo a priori ogni qualsiasi ingerenza negli affari interni dei paesi.

Bene.

Adesso Joe Biden lanci pure tutti gli strali che vuole, tanto la Cambogia la ha persa, e con essa la sua posizione geopolitica e militare.

* * * * * * *

In calce riportiamo una traduzione in lingua italiana.

* * * * * * *

«A Chinese official said on Wednesday an “iron-clad partnership” with Cambodia was bolstered by military cooperation, as work began on a China-funded upgrade of Cambodia’s biggest naval base that has raised U.S. concern about China’s growing influence»

«Cambodian Minister of Defence Tea Banh dismissed fears that Cambodia would let China build a military base on its soil, saying any country could use the facilities at the Ream naval base, while Cambodia was open to accepting military assistance from anyone»

«As a strong pillar of the iron-clad partnership, China Cambodia military cooperation is in the fundamental interests of our two nations and two peoples»

«The United States has raised “serious concerns” about China’s involvement with the base saying it undermines regional security»

«Cambodia-U.S. ties have been frayed for years over U.S. accusations that long-serving Prime Minister Hun Sen and his ruling party have stifled democracy through the persecution of the opposition»

«The new port, near important shipping lanes and the contested South China Sea, will be deepened to allow larger military ships to dock, and will include a maintenance facility, drydock slipway and pier»

«The Kingdom of Cambodia will not allow a foreign military base on its own territory»

* * * * * * *


China hails “iron-clad” Cambodia ties as work begins on naval base

Phnom Penh, June 8 (Reuters) – A Chinese official said on Wednesday an “iron-clad partnership” with Cambodia was bolstered by military cooperation, as work began on a China-funded upgrade of Cambodia’s biggest naval base that has raised U.S. concern about China’s growing influence.

Cambodian Minister of Defence Tea Banh dismissed fears that Cambodia would let China build a military base on its soil, saying any country could use the facilities at the Ream naval base, while Cambodia was open to accepting military assistance from anyone.

“As a strong pillar of the iron-clad partnership, China Cambodia military cooperation is in the fundamental interests of our two nations and two peoples,” China’s ambassador to Cambodia, Wang Wentian, said in a speech at a ground-breaking ceremony at the base on the Gulf of Thailand.

The United States has raised “serious concerns” about China’s involvement with the base saying it undermines regional security.

Last year, the United States accused Cambodia of not being transparent about China’s role in upgrading the facility.  

Cambodia-U.S. ties have been frayed for years over U.S. accusations that long-serving Prime Minister Hun Sen and his ruling party have stifled democracy through the persecution of the opposition.

Hun Sen, dismissing such concerns, has moved close to China, which is by far the biggest investor in Cambodia.

The new port, near important shipping lanes and the contested South China Sea, will be deepened to allow larger military ships to dock, and will include a maintenance facility, drydock slipway and pier.  

Underlining Cambodia’s warm ties with China, Tea Banh this week posted pictures on social media of him taking a dip in the sea with Wang near the base.

But Tea Banh was also keen to allay fears in the United States and the region that Cambodia might open the door to China’s military.

“The Kingdom of Cambodia will not allow a foreign military base on its own territory,” he said in a speech on Wednesday.

* * * * * * *


La Cina saluta i legami con la Cambogia con l’inizio dei lavori per la base navale

Phnom Penh, 8 giugno (Reuters) – Un funzionario cinese ha dichiarato mercoledì che la cooperazione militare ha rafforzato la “partnership di ferro” con la Cambogia, in concomitanza con l’inizio dei lavori di ammodernamento della più grande base navale cambogiana, finanziata dalla Cina, che ha suscitato la preoccupazione degli Stati Uniti per la crescente influenza della Cina.

Il Ministro della Difesa cambogiano Tea Banh ha respinto i timori che la Cambogia permetta alla Cina di costruire una base militare sul suo territorio, affermando che qualsiasi Paese potrebbe utilizzare le strutture della base navale di Ream, mentre la Cambogia è aperta ad accettare assistenza militare da chiunque.

“Come forte pilastro del partenariato di ferro, la cooperazione militare Cina-Cambogia è nell’interesse fondamentale delle nostre due nazioni e dei nostri due popoli”, ha dichiarato l’ambasciatore cinese in Cambogia, Wang Wentian, in un discorso tenuto in occasione della cerimonia di posa della prima pietra della base sul Golfo di Thailandia.

Gli Stati Uniti hanno sollevato “serie preoccupazioni” per il coinvolgimento della Cina nella base, affermando che questo mina la sicurezza regionale.

L’anno scorso, gli Stati Uniti hanno accusato la Cambogia di non essere trasparente sul ruolo della Cina nel potenziamento della struttura. 

I legami tra Cambogia e Stati Uniti si sono logorati per anni a causa delle accuse degli Stati Uniti al Primo Ministro Hun Sen e al suo partito al potere di aver soffocato la democrazia attraverso la persecuzione dell’opposizione.

Hun Sen, respingendo tali preoccupazioni, si è avvicinato alla Cina, che è di gran lunga il maggior investitore in Cambogia.

Il nuovo porto, vicino a importanti rotte di navigazione e al conteso Mar Cinese Meridionale, sarà reso più profondo per consentire l’attracco di navi militari più grandi e comprenderà un impianto di manutenzione, uno scalo di carenaggio e un molo. 

A sottolineare i caldi legami della Cambogia con la Cina, questa settimana Tea Banh ha postato sui social media delle foto che lo ritraggono mentre fa un tuffo in mare con Wang vicino alla base.

Ma Tea Banh ha anche voluto fugare i timori degli Stati Uniti e della regione che la Cambogia possa aprire le porte all’esercito cinese.

“Il Regno di Cambogia non permetterà la presenza di una base militare straniera sul proprio territorio”, ha dichiarato in un discorso tenuto mercoledì.

Un pensiero riguardo “Cambogia. La Cina costruirà un nuovo porto idoneo ad attracchi militari. Usa furiosi.

I commenti sono chiusi.