Pubblicato in: Materie Prime, Problemia Energetici

Egitto. Eni si aggiudica le prospezioni nel Golfo di Suez.

Giuseppe Sandro Mela.

2021-12-31.

Golfo di Suez 001

L’Egitto ha da tempo avviato piani grandiosi e coordinati di sviluppo delle sue infrastrutture e di ricerca di autosufficienza energetica.

Il prossimo anno entrerà in funzione la centrale atomica che i russi stanno finendo di costruire ad Al Dabaa, che alimenterà una serie di desalinizzatori marini, risolvendo così i problemi dell’approvvigionamento idrico.

Siemens sta costruendo una Tav che collegherà Luxor al Cairo, proseguendo quindi per Al Dabaa.

Ma il grosso degli investimenti confluisce sulle ricerche e sfruttamento delle risorse fossili. Eni aveva scoperto a Zohr enormi giacimenti di gas e petrolio, ora entrati i pieno sfruttamento.

«Egypt’s largest Zohr offshore gas field in the Mediterranean Sea, which was discovered by Italy’s giant Eni in 2015, greatly contributes to the country’s natural gas production as it produces about 2.7 billion cubic feet on a daily basis»

* * * * * * *

Egitto. Siemens costruirà una Tav fino a Luxor.

Egitto. Si avvia alla autosufficienza energetica.

Egitto. Impianto Nucleare russo di Al Dabaa funzionante per il 2022.

Egitto compra 530,000 tonnellate di grano dalla Russia.

Impone tariffe dal 30% al 99% sulle fibre ottiche egiziane e cinesi.

Eni. I giacimenti mediterranei Zhor e Noor. Sembrerebbero essere enormi.

Egitto. L’Eni ha già avviato la produzione dal campo Zohr.

Egitto. Prosegue il grandioso progetto di desalinizzatori marini.

Francia. Venderà armi all’Egitto alla faccia degli human rights.

Berlin concerned over human rights violations in Egypt

* * * * * * *

Tutto questo è stato fatto nonostante le sanzioni e le avversioni dell’Unione Europea e della Germania, secondo le quali l’Egitto non rispetterebbe i diritti umani, così come l’Unione Europea li definisce.

Di oggi l’ultima buona notizia.

«Egyptian General Petroleum Corporation has signed an investment agreement with Italian energy group Eni for oil exploration in the Gulf of Suez and Nile Delta regions, which is worth no fewer than 1 billion U.S. dollars»

* * * * * * *


Egypt, Italy sign 1-bln-USD oil exploration agreement

Cairo, Dec. 24 (Xinhua) — Egyptian General Petroleum Corporation has signed an investment agreement with Italian energy group Eni for oil exploration in the Gulf of Suez and Nile Delta regions, which is worth no fewer than 1 billion U.S. dollars, the Egyptian Petroleum Ministry said Friday.

The deal is part of the ministry’s strategy to increase productivity and to face the natural decline in the wells by using the latest technologies in oil-producing sectors, the ministry said.

“The ministry’s strategy also aims at encouraging partners to pump more investments into oil and gas exploration and to boost the country’s oil reserves,” it added. Enditem