Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Stati Uniti

Usa. Il 58% degli Elettori ritiene che i media siano ‘nemici del popolo’.

Giuseppe Sandro Mela.

2021-11-23.

Pagliaccio 001

«Voters overwhelmingly believe “fake news” is a problem»

«the media have become “the enemy of the people.”»

«58% of Likely U.S. Voters at least somewhat agree that the media are “truly the enemy of the people,”»

«Thirty-six percent (36%) don’t agree, including 23% who Strongly Disagree»

* * * * * * *

Il 58% degli Elettori americani considera i media i veri nemici del popolo.

Il risultato di questo sondaggio si presta a due letture, differenti ma complementari.

La prima lettura evidenzia come i media, tutti ideologicamente schierati sul credo liberal, sino riusciti ad assicurarsi la fama di spargere solo false notizie ed inattendibili interpretazioni delle medesime.

La seconda lettura è più sottile. Se a molti la faziosità dei media liberal è fastidiosissima, sarebbe tuttavia da ringraziarli ed incoraggiarli a proseguire con questo comportamento.

È infatti grazie alla loro martellante cassa di risonanza che l’Elettorato americano sta voltando le spalle ai liberal democratici, come attestano le recenti elezioni tenutesi in Virginia ed in New Jersey.

Sono riusciti, con il valido supporto di Joe Biden, Kamala Harris e Nancy Pelosi, a rendere le elezioni di midterm un prognosticato disastro elettorale, con perdita sia della House sia del Senato.

Mr Trump li ringrazia di cuore: media liberal sono i suoi migliori alleati.

Mai fermare un avversario che sta facendo errori.

* * * * * * *


58% Of Voters Agree: Media Are ‘Enemy of the People’.

Voters overwhelmingly believe “fake news” is a problem, and a majority agree with former President Donald Trump that the media have become “the enemy of the people.”

A new national telephone and online survey by Rasmussen Reports finds that 58% of Likely U.S. Voters at least somewhat agree that the media are “truly the enemy of the people,” including 34% who Strongly Agree. Thirty-six percent (36%) don’t agree, including 23% who Strongly Disagree.