Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Economia e Produzione Industriale

Blocco Europeo. Oct21. Immatricolazioni auto a picco. Default in vista – Acea.

Giuseppe Sandro Mela.

2021-11-19.

2021-11-20__ Blocco Europeo Immatricolazioni 001

La Acea, Associazione europea dei costruttori di automobili, ha rilasciato il consueto report mensile sul numero delle immatricolazioni delle automobili nel blocco europeo.

Questo macrodato risulta essere particolarmente attendibile perché è una semplice conta, che non è trattata da algoritmo alcuno. Per questo motivo è un indicatore particolarmente robusto dello stato economico di una nazione.

Si tenga anche presente che il numero delle immatricolazioni corrisponde, grosso modo, al volume della produzione automobilistica.

* * * * * * *

Alcuni gli elementi da considerare.

In primo luogo, le immatricolazioni automobili sono crollate in tutti i grandi stati del blocco europeo. La crisi del settore è dunque un fenomeno continentale, di competenza dell’Unione Europea.

In secondo luogo, si osservi la profondità del crollo: dal -24.6% del Regno Unito fino al -35.7% dell’Italia.

In terzo luogo, tranne che per il Regno Unito, Francia, Germania ed Italia registrano peggioramenti di quasi dieci punti percentuali rispetto a quelli del mese precedente.

In quarto luogo, si consideri come questi cali delle immatricolazioni generino contrazioni della produzione, da cui ridimensionamento degli addetti e calo del gettito fiscale.

In quinto luogo, da ultimo ma non certo per ultimo, al di sotto di un certo volume di vendite la produzione automobilistica va in perdita, diventando quindi non sostenibile.

* * * * * * *

Mercedes-Benz fa fagotto e si trasferisce in Cina, che chiama ‘nuova Patria’

La situazione attuale è particolarmente severa.

Nella eurozona l’indice dei prezzi alla produzione è stimato essere aumentato del +16.0% anno su anno. E questo costituisce una ulteriore penalizzazione dell’industria automobilistica.

Per la sola Germania, inoltre, l’Indice dei prezzi all’Importazione è salito ad ottobre del +17.7%.

In conclusione, per il settore automobilistico si avvicina rapidamente il momento in cui dovrà uscire dal mercato.