Pubblicato in: Commercio, Materie Prime

Alluminio. Agosto21. Prezzi saliti a 2,619 Usd per tonnellata.

Giuseppe Sandro Mela.

2021-08-28.

2021-08-24__ Alluminio 001

«A luglio il metallo sembrava essersi calmato, con le quotazioni del London Metal Exchange (LME) che si muovevano lateralmente fino agli ultimi giorni del mese. Poi, i prezzi sono partiti verso l’alto»

«Il primo giorno di agosto hanno raggiunto 2.619 dollari a tonnellata, il 6  agosto a 2.621 dollari»

«In pratica sono quasi ai massimi decennali del marzo 2011 quando i prezzi avevano superato i 2.700 dollari a tonnellata»

«Un’altra storia invece quella dei prezzi cinesi»

«Anche in agosto la corsa è continuata e, mese su mese, l’alluminio primario cinese è aumentato del 5,8%»

«Le billette di alluminio cinese sono aumentate invece del 28,7%»

«→→ I premi troppo alti stanno diventando un serio problema per l’Occidente ←←»

«Inoltre, nonostante sia un importatore netto, a giugno, la Cina ha esportato circa 454.400 tonnellate di alluminio greggio e prodotti in alluminio …. Ciò rappresenta un aumento del 3,5% rispetto a maggio e del 10,7% anno su anno»

«In Occidente i premi sono in costante aumento a causa del calo delle scorte di alluminio (sia in borsa che fuori borsa) che sono state spostate in paesi più convenienti per la spedizione successiva in Cina»

«on the Shanghai Futures Exchange +1.6% to 20,575 yuan/metric ton ($3,174.47), its highest since August 2008»

* * * * * * *

Il rialzo dei prezzi delle materie prime sta generando seri problemi alle economie occidentali.

Generano una inflazione importata, risolvibile solo in via politica.

Ma l’occidente liberal ha perso a credibilità, e nessuno si fida di lui.

*


Alluminio, schizzano i prezzi ad agosto

A luglio il metallo sembrava essersi calmato, con le quotazioni del London Metal Exchange (LME) che si muovevano lateralmente fino agli ultimi giorni del mese. Poi, i prezzi sono partiti verso l’alto. Il primo giorno di agosto hanno raggiunto 2.619 dollari a tonnellata, il 6  agosto a 2.621 dollari. In pratica sono quasi ai massimi decennali del marzo 2011 quando i prezzi avevano superato i 2.700 dollari a tonnellata. Tuttavia, gli analisti sottolineano che i volumi degli scambi alla borsa di Londra sono stati inferiori rispetto al mese precedente, un segnale che il trend rialzista sembra debole.

Un’altra storia invece quella dei prezzi cinesi. Per tutto luglio le quotazioni hanno scambiato costantemente in rialzo anche se con volumi bassi (a parte l’ultimo giorno del mese). Anche in agosto la corsa è continuata e, mese su mese, l’alluminio primario cinese è aumentato del 5,8%, mentre il rottame è diminuito dello 0,1%. Le billette di alluminio cinese sono aumentate invece del 28,7%. I premi troppo alti stanno diventando un serio problema per l’Occidente. Inoltre, nonostante sia un importatore netto, a giugno, la Cina ha esportato circa 454.400 tonnellate di alluminio greggio e prodotti in alluminio (fonte: General Administration of Customs of the People’s Republic of China). Ciò rappresenta un aumento del 3,5% rispetto a maggio e del 10,7% anno su anno.

In Occidente i premi sono in costante aumento a causa del calo delle scorte di alluminio (sia in borsa che fuori borsa) che sono state spostate in paesi più convenienti per la spedizione successiva in Cina. Negli Stati Uniti il problema è diventato così acuto da attirare l’attenzione del Senato americano dove è stato preparato un disegno di legge per supervisionare la trasparenza e il modo in cui vengono fissati o riportati i prezzi di riferimento per i premi dell’alluminio.

* * * * * * *

Aluminum prices reach 13-year highs on China supply weakness, U.S. shortages

– Aluminum prices in Shanghai hit a 13-year high while the London benchmark contract climbs within striking distance of its highest level in more than three years.

– The most-traded September aluminum contract (LMAHDS03:COM) on the Shanghai Futures Exchange +1.6% to 20,575 yuan/metric ton ($3,174.47), its highest since August 2008, and the three-month contract on the London Metal Exchange +1% to $2,627/mt, near its April 2018 peak.

– Potentially relevant tickers include AA, CENX, CSTM, KALU, ARNC, ACH

– ETFs: JJU, JJUB

– “There are a lot of supply challenges in China in terms of summer power rationing and emission targets, while stocks in the U.S. have been quite low due to shipping disruptions,” Xiao Fu, head of commodity market strategy at Bank of China International in London, tells Reuters.

– Yesterday, China released data showing aluminum production slipped for a third straight month in July.

– Metals and mining shares posted broad losses yesterday after China released data showing industrial production rose at a considerably slower rate in July than in June.