Pubblicato in: Devoluzione socialismo

Italia. Grillo. 2013. Italia in bancarotta ad autunno 2013. Per non dimenticare.

Giuseppe Sandro Mela.

2021-08-03.

2021-08-01__ Corriere Grillo 001

Il pensiero dominante sta facendo di tutto per far perdere la memoria storica: di norma, perché se ne vergogna.

Riesumiamo una esternazione di Beppe Grillo, del 23 aprile 2013.

Grillo alla Bild: ‘Italia in bancarotta in autunno’. E sul Friuli: «Siamo il primo partito»

«Il leader M5S parla ancora con la stampa estera. E su Twitter: «Siamo il primo partito». Monti: «Parole senza valore».

«Italien ist im Herbst bankrott», «L’Italia in autunno va in bancarotta». Beppe Grillo parla col tabloid tedesco Bild, che così titola l’intervista. «Berlusconi è finito. Le Pmi vanno in bancarotta. Fra settembre e ottobre allo Stato finiranno i soldi, e sarà difficile pagare pensioni e stipendi», è la teoria del leader del M5S.

«SIAMO PRIMO PARTITO»- «Noi non sabotiamo nulla. I partiti sabotano se stessi», risponde il leader del M5S al tabloid di Axel Springer. «Non si può nutrire più alcuna speranza in loro. Da loro non arriva più nulla». È arrivato il momento, aggiunge, in cui si assiste «alla nascita di nuovi movimenti come il mio, che vengono dal basso». Poi Grillo torna all’attacco dei partiti: «In Italia siedono in Parlamento ancora 30 parlamentari condannati, con sentenze passate in giudicato, per reati gravi. A me piacerebbe avere anche persone oneste, competenti, professionali, nelle posizioni giuste. In questo senso sarei contento di un’invasione tedesca in Italia». Dalla Germania si passa all’Italia All’indomani della sconfitta in Friuli, Grillo sceglie di non fare autocritica e scrive su Twitter: «Il M5S è il primo assoluto», citando un sondaggio nazionale di Emg diffuso dal Tg de La7 che dà il M5S al 29,1% in crescita del 5,2%.

IL DATO SUL FRIULI – Sul blog, a proposito del risultato in Friuli, si legge a firma di Cecilia C.: «Confrontare i dati elettorali delle regionali e delle politiche, e partire da qui per tentare di dimostrare un calo di consensi in atto verso il Movimento, equivale a produrre un evidente falso». Lo afferma il blog di Beppe Grillo affidando al post di «Cecilia C.» il compito di chiarire che «alle elezioni regionali di febbraio i 5 Stelle presero in Lombardia il 13%, in Molise il 16% e in Lazio 20%. In quella stessa data, però, e in quelle stesse regioni, il Movimento prese in Lombardia il 19%, in Molise e nel Lazio il 27%».

LA REPLICA DI MONTI – C’è «una varietà di sussurri, cinguettii, provocazioni, deprecazioni, invettive che non hanno particolare valore per il fatto che vengano espressi da un particolare soggetto». Così il premier uscente Mario Monti, senza citare Beppe Grillo, ha commentato l’intervista rilasciata alla Bild dal fondatore del M5S. «Dover prendere posizione» su queste cose, ha spiegato il premier, è una «grandissima debolezza del sistema politico italiano e prova di una coda di paglia».

23 aprile 2013 | 17:25.

Su Bild.tv Grillo che al piano suona “Fly me to the moon”.

* * * * * * *

I commenti dovrebbero essere inutili.