Pubblicato in: Cina, Diplomazia

Cina. Si avvia alla maggioranza nelle Nazioni Unite.

Giuseppe Sandro Mela.

2021-07-02.

Cina 014

La politica di non ingerenza nelle questioni interne degli altri stati e quella del rispetto delle altrui leggi e tradizioni sta dando alla Cina un grande ascendente in sede internazionale, ed ora la rende in grado di gestire l’Assemblea Generale della Nazioni Unite.

* * * * * * *

Ukraine withdraws from Xinjiang-related anti-China joint statement.

«The Permanent Mission of Ukraine to the United Nations Office in Geneva on Friday said on its official website that it has withdrawn its signature on a joint statement on the human rights situation in China’s Xinjiang Uygur Autonomous Region»

«Earlier on June 22 during the interactive dialogue with the High Commissioner for Human Rights at the 47th session of the UN Human Rights Council, Canada, on behalf of some countries, delivered a joint statement criticizing China in the name of Xinjiang-related issues»

«On the same day before the delivering of the Canada-led joint statement, Belarus delivered a joint statement on behalf of 65 countries, saying that the countries oppose politicization of human rights and double standards, and oppose unfounded allegations against China out of political motivation»

«According to the Chinese Mission to the UN at Geneva, recently over 90 countries have, through various means, voiced their support for China on Xinjiang, Hong Kong or Tibet related issues at the on-going 47th session of the UN rights body»

* * * * * * *

Mentre due decenni or sono l’enclave liberal socialista occidentale poteva fare il bello ed il cattivo tempo nelle istituzioni internazionali, adesso è riuscita a rendersi invisa alla maggior parte delle nazioni che aderiscono alle Nazioni Unite, ossia del mondo.

Le principali ragioni consistono nella sua pervicace credenza di essere autorizzata a voler imporre il proprio credo ideologico, che solo i liberal propugnano; di intromettersi costantemente negli affari interni di stati sovrani; di sanzionare chiunque non la pensi come lei; di propalare sul conto altrui menzogne alle quali solo lei presta fede; di depredare sistematicamente gli stati che siano nella sua orbita.

Nulla quindi da stupirsi che persino l’Ukraina la abbiano abbandonata, platealmente.