Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Unione Europea

Immatricolazioni auto. Aprile. GB -97.3%, Italia -97.6%, Francia -88.8%.

Giuseppe Sandro Mela.

2020-05-19.

2020-05-19__Immatricolazioni auto 001

La ACEA ha rilasciato i dati relativi alle immatricolazioni delle autovetture nel mese di aprile negli stati del blocco europeo.

Il quadro complessivo che emerge è severo: l’intero settore è semplicemente azzerato, annientato.

Il mercato delle vendite di autovetture è fermo nel senso proprio del termine: anno su anno, Regno Unito -97.3%, Italia -97.6%, Francia -88.8%. In Germania le vendite sono più che dimezzate: -61.1%.

Si aprono in questo modo alcuni scenari inquietanti.

In primo luogo, gli autosaloni nel mese di aprile non hanno introitato nulla, pure essendo sulle spese per le uscite correnti (dall’affitto dei locali alla remunerazione del personale), quasi senza aiuti statali.

In secondo luogo, che tutto andasse in modo idilliaco, la loro prossima denuncia dei redditi sarà decurtata degli introiti di almeno un mese lavorativo, con un conseguente calo del gettito fiscale.

In terzo luogo, per le industrie produttrici si profila la non economicità di riprendere la produzione a pieno ritmo, senza la ragionevole certezza di poter vendere i loro manufatti.

* * *

Se poi al tutto si aggiungessero il clima di demonizzazione delle autovetture private ed il depauperamento dei potenziali acquirenti, tutto il quadro si tingerebbe di colori cinerei.

2 pensieri riguardo “Immatricolazioni auto. Aprile. GB -97.3%, Italia -97.6%, Francia -88.8%.

I commenti sono chiusi.