Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Medicina e Biologia

Italia. 66 medici deceduti. 8,358 gli operatori sanitari contagiati.

Giuseppe Sandro Mela.

2020-03-31.

Tomba_002

Il sacrificio dei camici bianchi, 66 medici deceduti.

Salgono in totale a 8358 operatori contagiati.

Altri tre decessi tra i medici per l’epidemia di Covid-19. Non ce l’hanno fatta, si apprende dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo), Gaetana Trimarchi, medico di famiglia di Messina, guardia medica in Val di Fassa; Norman Jones, cardiologo di Seregno (Como); Roberto Mileti, ginecologo di Roma. Il totale dei camici bianchi deceduti a causa del contagio sale così a 66.

Intanto, secondo gli ultimi dati dell’Istituto Superiore di Sanità relativi a ieri, sono 8.358 gli operatori sanitari contagiati, 595 in più rispetto al giorno precedente.

* * * * * * *

Sono cifre da ritirata sul Don.

Se stimiamo non opportuna una polemica fatta di questi giorni, ad epidemia sedata si dovranno ben cercare le responsabilità di chi ha mandato medici ed infermieri a lavorare in condizioni ai limiti dalla umana resistenza e con forniture insufficienti dei presidi sanitari, quali camici monouso, guanti sterili, mascherine ospedaliere e frontali di plexiglass.

Parafrasando una celebre frase di Churchill, è un evento straordinario che così tante persone debbano così tanto a così pochi individui.

Dal Governo ci si aspetterebbe certo che celebrasse i morti, ma che si ricordasse anche che i morti si onorano da vivi.