Pubblicato in: Economia e Produzione Industriale

Pastificio Rana. Aumenta gli stipendi ed aiuta le mamme che lavorano.

Giuseppe Sandro Mela.

2020-03-23.

2020-03-23__Pastificio Rana 001

In un momento di desolante crisi sanitaria ed economica, con continue chiusure delle aziende produttrici, sia per motivi sanitari sia per la contingenza produttiva, il caso del Pastificio Rana è un corroborante esempio di umana solidarietà e di grande speranza nel futuro.

«Un piano straordinario di aumenti salariali per i propri dipendenti che in piena emergenza coronavirus garantiscono, col proprio lavoro, le forniture di prodotti alimentari»

«E’ quanto ha deciso l’amministratore delegato del Pastificio Rana, Gian Luca Rana, attraverso l’approvazione di un piano di aumenti salariali da 2 milioni di euro»

«speciale riconoscimento dell’impegno dei 700 dipendenti presenti nei cinque stabilimenti in Italia che stanno garantendo, anche in questo momento così difficile, la continuità negli approvvigionamenti alimentari»

«tra le misure previste vi sono una maggiorazione dello stipendio del 25% per ogni giorno lavorato»

«un ticket mensile straordinario di 400 euro per le spese di babysitting»

«Il piano …. coprirà anche il mese di aprile»

«stata inoltre stipulata una polizza assicurativa, in caso di contagio da Covid-19»

* * * * * * *

Questa sarebbe stata una iniziativa che avrebbe dovuto prendere il nostro Governo.

La solidarietà è, e dovrebbe sempre essere, bidirezionale.

Se si richiede ai Cittadini di essere solidali nel prevenire il contagio e con coloro che hanno contratto il coronavirus, altrettanto si dovrebbe chiedere alla Collettività nei confronti di quanti continuano a produrre beni e servizi essenziali.

Pensiamo per esempio ai medici ed agli infermieri, alle forze dell’ordine ed all’esercito, ma questi sono soltanto alcuni esempi macroscopici. Il personale dei supermercati, o gestori di negozi di alimentari, e tanti altri che sono in prima linea meriterebbero una ragionevole gratifica.

Ci si rende perfettamente conto che una gratifica economica è solo un modo per esprimere gratitudine, ma ha il vantaggio di essere chiaramente tangibile ed aiuta a superare molte difficoltà.

Il sig. Gian Luca Rana raccoglie la nostra ammirazione e stima.

*


Coronavirus, Pastificio Rana aumenta gli stipendi: piano da 2 mln.

Un piano straordinario di aumenti salariali per i propri dipendenti che in piena emergenza coronavirus garantiscono, col proprio lavoro, le forniture di prodotti alimentari. E’ quanto ha deciso l’amministratore delegato del Pastificio Rana, Gian Luca Rana, attraverso l’approvazione di un piano di aumenti salariali da 2 milioni di euro, “come speciale riconoscimento dell’impegno dei 700 dipendenti presenti nei cinque stabilimenti in Italia che stanno garantendo, anche in questo momento così difficile, la continuità negli approvvigionamenti alimentari”.

Il Pastificio Rana vuole essere al fianco dei dipendenti e di sostegno alle loro famiglie in un momento di forte disorientamento, non solo lavorativo, si legge in una nota. In quest’ottica, tra le misure previste vi sono una maggiorazione dello stipendio del 25% per ogni giorno lavorato e un ticket mensile straordinario di 400 euro per le spese di babysitting. Il piano, che decorre retroattivamente dal 9 marzo, coprirà anche il mese di aprile.

Per tutti i dipendenti, compresi quelli in smart working, del Pastificio Rana è stata inoltre stipulata una polizza assicurativa, in caso di contagio da Covid-19, a integrazione del rafforzamento delle procedure di sicurezza e prevenzione già messe in atto dall’azienda per fronteggiare l’emergenza.