Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Regno Unito, Unione Europea

Brexit. L’Unione inizia a calare i toni.

Giuseppe Sandro Mela.

2020-02-29.

Johnson Boris - Improta 001

La posizione di Mr Johnson nelle trattative con l’Unione Europea sono chiarissime:

«The PM … will accept no alignment, no jurisdiction of the European courts, and no concessions to any Brussels’ demands when talks start in March»

«The government also wants to make progress in striking free trade agreements with countries such as the United States, Japan, Australia and New Zealand»

«One option the PM could support would be a Canada-style free-trade deal which allows tariff-free trade for the majority of goods, but not include the UK’s dominant service industry.»

«We won’t take your rules, PM to tell Brussels»

*

«Brexit negotiator says UK must be able to set its own laws»

«The UK “must have the ability to set laws that suit us,” the PM’s chief Brexit negotiator has said in a speech in Brussels»

«David Frost has set out the UK’s stance ahead of post-Brexit trade negotiations, due to start next month. … He dismissed the idea an EU court would have a role in future trade disputes, saying: “We only want what other independent countries have.”»

«It is central to our vision that we must have the ability to set laws that suit us – to claim the right that every other non-EU country in the world has»

«”How would you feel if the UK demanded that, to protect ourselves, the EU dynamically harmonise with our national laws set in Westminster and the decisions of our own regulators and courts?»

*

La posizione dell’Unione Europea è altrettanto chiara.

«The EU wants the UK to sign up to strict rules on fair and open competition – known as level-playing-field guarantees – so if British companies are given tariff-free access to the EU market, they cannot undercut their rivals»

«The EU has repeatedly warned that the UK cannot expect to enjoy continued “high-quality” market access if it insists on diverging from EU social and environmental standards. …. It also wants the European Court of Justice to have a legal role in policing any free trade agreement reached»

* * * * * * *

Queste argomentazioni possono essere approfondite leggendo i seguenti articoli.

Johnson, identitario sovranista, non invita la ‘stampa’ dei liberals.

Johnson, identitario sovranista, attacca la Bbc liberal socialista.

Brexit. La fermezza di Johnson lascia nel panico l’Unione Europea.

Brexit. David Frost, negoziatore di Johnson, ribadisce il no alle corti europee.

Unione Europea. I liberal socialisti tentano il colpo di stato

La rivolta di Germania, Paesi Bassi, Danimarca, Svezia ed Austria

Germania. L’industria si ribella.

Eurostat. Produzione Industriale Tedesca -7.2% anno su anno.

Brexit. E moh come fa l’EU a compensare almeno 200 mld al giorno?

Laura Kövesi. La Nancy Pelosi dell’Unione Europea.

Brexit. Accordo di divorzio esposto per punti.

Brexit. Il Regno Unito manda al diavolo le ‘regole’ dell’Unione Europea.

Brexit. Macron la indica come ‘avvertimento storico’.

Brexit. L’Unione Europea piglierà una severa batosta. Un sacco di miliardi.

* * * * * * *

A marzo dovrebbero iniziare i colloqui tra Regno Unito ed Unione Europea, ed ora quest’ultima inizia ad abbassare i toni dello scontro.

«Siamo pronti a offrire al Regno Unito un accesso super preferenziale ai nostri mercati. Questo con un concorrente leale. È qualcosa che possiamo fare senza garanzie certe che il Regno Unito eviterà ingiusti vantaggi competitivi? La risposta, temo, è semplice: non possiamo»

Una cosa è richiedere clausole che evitino ingiusti vantaggi competitivi, ed una totalmente differente che il Regno Unito debba accettare la giurisdizione delle corti europee.

E questo sembrerebbe esse un grande passo avanti, anche se è una clamorosa sconfitta della sinistra europea.

*


Brexit: Barnier, accesso preferenziale ai mercati Ue solo se Gran Bretagna leale

Accordo? ‘Difficile, poco tempo’.

“Siamo pronti a offrire al Regno Unito un accesso super preferenziale ai nostri mercati. Questo con un concorrente leale. È qualcosa che possiamo fare senza garanzie certe che il Regno Unito eviterà ingiusti vantaggi competitivi? La risposta, temo, è semplice: non possiamo”. Così il capo negoziatore Ue per la Brexit Michel Barnier intervenendo ad un evento al Parlamento Ue. “Il Regno Unito non è il Canada” ha aggiunto ricordando di avere ricevuto un “mandato a condurre nuovi negoziati per arrivare ad un accordo con il regno Unito anche se sarà complicato, difficile ed in un tempo limitato”.

“Non credo che il Regno Unito diventerà una sorta di Singapore sul Tamigi, ma ciò significa che non dovrebbe essere un problema per il Regno Unito concordare una serie di regole di base”, ha aggiunto, Barnier. 

2 pensieri riguardo “Brexit. L’Unione inizia a calare i toni.

I commenti sono chiusi.