Pubblicato in: Cina, Economia e Produzione Industriale, Russia, Unione Europea

Cina. Presa a sassate risponde con i grossi calibri. Ora è vera guerra commerciale.

Giuseppe Sandro Mela.

2019-12-09.

Cina

«La Cina ordina la rimozione “dei computer e dei software esteri entro il 2022″: lo riporta il Financial Times che dà conto dell'”editto del governo cinese per spingere gli enti pubblici ad adottare kit nazionali”, dando un “colpo ad Hp, Dell e Microsoft” in risposta al sabotaggio dell’ amministrazione di Trump all’uso di tecnologia cinese negli Usa, tra cui quella di Hawei»

«Pechino, nella ricostruzione del quotidiano della City, ha disposto che tutte le istituzioni pubbliche e gli uffici che fanno capo al governo eliminino computer e software stranieri per sostenere lo sviluppo delle tecnologie domestiche con un piano graduale, ma serrato, che prevede un primo taglio del 30% entro il 2020, del 50% nel 2021 e del residuo 20% nel 2022.»

«Huawei, the Chinese technology company considered a security threat by the US, has signed a deal with Russian telecoms company MTS to develop a 5G network in the country over the next year.

The agreement was signed on the sidelines of a meeting between Chinese leader Xi Jinping and Russian president Vladimir Putin in Moscow»

* * * * * * *

Se è vero che gli USA e l’Occidente possono mettere sanzioni contro Cina e Russia, è altrettanto vero che anche queste ultime possono prendere adeguate contromisure.

E queste misure nel campo dell’informatica e delle telecomunicazioni avranno severe ripercussioni sui sistemi economici occidentali.

*


La Cina abolirà computer esteri entro 2022

La Cina ordina la rimozione “dei computer e dei software esteri entro il 2022″: lo riporta il Financial Times che dà conto dell'”editto del governo cinese per spingere gli enti pubblici ad adottare kit nazionali”, dando un “colpo ad Hp, Dell e Microsoft” in risposta al sabotaggio dell’ amministrazione di Trump all’uso di tecnologia cinese negli Usa, tra cui quella di Hawei.

Pechino, nella ricostruzione del quotidiano della City, ha disposto che tutte le istituzioni pubbliche e gli uffici che fanno capo al governo eliminino computer e software stranieri per sostenere lo sviluppo delle tecnologie domestiche con un piano graduale, ma serrato, che prevede un primo taglio del 30% entro il 2020, del 50% nel 2021 e del residuo 20% nel 2022.

*


China’s Huawei signs deal to develop 5G network in Russia

«Huawei welcomes agreement in area ‘of strategic importance’ after meeting between Xi Jinping and Vladimir Putin»

«Huawei, the Chinese technology company considered a security threat by the US, has signed a deal with Russian telecoms company MTS to develop a 5G network in the country over the next year.

The agreement was signed on the sidelines of a meeting between Chinese leader Xi Jinping and Russian president Vladimir Putin in Moscow.

“We will strengthen our mutual support on key issues,” Xi said, sitting next to Putin in an ornate Kremlin hall.

Moscow’s ties with the US have declined sharply over the Ukrainian crisis, the war in Syria and the allegations of Kremlin meddling in the US 2016 presidential elections, while China is engaged in a spiralling trade war with Washington.»