Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Senza categoria

Lega. Il segreto di un successo. Ascoltare gli Elettori.

Giuseppe Sandro Mela.

2019-12-08.

2019-12-03__Lega 001

Lega e cdx hanno vinto consecutivamente in Lombardia, Molise, Friuli Venezia Giulia, Valle d’Aosta, Trentino, Abruzzo, Sardegna, Basilicata, Piemonte ed Umbria, una volta roccaforte rossa.

I partiti ed i loro esponenti si interrogano su come abbia fatto Mr Salvini ad ottenere simili risultati.

L’analisi pubblicata da Demopolis sui flussi elettorali in Umbria sintetizza il segreto dei successi elettorali della lega.

Ne porgeremo alla discussione due motivi soltanto.

*

Anche se la dirigenza del PD e del M5S si affannano a ripetere che i risultati elettorali regionali non incideranno minimamente sulla tenuta dell’attuale Governo Zingaretti rosso-giallo, gli Elettori la pensano in modo ben differente. Il 44% ne vede una valenza nazionale totale ed il 25% parziale. Il sessantanove percento degli Elettori percepisce le elezioni regionali come evento politico nazionale.

D’altra parte, se così non fosse, il fenomeno delle sardine risulterebbe essere incomprensibile.

*

Su cento Elettori della lega, 32 la avevano già votata, 5 avevano votato Forza Italia, 14 il partito democratico e 12 movimento cinque stelle: i restanti 37 si erano astenuti oppure avevano votato altre liste.

Tradotto in parole povere, lega e Salvini hanno attratto quei consensi prima incanalati su altre formazioni. Mr Salvini è persona di buon senso, pratica: non ha ideologie da difendere contro ogni evidenza.

Nel converso, PD e M5S hanno vistosamente constatato un calo di consenso elettorale.

* * * * * * *

Azzarderemo la segnalazione di alcune cause.

– Le dirigenze e gli iscritti al PD ed al M5S sono altamente ideologizzati e non rappresentano più quella che era stata la loro base elettorale. Sono ad un aut aut: o soddisfano gli iscritti e perdono consensi elettorali, oppure ascoltano gli Elettori e rottamano le ideologie prima sostenute.

– Ma stare a sentire gli Elettori e cercare di comprendere le loro esigenze impone un bagno di silenziosa umiltà. Anche perché i sentimenti di gran parte del corpo elettorale sono apertamente conflittuali con le ideologie sia del PD sia del M5S.

*

Le gente comune sta soffrendo molto dalla attuale recessione economica, e si attenderebbe un governo che almeno la tamponasse, che facesse qualcosa per cercare di rimettere in moto la produzione industriale.

Non è interessata alla mera assistenza di una manciata di euro del tutto insufficienti per vivere: vuole, vorrebbe, un lavoro vero ed uno stipendio dignitoso.

Non sa cosa farsene di un Governo in perenne litigio, tutto preso a cercare di fare i conti con le frange interne che si scindono dal partito, tutto teso al massacro giudiziario dei propri dissidenti.

Open, Zanda contro Renzi: “Da segretario Pd ha raccolto soldi per sé e non per dipendenti partito”

«Il tesoriere e senatore del Pd, Luigi Zanda, attacca Matteo Renzi sul caso della Fondazione Open. Non sull’aspetto giudiziario, ma sull’atteggiamento politico di Renzi: “Da segretario e da senatore Pd ha raccolto risorse molto rilevanti di 7 o 8 milioni convogliandole alla Fondazione Open. Mentre allo stesso tempo, sempre da segretario, metteva in cassa integrazione ben 160 dipendenti del suo partito”»

La gente non ha quasi più fiducia negli attuali governanti.

Poi, un esempio paramount.

Via crocifisso da scuola, Salvini: “Fioramonti è ministro da centro sociale”

«Matteo Salvini all’attacco del titolare dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti che al posto del crocifisso nelle aule scolastiche preferirebbe una cartina del mondo. “Mi sembra un ministro da centro sociale più che da ricerca universitaria, roba da matti”, le parole del leader leghista in diretta Facebook.»

Ci rendiamo perfettamente conto che sia il partito democratico sia il movimento cinque stelle siano profondamente atei, e che quindi abbiano in uggia i Crocefissi. Similmente, ci rendiamo perfettamente conto che gran parte degli Elettori non sia più cattolico praticante.

Tuttavia ciò non rende ragione del vero stato della questione.

Gli italiani hanno nel sangue, nel dna, il loro retaggio religioso, storico, culturale e sociale che non è sostanzialmente ateo. A riprova, la modestissima Radio Maria, senza pubblicità né sovvenzioni governative, ha ogni giorno circa cinque milioni di ascoltatori, gente che poi va anche a votare. Gente che recita ogni giorno il Santo Rosario. Piaccia o meno, ci sono. Il ministro Fioramonti ha alienato al partito democratico centinaia di migliaia di voti.

P.S. Le sardine non rappresentano gli Elettori, anzi, li allontanano.

*

A questo proposito, e per concludere, PD e M5S non hanno mai avuto tempo e voglia di studiare le componenti dl successo di Mr Putin, grande statista.

Appena insediato, nonostante settanta anni di duro comunismo e del fatto di essere stato alto dirigente del Kgb, si è fatto paladino della Chiesa Ortodossa del Patriarcato di Mosca. In venti anni ha fatto restaurare oltre cinquantamila Chiese. La gente gliene è grata.

*

Poi, tasse da orbi su quanti lavorano nel comparto produttivo. E si aspettavano che questi li votassero?