Pubblicato in: Devoluzione socialismo

Umbria. Sondaggi. Swg. Tesei 52%, Bianconi 42%.

Giuseppe Sandro Mela.

2019-10-15.

2019-10-15__Umbria__001

«Nel Centrodestra diverse fonti autorevoli – fronte Lega e Fratelli d’Italia – si mostrano estremamente ottimisti e prevedono un successo ampio (addirittura intorno ai 10 punti) della candidata leghista Donatella Tesei che viaggerebbe tra il 49 e il 51% con Vincenzo Bianconi (Pd-M5S-altri) fermo intorno al 40%.»

«Lega confermerebbe l’ottimo risultato delle Europee sfiorando il 40% e Fratelli d’Italia sarebbe davanti a Forza Italia»

* * * * * * *

2019-10-13__Bianconi__001

Se in Governo rosso-giallo di Zingaretti riuscisse ad importare ancora qualche milionata di migranti ed ad imporre anche la tassa sul macinato, Mr Salvini squittirebbe di gioia. Anche se l’optimum sarebbe una tassa di possesso sui Crocefissi e le Coroncine del Rosario.

* * * * * * *


Elezioni Umbria sondaggi: dati choc, qualcuno non vince ma stravince. Ecco chi

Elezioni Umbria sondaggi: Centrodestra avanti di 10 punti? Ma è guerra di sondaggi sulle elezioni regionali in Umbria.

L’appuntamento del 27 ottobre con il voto in Umbria è il primo test per il governo giallo-rosso. Matteo Salvini punta tutto sulle Regionali per ottenere una sorta di rivincita su M5S e Pd e per mandare un segnale all’esecutivo. Come sempre in questi casi è guerra di sondaggi. Nel Centrodestra diverse fonti autorevoli – fronte Lega e Fratelli d’Italia – si mostrano estremamente ottimisti e prevedono un successo ampio (addirittura intorno ai 10 punti) della candidata leghista Donatella Tesei che viaggerebbe tra il 49 e il 51% con Vincenzo Bianconi (Pd-M5S-altri) fermo intorno al 40%.
In particolare la Lega confermerebbe l’ottimo risultato delle Europee sfiorando il 40% e Fratelli d’Italia sarebbe davanti a Forza Italia. Sul fronte dem, invece, sottolineano come, pur sapendo che la partita è difficile, il margine non sarebbe così ampio (massimo 3-4 punti) e ancora colmabile. Il Pd è sicuro di risultare il secondo partito davanti al Movimento 5 Stelle. Tra i candidati minori entrambi i fronti segnalano una buona affermazione (2-3%) di Claudio Ricci e del candidato del Partito Comunista di Marco Rizzo Rossano Rubicondi.