Pubblicato in: Agricoltura

Vendere frigoriferi agli eschimesi e Valdobbiadene docg in Francia.

Giuseppe Sandro Mela.

2019-09-16.

Valdobbiadene 001

Chiunque abbia bevuto un calice di Valdobbiadene docg, altrimenti noto come prosecco, non dovrebbe avere difficoltà a collocarlo almeno alla pari degli champagne di classe medio – alta.

Sicuramente sono vitigni e lavorazioni differenti, ma la qualità del prodotto appare essere indiscutibile.

Valdobbiadene 002

«Export record per il primo semestre

Intanto non si ferma il boom dell’export del Prosecco. Secondo Coldiretti nel primo semestre del 2019 l’export ha toccato il valore record di 458 milioni di euro. Di particolare significato il dato della Francia, dove l’aumento è del 50%. I dati di Coldiretti su base Istat arrivano in occasione della raccolta del primo grappolo di uva Glera dell’anno per il Prosecco nella Tenuta Astoria a Refrontolo (Treviso). Con un aumento del 17% delle esportazioni il Prosecco conquista nel 2019 il primato di vino italiano più consumato all’estero grazie all’alta qualità e capacità produttiva con le pregiate bollicine che – sottolinea la Coldiretti – sono protagoniste di un exploit in Usa.» [Fonte]

* * *

Un export che ha toccato il valore record di 458 milioni di euro e che sia riuscito ad incrementare del 50% le vendite in Francia è il suggello di un indiscusso successo. È un risultato assimilabile alla vendita di frigoriferi agli eschimesi, e con loro grande soddisfazione.

Se è vero che il Valdobbiadene docg reca sulla etichetta la dizione “Prosecco Superiore”, sarebbe anche altrettanto vero constatare come questa possa restare criptica alla maggior parte dei consumatori. D’altro canto attesta però come la qualità si imponga anche con una etichettatura alquanto impropria. Il Valdobbiadene docg è il vino italiano più consumato all’estero.

Ricordiamo infine come la zona di coltivazione dei vitigni sia nell’elenco delle zone patrimonio mondiale dell’Unesco.

Annunci