Pubblicato in: Demografia, Devoluzione socialismo, Unione Europea

Germania. Elezioni Brandenburg e Sachsen. Crollano i partiti tradizionali.

Giuseppe Sandro Mela.

2019-09-02.

2019-09-02__Germania__ 001

Si è votato in Brandenburg ed in Sachsen, due Länder tedeschi ove il 66% degli elettori si percepisce come cittadino tedesco di seconda classe, sensazione condivisa persino dal 56% dell’elettorato Cdu.

2019-09-02__Germania__ 002

Questi sono i dati elettorali.

La Cdu in Brandenburg è scesa al 15.6% (-7.4 pp), in Sachsen è scesa al 32.1% (-7.3 pp).

La Spd in Brandenburg è scesa al 26.2% (-5.7 pp), in Sachsen è scesa al 7.7% (-4.7 pp).

La Linke è scesa in Brandenburg al 10.7% (-7.9 pp), in Sachsen è scesa al 10.4% (-8.5 pp).

I Grüne in Brandenburg sono saliti al 10.8% (+4.6 pp), in Sachsen sono saliti all’8.6% (+2.9 pp).

AfD in Brandenburg è salita al 23.5% (+11.3 pp), in Sachsen è salita al 27.5% (+17.8 pp).

* * * * * * *

 

2019-09-02__Brandenburg__001

2019-09-02__Brandenburg__002

2019-09-02__Brandenburg__003

2019-09-02__Brandenburg__004


2019-09-02__Sachsen__ 001

2019-09-02__Sachsen__età votanti 000

Deutsche Welle, giornale del governo tedesco a forte impronta socialdemocratica, riporta così i risultati elettorali:

Germany: AfD set for second spot in eastern elections

«The key takeaways:

– Chancellor Angela Merkel’s center-right Christian Democrats (CDU) will remain the strongest party in Saxony, with just over 32% of the vote. In Brandenburg, they scored 15.6%.

– The center-left Social Democrats (SPD) will hold on to the top spot in Brandenburg with 26.2%, down from 31.9% in the previous election in 2014. The SPD received just 7.7% of the vote in Saxony.

– The far-right Alternative for Germany (AfD) made gains in both states, at 27.5% in Saxony and 23.5% in Brandenburg. While these represent massive leaps from their results in 2014, when the party was only a year old, they’re very similar to the AfD’s scores in the two states in the last national election in 2017.

– The Green party, typically at its weakest in Germany’s east, rode its recent success in EU elections with 8.6% in Saxony, and 10.8% in Brandenburg.

– The Left party won 10.7% in Brandenburg and 10.4% in Saxony.

– With the SPD and CDU continuing their downward slides, the fact that every other party has sworn not to work with the AfD and the votes relatively evenly dispersed among smaller parties, forming a coalition in both states could be tricky. ….

The AfD in Saxony has said it will push for Sunday’s result to be declared invalid, after legal troubles left them with too few candidates to fill their seats in the state parliament. Their 27.5% result should give them 38 seats, but the state constitutional court slashed their list from 61 candidates to 30, citing formal mistakes in the way the lists had been drawn up.

However, it’s possible the AfD will still end up with 38 people able to take seats, if the party wins enough of the direct contests in each voting constituency to plug the gap.»

* * * * * * *

Ci si sarebbe francamente stupiti se i liberal socialisti avessero letto i risultati elettorali in modo differente.

*

– Se in Brandenburg nel 1994 la Spd aveva il 54.1% degli Elettori, ad oggi vale il 26.2%. Un risultato di per sé buono, ma visto nell’ottica storica solo la conferma del suo declino, ed infatti ha perso ancora un 5.7 punti percentuali. La Cdu ha perso 7.4 punti percentuali. La Große Koalition, che aveva nel 1990 il 67.6% dei voti, ad oggi non raggiunge che a stento il 41%. Questi risultati sembrerebbero smentire una vittoria di questi partiti. Ma anche la Linke evidenzia un lento ma costante declino nel tempo: nel 1994 valeva 18.7% ed oggi il 10.7%.

– Ragionamenti analoghi possono essere fatti per il Sachsen, ove Cdu, Linke ed Spd hanno perso 7.3 pp, 8.5 pp e 4.7 pp, rispettivamente.

– Afd ottiene ottimi risultati. Sembrerebbe alquanto fazioso sostenere che non abbia ottenuto una maggioranza assoluta e che, quindi, abbia perso.

– Sia in Brandenburg sia in Sachsen i Grüne ottengono buoni risultati, ma in proporzioni minori alle propensioni al voto nel Länder occidentali.

Il risultato finale è che in ambedue i Länder si dovranno formare governi di coalizione, e questo tra partiti che si stanno guardando in cagnesco, lottando per la sopravvivenza.

* * * * * * *

Ma i risultati più significativi sono, a nostro avviso, quelli relativi al voto stratificato per classi di età.

Germania. Età mediana degli Elettori. La quasi metà sono vecchi.

La metà del corpo elettorale tedesco è di età maggiore ai 55 anni.

AfD è il partito più votato nella fascia di età 18-29 con il 22% ed in quella 30-44 con il 31%. Nella fascia di età 45-59 ottiene un 32%, testa a testa con il 33% della Cdu. Questo partito invece primeggia con il 43% nella fascia degli ultra sessantacinquenni.

Cdu è il partito dei vecchi e dei pensionati, mentre Afd è quello dei giovani e di quanti lavorino.

Annunci