Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Istruzione e Ricerca

Germania. Anche la scuola pubblica è entrata in depressione.

Giuseppe Sandro Mela.

2019-08-24.

Gufo_019__

Un dogma dell’ideologia  liberal  socialista  recita  che  la  scuola  debba  essere  pubblica:  è  un  fatto  che  è  dato semplicemente per scontato.

Diverse sono le motivazioni addotte.

In  primo luogo, si afferma come  l’istruzione sia  un  fondamentale patrimonio della  Collettività, rendendo quindi necessario un intervento dello stato per uniformare al meglio insegnamenti ed insegnanti.

In secondo luogo, si asserisce come lo stato debba avere un controllo diretto della istruzione, selezionando il corpo docente secondo i propri criteri informatori.

In terzo luogo, anche qualora fosse tollerata la presenza di scuole private, lo stato abbia il diritto – dovere di legiferare per esse direttive e normative.

* * *

Da un punto di vista squisitamente euristico, ciò che dovrebbe interessare è che i diplomi rilasciati abbiano tutti ragionevolmente lo stesso identico valore, ossia paragonabili livelli culturali, esattamente come l’accesso alla istruzione sia aperto a facilitato a tutti i giovani Cittadini. Da un punto di vista pratico, dare ai meno abbienti una borsa di studio ovvero esonerarli dal pagare la retta dovrebbe essere equivalente, rendendo preferibile il metodo meno oneroso.

In realtà, al di là delle belle parole altisonanti, lo stato liberal socialista vuole esercitare un potere di controllo politico sia del corpo docente sia dei discenti. Una volta compresa questa esigenza inespressa ma concreta, tutto il problema delle scuole diventa banale.

Si dovrebbe anche notare come, se avesse un senso che scuole omologhe rilasciassero diplomi equipollenti, d’altro canto ciò non dovrebbe implicare la diretta proprietà delle scuole stesse. Ciò che dovrebbe contare dovrebbe essere la garanzia di un comune livello di istruzione.

* * * * * * *

Tutto è filato più o meno liscio, a parte il grande attrito nell’impiego delle risorse, fino a tanto che non è entrata in gioco la ideologia liberal socialista. In accordo, nella scuola pubblica è iniziato l’insegnamento della sua etica e morale, da cui il mix di studenti a diversa capacità di apprendimento e di giovani migranti non autoctoni nelle classi che ha determinato un sensibile abbassamento del livello di preparazione finale.

L’immediata risposta è stato un continuo fiorire di scuole private, istituite con il malcelato scopo di sfuggire a codeste imposizioni.

«A politician stated this that many parents are turning away from Germany’s public schools in favour of private ones.»

«Christian Democratic politician Carsten Linnemann caused a stir when he suggested children with inadequate knowledge of German should be held back from starting primary school»

«many middle-income parents “who send their children to private schools because the level at state schools is falling”.»

«It’s true that private school enrollment across Germany is growing, with increasing numbers in nearly every German state»

«But the reasons for parents to enroll their children in such a school – ranging from religious run to experimental education schools like Montessori – varies state by state»

«Within 25 years, the number of privately run schools has almost doubled from around 3,200 to just under 5,850 in Germany»

«According to the latest figures, they account for 14 percent of all schools»

«Private schools are “socially selective and contribute to a social divide,”»

* * * * * * *

È una legge universale del mercato che ovunque si manifesti una esigenza fiorisca di conserva l’offerta.

Così come è strutturata, la scuola non provvedere a dare una formazione umana ed una preparazione quale quella richiesta per accedere alle classi sociali e professionali superiori. L’immissione nelle classe dei figli dei migranti e degli handicappati non innalza certo il livello.

A nostro personale avviso però il problema non risiede nel dover porre limitazioni alle scuole private, bensì nell’innalzare il livello di quelle pubbliche.


The Local. 2019-08-10.  State by state: Why private school enrolment across Germany is growing A politician stated this that many parents are turning away from Germany’s public schools in favour of private ones. We look at all of the reasons private schools are growing throughout the country.

At the beginning of the week, Christian Democratic politician Carsten Linnemann caused a stir when he suggested children with inadequate knowledge of German should be held back from starting primary school.

He lamented on the poor performance of many public schools due to the mixed levels of learning.

Linnemann told the Rheinische Post that he sees many middle-income parents “who send their children to private schools because the level at state schools is falling”.

It’s true that private school enrollment across Germany is growing, with increasing numbers in nearly every German state.

But the reasons for parents to enroll their children in such a school – ranging from religious run to experimental education schools like Montessori – varies state by state.

14 percent of all schools

Within 25 years, the number of privately run schools has almost doubled from around 3,200 to just under 5,850 in

Germany. According to the latest figures, they account for 14 percent of all schools.

The growth largely comes from East Germany, where there were practically no private schools before the fall of the

Berlin Wall, explained Nele McElvany, an education researcher from the University of Dortmund.

In almost all federal states, the number of private students has been constant or rising most recently in the school year

2018/19, as a survey by the German Press Agency shows.

“We see continuous growth and increasing popularity,” said Association of German Private Schools spokeswoman

Beate Bahr.

Whether private individuals, foundations or church organizations: anyone can set up a private school.

But there are several conditions that need to be met. According to the VDP, they must be charitable and accessible to everyone, meet criteria and requirements and be approved by the state.

A mixed debate

Yet there remains a mixed reaction about sending children to private school – or if students should stick to state schools.

Private schools are “socially selective and contribute to a social divide,” according to a statement by Germany’s

Education and Science Workers’ Union (GEW).

Annunci