Pubblicato in: Devoluzione socialismo

Di Maio. Ecco i 10 punti programmatici.

Giuseppe Sandro Mela.

2019-08-22.

Escher__Il_Cubo_

I 10 punti elencati da Di Maio per dar vita a un nuovo Governo

«I 10 obiettivi elencati da Di Maio sono:

1) Taglio del numero dei parlamentari (deve essere un obiettivo di questa legislatura e una priorità del calendario in Aula);

2) Una manovra equa che preveda stop all’aumento dell’Iva, il salario minimo orario, il taglio del cuneo fiscale, la sburocratizzazione, il sostegno alle famiglie, alle nascite, alla disabilità e all’emergenza abitativa;

3) Cambio di paradigma sull’ambiente, un’Italia al 100% rinnovabile;

4) Una legge sul conflitto di interessi e una riforma della Rai ispirata al modello Bbc;

5) Dimezzare i tempi della giustizia e riforma del metodo di elezione del Csm;

6) Autonomia differenziata e riforma degli enti locali;

7) Legalità, carcere ai grandi evasori, lotta a evasione e traffici illeciti;

8) Un piano straordinario di investimenti per il Sud;

9) Una riforma del sistema bancario che separi le banche di investimenti dalle banche commerciali;

10) Tutela dei beni comuni, scuola, acqua pubblica, sanità, revisione concessioni autostradali.»

* * * * * * *

I punti enunciati sono sintetici, motivo per cui resta davvero difficile comprenderne l’estensione e la tempistica.

Alcune considerazioni possono però essere inferite, almeno come ordini di grandezza.

Se il punto due potrebbe essere stimato necessitare di almeno una sessantina di miliardi, il punto tre, “un’Italia al 100% rinnovabile” richiederebbe una cifra minima di sette – ottocento miliardi. Anche un potenza economica come la Germania ha dovuto porsi ambizioni decisamente più contenute.

Similmente, un “piano straordinario di investimenti per il Sud” difficilmente potrebbe essere fatto con meno di una cinquantina di miliardi.

Infine, applicare in Italia un qualcosa di simile allo Glass-Steagall Act comporterebbe un terremoto nel sistema bancario italiano e, a margine, ci si dovrebbe ricordare come tale legge sia stata abolita nel 1999. Sono molti gli ambienti che auspicherebbero una riforma del sistema bancario, ma sembrerebbe allora opportuno sentire il parere motivato della Ecb, che potrebbe anche non autorizare simile trasformazione.

* * * * * * *

Ripetiamo solo per nostra chiarezza.

È impossibile dare un parere su di un enunciato di dieci punti sintetici, che dovrebbero essere assunti come orientamenti generali.

Un grossolano, molto grossolano, conto del preventivo di spesa si attesterebbe sopra i mille miliardi.

Annunci