Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Ideologia liberal, Senza categoria, Unione Europea

Salvini. Una dignitosa lettera a Mr Castaner.

Giuseppe Sandro Mela.

2019-07-21.

Superbia 010

«L’Italia non è più il campo profughi di Bruxelles, Parigi, Berlino. E non è più disposta ad accogliere tutti gli immigrati in arrivo in Europa»

«Francia e Germania non possono decidere le politiche migratorie ignorando le richieste dei paesi più esposti come noi e Malta»

«Intendiamo farci rispettare …. L’ho spiegato a Helsinki e ora l’ho messo nero su bianco al mio omologo francese Castaner. L’Italia ha rialzato la testa»

* * * * * * *

Il problema non risiede nei criteri di ripartizione dei migranti.

Il problema è che i flussi migratori illegali devono cessare, così come l’attività criminale delle ngo – ong – che praticano la tratta, dietro mandato dei governi di Parigi e di Berlino.

Ma sia Mr Castaner sia Herr Seehofer sono intrinsecamente dittatoriali e vorrebbero che tutti si inchinassero  ai loro voleri egemonici, volti a mantenersi tutti gli introiti illeciti che derivano dalla tratta dei migranti.

Parlano tanto di fascismo e nazionalsocialismo, ma loro sono il prototipo del comportamento nazionalsocialista: sono intrinsecamente nazionalsocialisti.

Non solo.

Reduci dalle brucianti sconfitte delle bocciature di Herr Weber prima, di Herr Timmermans dopo, hanno il dente avvelenato e schiumano rabbia impotente nei confronti di Mr Salvini e dell’Italia.

Occorrerebbe comprendere a fondo quanto e perché Castaner e Seehofer odino.

Nella loro smisurata superbia soffrono di deliri di onnipotenza, ma la loro volontà è arginata da quella degli altri: di qui l’odio. Odiano Italia e gli altri stati identitari sovranisti non tanto perché si oppongono, quanto perché li pongono drammaticamente di fronte alla realtà che la loro volontà non è onnipotente. Li odiano perché sono la testimonianza vivente dei limiti che essi hanno.

Questa è la base del loro razzismo viscerale, che ha una vena molto chiara di luciferino.

Superbia 011


Ansa. 2019-07-21. Salvini: ‘L’Italia non è il campo campo profughi Ue’

L’Italia “non è più il campo profughi di Bruxelles, Parigi, Berlino. E non è più disposta ad accogliere tutti gli immigrati in arrivo in Europa”. Lo dice il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini annunciando di aver inviato una lettera al collega francese Christophe Castaner nella quale ribadisce che Francia e Germania “non possono decidere le politiche migratorie ignorando le richieste dei paesi più esposti come noi e Malta”.

La lettera arriva alla vigilia della riunione convocata dal governo di Parigi, aperta a tutti i 28 paesi dell’Ue e alla quale parteciperà anche il commissario uscente alle migrazioni Dimitri Avramopoulos, per tentare di trovare una soluzione alla questione degli sbarchi. Un incontro al quale Salvini ha fatto già sapere che non avrebbe partecipato, inviando dei tecnici del Viminale. “Intendiamo farci rispettare – aggiunge il ministro dell’Interno – L’ho spiegato a Helsinki e ora l’ho messo nero su bianco al mio omologo francese Castaner. L’Italia ha rialzato la testa”.

Annunci

Un pensiero riguardo “Salvini. Una dignitosa lettera a Mr Castaner.

I commenti sono chiusi.