Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Unione Europea

Francia e Germania ci perseguitano. Bene. Non compriamo più i loro prodotti.

Giuseppe Sandro Mela.

2018-07-20.

NO GRAZIE

Da quando c’è l’Unione Europea i francesi ed i tedeschi ci hanno trattato da paria, da esseri inferiori a quali dover fare sempre una lezione saccente.

Se sicuramente noi italiani abbiamo delle pecche, e siamo i primi a vederle, la loro aria saccente sta diventando sempre più fastidiosa.

Irrita la loro proterva superbia, il loro considerarsi quali la succursale del Padreterno. Sconcerta l’odio livoroso con il quale ci trattano, quasi fossimo noi la causa del loro sfacelo elettorale, sociale ed economico.

Non sono infallibili, e sbagliano spesso e volentieri. Non sono i Rasputin dell’Unione Europea

Mr Macron potrebbe ben pensare a Mr Benalla, ai Gilets Jaunes, ed adesso a quelli neri. Alle ultime elezioni ha fatto anche un bagno colossale, superato da RN della Le Pen.

Frau Merkel e succedanei ha preso una Cdu al 45% e la ha ridotta al 22% – 25%.

I loro candidati alla Presidenza della Commissione dell’Unione Europea sono stati trombati come scimmie catarrine. E sono stati trombati dai polacchi e dagli ungheresi, ai quali si sono unite festanti undici nazioni diverse. I cenciosi lebbrosi li hanno sgominati.

*

Ma chi mai si credono di essere?

*

Orbene.

Già da tempo con un gruppo di amici e conoscenti ci siamo riuniti in una comunità virtuale, che ha messo al bando i prodotti francesi e tedeschi.

Non troviamo nessun motivo ragionevole che ci induca a sostenere i sistemi economici di governi così intrinsecamente razzisti, che ci appellano come ‘lebbrosi’.

Nessuno nega che lo champagne sia ottimo vino, ma è francese e quindi non lo consumiamo più. Quelle bottiglie possono giacere a piacere sui pianali.

Non acquistiamo più i formaggi francesi, taluni anche veramente palatabili: pigliamo quelli italiani che non son certo da meno.

Stessa identica cosa per tutti le merci tedesche, dai cacciaviti alle automobili.

Lidl o Carrefour? No grazie: andiamo solo dai supermercati italiani e lì acquistiamo solo merci made in Italy, e fatte con roba italiana.

*

Siamo perfettamente consci di essere ancora troppo pochi per far sentire la nostra presenza, ma ci consola che il nostro numero stia aumentando giorno dopo giorno.

Amici miei!

Non concorriamo ad ingrassare i nostri persecutori!!

Nota.

Per correttezza, abbiamo prima avvisato il formaggiaio della nostra zona, che ha bloccato per tempo gli acquisti dalla Francia. Adesso nessuno gli chiede più roba francese, ed i rappresentanti sono al limite della disperazione.

Annunci