Pubblicato in: Materie Prime

Oro. In quattro ore da 1,402 a 1,428.

Giuseppe Sandro Mela.

2019-07-18.

2019-07-18__Gold__001

E sta ancora salendo.

Oro, fase di assestamento propedeutica a nuovi allunghi – Bloomberg

Il 2019 si è rivelato un anno prolifico per l’oro, tornato a rappresentare un asset rifugio di primo piano nelle allocazioni degli investitori dopo un finale di 2018 burrascoso sul fronte geopolitico internazionale.

Particolarmente degna di nota è stata l’ultima gamba rialzista che ha portato il prezzo dell’oro sui massimi da oltre 6 anni al di sopra della resistenza psicologica a 1.400 $ per oncia e sopra le resistenze grafiche ereditate dai precedenti massimi annuali del 2016 e 2018 a 1.360-1.366 $.

Ora il metallo prezioso per eccellenza sembra in pausa di riflessione sopra i supporti espressi proprio dalla ex resistenza a 1.400 $. I minimi di questa congestione a 1.385 $ (in nero nel chart giornaliero), rappresentano un’area di forte concentrazione di domanda e pertanto fino ad ora hanno sempre respinto gli assalti dei venditori.
Fino a che le quotazioni dell’oro si manterranno al di sopra di questi livelli, difficilmente potremo assistere ad una inversione di trend sull’oro. Per questo motivo può essere utile approfittare delle brevi fasi di correzione per reinserirsi sulla tendenza principale.

Gli StayUP Certificates di SocGen possono rappresentare una valida soluzione. Nella gamma di SocGen ne sono presenti due con barriere inferiori (stop loss della strategia) a 1.200 $ e 1.240 $. Il buffer di sicurezza rispetto agli stop è dunque di oltre 15 punti rispetto ai prezzi attuali, un cuscinetto che può permettere all’investitore di alternare le scadenze dei due prodotti, come ad esempio lo StayUP Certificate con codice ISIN LU1946505663 che scade il 20 dicembre (ultimo giorno di quotazione il 17 dello stesso mese). Chi ritenesse che la tenuta dei supporti dell’oro abbia a disposizione un orizzonte di tempo più limitato può optare per lo strumento con la scadenza più vicina.

 

Annunci