Pubblicato in: Finanza e Sistema Bancario

I milionari detengono 206 trilioni di dollari, il 50% degli investimenti finanziari.

Giuseppe Sandro Mela.

2019-07-07.

2019-06-25__Miliardari__001

Ventidue milioni di persone fisiche detengono al mondo beni finanziari per 206 trilioni di dollari americani.

Anche se nella statistica sono state ammesse le persone con un monte titoli superiore al milione, in termini medi ognuna di quelle persone gestisce 9.164 milioni di dollari.

2019-06-25__Miliardari__002

«Nel 2018 questi ingenti capitali sono cresciuti solo dell’1,6%, rispetto al + 7,5% del 2017 e del 6,2%, tra il 2013 e il 2017»

2019-06-25__Miliardari__003

*

Per quanto riguarda l’Italia, è la nona nazione al mondo, con cinquemila miliardi di dollari americani di ricchezza personale.


Sole 24 Ore. 2019-06-23. Nelle mani di 22 milioni di paperoni il 50% della ricchezza finanziaria mondiale

Ha raggiunto i 206 trilioni di dollari la ricchezza finanziaria privata nel mondo a fine 2018. Una somma enorme che, se cresce meno rispetto al passato, continua ad essere nelle mani di pochi. Nel 2018 questi ingenti capitali sono cresciuti solo dell’1,6%, rispetto al + 7,5% del 2017 e del 6,2%, tra il 2013 e il 2017. I milionari (chi ha ricchezze sopra il milione di dollari) sono circa 22 milioni di indvididui. In un anno sono aumentati del 2,1% e detengono il 50% della ricchezza finanziaria mondiale.

L’Italia è la nona nazione al mondo con 5 mila miliardi di dollari di ricchezza finanziaria personale (quasi il triplo del Pil attuale pari a circa 1.768,496 milioni di euro). Entro il 2023 le stime prevedono che la ricchezza finanziaria personale degli italiani possa toccare i 5,6mila miliardi di dollari mentre quella mondiale raggiungere i 272 trilioni di dollari grazie ad uno sprint del 5,7% . Per chi si occupa di wealth management le nuove opportunità di business non verranno però dai ricchi e super ricchi ma dai cosiddetti clienti affluent circa 7,6 milioni di invididui.

Sono alcune delle evidenze contenute nell’ultimo report di Boston Consulting Group (Global Wealth 2019: Reigniting Radical Growth) che giunto alla 19esima edizione come sempre mappa tendenze e nuovi driver per l’industria del wealth management mondiale.