Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Unione Europea

Fitto (FdI) eletto co-presidente del gruppo Ecr al parlamento europeo.

Giuseppe Sandro Mela.

2019-06-22.

ECR 001

Il gruppo parlamentare europeo  European Conservatives and Reformists Group alla unanimitù ha eletto come co-presidenti Raffaele Fitto, di Fratelli di Italia, ed il polacco Ryszard Legutko del PiS.

Ecr dispone di 63 / 751 seggi.

Protecting and respecting member states

Common sense & sustainability

«If the EU and its global partners really want to tackle issues such as climate change, recycling, waste, emissions and pollution, food quality and food security, then the EU needs to adopt sensible and sustainable measures which do not place unnecessary and costly burdens on businesses and Member States. Rather than unrealistic targets which will never be fulfilled or properly implemented, the ECR Group supports an ambitious, incremental, and sensible approach that all Member States can support.»

Added value for taxpayers

«A key priority for the ECR Group is cutting much of the suffocating regulation that the EU has adopted and applied to businesses. The ECR Group is constantly identifying where Member States and the EU are implementing EU rules in an unnecessarily bureaucratic and complicated way. By reducing mindless bureaucracy and unnecessary laws, and by ensuring that EU policies are operating efficiently, we can make your taxes work harder than ever!

The ECR Group has led the way on common sense policymaking, and in ensuring that the EU properly implements the competitiveness test, particularly for small and medium sized businesses. The EU needs regulation that provides a level playing field for businesses whilst protects consumers, without uneven implementation across the EU. »

* * * * * * *

La reale potenza politica dell’Italia inizia a dispiegarsi. Saranno die italiani ad essere co-presidente dei gruppi identitari sovranisti.

Una sola nota, ma non di scarsa importanza.

Ecr fa molto spesso ricorso al sintagma ‘common sense‘: il caro, vecchio, sano buon senso.

È un richiamo metodologico che sembrerebbe essere condivisibile in pieno, specie poi in un periodo in cui la maggior parte degli schieramenti politici patrocina programmi implementati attorno ad una idea centrali, assolutizzata ed ideologizzata.

Ci richiama alla memoria il grande Orazio:

«Est modus in rebus: sunt certi denique fines, quos ultra citaque nequit consistere rectum»

“C’è una misura nelle cose: vi sono precisi confini, oltre i quali non può sussistere il giusto.“

*

«reducing mindless bureaucracy and unnecessary laws»

Questo solo obiettivo programmatico val bene lo sforzo di cercare di attuarlo al meglio, con ragionevolezza.


Ansa. 2019-06-20. Fitto (Fdi) eletto co-presidente del gruppo Ecr al Pe

L’eurodeputato italiano Raffaele Fitto (Fratelli d’Italia) è stato eletto co-presidente del gruppo dei Conservatori e riformisti (Ecr) insieme al polacco Ryszard Legutko (Diritto e giustizia-Pis). “Essere stato eletto all’unanimità co-presidente del gruppo dei Ecr non è solo un grande onore, ma anche un motivo di soddisfazione e orgoglio per me e per Fratelli d’Italia”, ha affermato Fitto, sottolineando che “oggi, in Europa, Fratelli d’Italia è la seconda delegazione del gruppo europeo dei conservatori”.

“La mia elezione a co-presidente è la prova di quanto e come siamo cresciuti politicamente e nelle urne. Un grazie ai colleghi di tutte le delegazioni che mi hanno dato fiducia, darò il massimo perché sia ben riposta”, ha detto Fitto. “Il grazie più grande va a Giorgia Meloni – ha aggiunto – per la sua lungimiranza, per aver intuito che nel centrodestra c’era bisogno di una nuova proposta politica che rilanciasse i valori e i principi della destra, ma con un nuovo linguaggio capace di includere anche chi veniva da storie diverse, ma coerenti con un percorso. Oggi la mia elezione è il successo anche di questo progetto politico”.

Annunci