Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Ideologia liberal

Grandine sulla Malpensa. Il riscaldamento globale blocca i voli.

Giuseppe Sandro Mela.

2019-05-12.

2019-05-12__Malpensa__001

Greta Thunberg: l’attivista che ha scosso la coscienza del mondo

«Non c’è altra strada per l’umanità che non sia quella che persegue gli obiettivi del risanamento climatico»

*

Davvero Greta Thunberg è passata dalla lotta per il clima all’antifascismo?

«La risposta breve è sì, e la sua presenza a una manifestazione antifascista è stata confermata dalla stampa locale e dai suoi canali social. Sui giornali italiani la vicenda è stata arricchita da qualche complottismo di troppo»

*

2019-05-12__Malpensa__002


Ansa. 2019-05-12 Grandinata imbianca Malpensa, monitorati Seveso e Lambro. Due morti nel Bresciano

Una forte grandinata ha imbiancato la pista dell’aeroporto di Malpensa. Il flusso dei voli è stato ridotto e alcuni in arrivo sono stati dirottati su altri scali ma l’aeroporto non è mai stato chiuso. Il maltempo che si è abbattuto sulla regione ha visto come danni la caduta di qualche albero e di qualche tabellone pubblicitario nella zona della Brianza e nel Varesotto, mentre a Milano è volato qualche gazebo degli alpini.

Due uomini sono morti a Urago d’Oglio, nel Bresciano, probabilmente travolti da alcuni alberi caduti durante il maltempo che si è abbattuto in provincia di Brescia. Le vittime sarebbero due rumeni e non è ancora chiaro il motivo per il quale si trovassero lungo il fiume dove è avvenuta la tragedia. È probabile che abbiano cercato riparo sotto gli alberi che si sono spezzati.

Un forte temporale con raffiche di vento che hanno raggiunto i 75 chilometri orari si è abbattuto su Lodi. I vigili del fuoco sono impegnati nella rimozione di alcuni alberi caduti su diverse strade. Un albero è caduto su un’auto di passaggio a Locate Triulzi: il conducente, un 84enne, ferito lievemente, è stato trasportato in ospedale. Contuso anche un alpino 46enne che, nel tentativo di trattenere una tenda che stava prendendo il volo per il vento, ha preso un colpo in testa. 

La Protezione Civile ha emesso un’allerta arancione per temporali e vento forte con raffiche di vento fino a 50-70 chilometri all’ora su Milano fino a domani. Monitorati i livelli dei fiumi Seveso e Lambro. A causa del vento forte è stata chiesta particolare attenzione alle ditte per i ponteggi in esterno. Si  raccomanda a tutti di tenere comportamenti che possano aiutare a prevenire eventuali problemi dovuti al vento forte, come ad esempio rimuovere vasi non ancorati ai balconi o altri oggetti sospesi ed evitare di parcheggiare le auto sotto gli alberi. Infine si raccomanda di segnalare immediatamente eventuali criticità ai vigili del fuoco o alla polizia locale.

La Protezione Civile annuncia temporali su Emilia-Romagna, Toscana, Umbria e Lazio, e da domani su Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Campania, Basilicata e Calabria.

Domani sono attesi venti forti su Piemonte, Lombardia, Liguria, Emilia-Romagna, in estensione dalla tarda mattinata a Toscana, Marche, Umbria e Lazio. Dal primo pomeriggio il rinforzo della ventilazione interesserà anche Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.

Per domani si prevede quindi allerta arancione sui settori centro occidentali dell’Emilia-Romagna e sulle Marche. Una allerta gialla interesserà invece il Veneto, i bacini centrali dell’Emilia Romagna, la Toscana meridionale, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabra e Sicilia.

Annunci