Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Unione Europea

Weber. Michel Barnier gli sta soffiando via la candidatura.

Giuseppe Sandro Mela.

2019-05-11.

2019-05-08__Barnier__001

«Never Weber»


La Commissione Europea è uno dei più ambiti centri di potere nell’Unione Europea.

Formalmente, la sua candidatura dovrebbe essere formulata dal Consiglio Europeo, cioè dal consesso dei capi di stato e di governo, “tenendo presente i risultati elettorali“.

Per consuetudine, ma non per legge o regolamento, il parlamento europeo uscente ha già nominato gli Spitzenkandidat, ossia i candidati dei singoli gruppi alla carica di Presidente della Commissione Europea. Ma non è assolutamente detto che quest’anno si celebri ancora codesta cerimonia.

Dovrebbe essere evidente l’anomalia di questa procedura, che cerca di vanificare l’effetto delle elezioni. Ciò appare ancor più evidente di questi giorni, ove le proiezioni elettorali darebbero i partiti tradizionali in forte regresso: Partito popolare europeo e Partito socialista europeo perderebbero circa un centinaio di seggi.

Mafred Weber è lo Spitzenkandidat del Partito popolare: la sua candidatura è stata imposta a suo tempo da Frau Merkel, ma la voce di questa donna suona sempre più debole a Bruxelles.

*

Spesso in politica è più utile non avere nemici che avere degli amici.

Weber invece, così come il suo entourage, di nemici ne ha molti: non parliamo poi di Frau Merkel.

Se era semplicemente scontato che Polonia, Ungheria e Romania lo vedessero come il fumo negli occhi, sarà ben difficile che l’Italia lo appoggi, sempre che non si facciano accordi davvero molto convenienti. Il Regno Unito anch’esso sembrerebbe non essere favorevole alla candidatura di Herr Weber. Poi, nell’europarlamento, ci saranno anche i brexiters, assatanati come non mai.

Ma adesso anche Mr Macron ha preso posizione:

«Macron, who is looking to create a new centrist-liberal force in Brussels, has already signaled through his advisers that he will strongly oppose the EPP’s lead candidate …. A French person cannot vote for Weber»

* * * * * * *

Si voglia o meno, piaccia o meno, gli equilibri sono cambiati.

L’asse liberal socialista, Ppe e Pse non è più in grado di controllare gli eventi a piacer suo, e le alleanzae hanno dei costi.

Il crollo del Ppe e del Pse è il vero evento nuovo di queste elezioni.


Politico. 2019-05-08. Michel Barnier steps out of the shadows

«Brexit negotiator looks to ride a ‘Never Weber’ wave into the EU’s top job»

*

«For Barnier and his supporters, a path would most clearly open up if other leaders join French President Emmanuel Macron in adopting a “Never Weber” posture.»

*

«Macron, who is looking to create a new centrist-liberal force in Brussels, has already signaled through his advisers that he will strongly oppose the EPP’s lead candidate, and it would take just a few other leaders, particularly liberals and socialists, siding with him at the special summit in late May to effectively kill Weber’s chances»

*

«the EPP is once again expected to be the largest party in Parliament, giving it — according to the Spitzenkandidat process — first claim to the Commission presidency. But the EPP and the Party of European Socialists (PES), long the controlling forces in Brussels, are both expected to lose seats, as voters continue to show disdain toward mainstream parties.»

*

«To say that one party is going to decide doesn’t make sense …. A French person cannot vote for Weber. …. After the Brexit mission, he is widely known,…. He also has the advantage of being more European than French. He’s become a European persona»

*

«Austrian Chancellor Sebastian Kurz, who at 32 is the EU’s youngest national leader and is a member of the EPP, has endorsed Weber. But discussing the EU’s future in a recent interview with Die Presse, Kurz did not specifically demand Weber’s appointment»

*

«Instead, he said, what’s most needed is “generational change at the top.” Weber is 46.»

*

«On Monday, Hungarian Prime Minister Viktor Orbán, a member of the EPP, put another potential obstacle in Weber’s path, saying he would no longer support him, in part because of the broader rift that led the EPP to suspend Orbán’s Fidesz party.»

*

«Another unpredictable variable is Brexit, which is not yet finished business»

*

«The Council’s nomination is made by qualified majority — a calculation that gives Britain, the bloc’s third-largest country by population, potentially heavy sway provided it does not abstain. While some EU officials and diplomats said they expect the U.K. to stay out of the process, one senior official said no firm commitment has been sought nor has one been given. Legally, Britain would have every right to vote.»

Annunci