Pubblicato in: Banche Centrali, Devoluzione socialismo, Senza categoria, Unione Europea

ECB Bilancia dei pagamenti. Situazione a febbraio.

Giuseppe Sandro Mela.

2019-04-29.

Piangere__001

«Ad illas dixit: Filiae Jerusalem, nolite flere super me, sed super vos ipsas flete»


La European Central Bank ha rilasciato il report:

«Euro area monthly balance of payments: February 2019

– In February 2019 the current account of the euro area recorded a surplus of €27 billion, compared with a surplus of €37 billion in January 2019.[1]

– In the 12-month period to February 2019, the current account recorded a surplus of €335 billion (2.9% of euro area GDP), compared with a surplus of €374 billion (3.3% of euro area GDP) in the 12 months to February 2018.

– In the financial account, euro area residents made net acquisitions of foreign portfolio investment securities totalling €59 billion in the 12-month period to February 2019 (decreasing from €692 billion in the 12 months to February 2018). Non-residents made net sales of euro area portfolio investment securities totalling €66 billion (following net purchases of €348 billion in the 12 months to February 2018).»

* * * * * * *

Il documento è corposo e dovrebbe essere letto nella sua interezza.

– A febbraio il surplus del conto corrente è sceso a 27 mld dai 37 mld di gennaio;

– Nell’anno antecedente fino a febbraio 2019 il surplus era 335 mld, mentre nei dodici mesi fino a febbraio 2018 era 374 md;

– Nell’anno antecedente fino a febbraio 2019 il conto finanziario era 59 mld, mentre nei dodici mesi fino a febbraio 2018 era 692 mld.

* * * * * * *

Sono cifre davvero sconfortanti, segno più del malessere politico che di quello economico.

Impressiona il livello delle cifre, anche se si tratta di conti della Banca centrale.

In particolare, ripetiamo, i residenti dell’area dell’euro hanno effettuato acquisizioni nette di titoli da investimenti di portafoglio esteri per un totale di 59 miliardi di euro nei 12 mesi fino a febbraio 2019 (in diminuzione da 692 miliardi di euro nei 12 mesi fino a febbraio 2018). Una diminuzione di più di seicento miliardi di euro è un grandioso segno di severo malessere.

Italia. Crisi in vista. Liquidità bancarie salite al 32%, 1,371 miliardi.

Sembrerebbe che tutti si stiano aspettando un diluvio universale.

Annunci