Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Unione Europea

Viminale. Permessi umanitari crollati dal 27% al 2%. Dinieghi al 77%.

Giuseppe Sandro Mela.

2019-03-15.

Mela con il Coltello tra i Denti.

Viminale. 2019-03-14. Salvini al question time

Il ministro Salvini ha risposto oggi alle interrogazioni dei deputati su:

– iniziative volte a prevedere deroghe al divieto introdotto dal decreto-legge n. 113 del 2018 in materia di circolazione in Italia di veicoli con targa estera, con particolare riferimento ai residenti nelle zone di confine (Plangger – MISTO-MIN. LING.);​

– iniziative volte a rivedere gli accordi Italia-Libia in materia di contrasto all’immigrazione illegale, al fine della salvaguardia dei diritti umani (Palazzotto – LEU);​

– effetti delle politiche del Governo in materia di immigrazione, con particolare riferimento al numero degli arrivi sulle coste italiane, nonché al numero e agli esiti delle domande di protezione internazionale esaminate (Molinari – LEGA);​

– elementi e iniziative in ordine al fenomeno dei finanziamenti di alcuni Paesi arabi destinati in particolare a luoghi di culto islamici in Italia.

* * * * * * *

L’unico modo per risolvere i problemi della immigrazione illegale clandestina è quello di bloccarla all’origine.

«Crollano i permessi umanitari e aumentano i dinieghi delle domande d’asilo: in un anno i primi sono passati dal 27% del totale al 2% mentre i no alle richieste dei migranti sono saliti dal 56% al 77%.»

*

«dall’inizio dell’anno all’8 marzo sono state presentate 7.189 domande di asilo»

*

«6.311 sono invece le decisioni adottate e 76.779 le domande pendenti, il 43,27% in meno rispetto al 1 giugno (erano 135.337) quando, sottolineano fonti del Viminale, si è insediato il nuovo governo»

*

«Delle oltre 16mila decisioni adottate nel 2019 – tolti i dinieghi e il 2% che riguarda la protezione umanitaria, nel 10% dei casi è stato concesso lo status di rifugiato (nel 2018 era il 7%)»

* * * * * * *

Fallita la riunione dei ministri interni sulla immigrazione.

Italia. Servizi di Sicurezza. Immigrati clandestini -80%.

Siamo chiari.

Chiunque sostenga la immigrazione illegale e clandestina non sostiene l’immigrazione in sé e per sé stessa, bensì la illegalità e la clandestinità.

Per parlare in termini politicamente corretti, sostiene la struttura criminale che alimenta illegalità e clandestinità.

La società civile non può accettare minimamente un fatto del genere: la legalità deve essere preservata.

Poi, se taluni leggi non piacessero, ebbene, chi non le condivide si presenti alle elezioni, le vinca e vada al governo, quindi le sostituisca. Questa è la società civile: il resto è solo tirannide.


Ansa. 2019-03-14. Crollano permessi umanitari, dal 27 al 2%

Dati Viminale, in aumento dinieghi, respinte 77% domande

*

Crollano i permessi umanitari e aumentano i dinieghi delle domande d’asilo: in un anno i primi sono passati dal 27% del totale al 2% mentre i no alle richieste dei migranti sono saliti dal 56% al 77%.

Secondo i dati aggiornati del Viminale, dall’inizio dell’anno all’8 marzo sono state presentate 7.189 domande di asilo; 16.311 sono invece le decisioni adottate e 76.779 le domande pendenti, il 43,27% in meno rispetto al 1 giugno (erano 135.337) quando, sottolineano fonti del Viminale, si è insediato il nuovo governo. Delle oltre 16mila decisioni adottate nel 2019 – tolti i dinieghi e il 2% che riguarda la protezione umanitaria, nel 10% dei casi è stato concesso lo status di rifugiato (nel 2018 era il 7%) e nel 6% la protezione sussidiaria (l’anno scorso era il 5%).

Annunci