Pubblicato in: Banche Centrali, Cina, Finanza e Sistema Bancario, Senza categoria, Unione Europea

Banche Europee. Altra giornata non buona. Le cinesi stanno bene.

Giuseppe Sandro Mela.

2019-03-08.

Anche venerdì otto marzo è stata giornata infausta per le banche del continente europeo.

Molti sono i motivi della loro intrinseca debolezza, ma su tutti spicca la pesante intromissione della politica nella loro gestione. Il banchiere impresta denaro, si direbbe per definizione, a quanto sia certa la refusione del debito contratto: se gestita in codesta maniera la banca è e resta sana.

Il politico invece usa la banca per i suoi fini. Ma i fini politici non coincidono con quelli finanziari ed economici.

Il vero nodo è la formazione del consiglio di amministrazione: se fatto da tecnici ben selezionati esso funziona al meglio. Ma se risultasse essere inquinato da personaggi entrati nel cda in ‘quota di qualcosa’, dal criterio politico a quello di parità dei sessi oppure ancora sul colore dei capelli codeste persona alla fine si rivelano essere dei  parassiti dilapidatori di risorse. Essere parenti del primo ministro non conferisce particolare sapienza bancaria.

Poi ci sarebbe un altro aspetto, ma per meglio valutarlo sarebbe utile guardare prima con attenzione i grafici: salta subito agli occhi.


 

2019-03-08__Banche__001

2019-03-08__Banche__003

2019-03-08__Banche__005

2019-03-08__Banche__006

2019-03-08__Banche__007

2019-03-08__Banche__008


Rileggiamo, ricapitolando, le capitalizzazioni.

Intesa San Paolo     36.932 miliardi Eur

Banco Bpm                 2.963 miliardi Eur

Commerzbank          8.313 miliardi Eur

Deutsche Bank        16.871 miliardi Eur

Crédit Agricole       30.389 miliardi Eur

Bank of China           1.29 trilioni di yuan, ossia 191.96 miliardi Usd.

*

Le banche europee hanno capitalizzazioni assolutamente insufficienti, alle quali si associano prestiti in sofferenza per quasi 200 miliardi, ufficialmente, ma in pratica almeno quattro volte tanto.

Sul perché sarebbe lunga disquisizione, e la ragione principale la abbiamo già riportata: sta di fatto che siano oltremodo fragili. Stanno in piedi come castelli di carta.

Annunci