Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Geopolitica Mondiale

Anno Elettorale 2019. 50 stati e due miliardi di Elettori andranno al voto.

Giuseppe Sandro Mela.

2019-03-03.

2019-03-02__2019_Anno_Elettorale__001

«In 2019, more people will vote than ever before.

Nearly two billion voters in 50 countries around the world will head to the polls this year to elect their leaders.

Some of the biggest elections include India – the world’s largest democracy with 800 million eligible voters, Indonesia – 187 million registered voters and Nigeria – 84 million registered voters.

Here’s how different voting systems work around the world»

2019-03-02__2019_Anno_Elettorale__002

*

2019-03-02__2019_Anno_Elettorale__003

Questi sono gli stati europei.

2019-03-03: Estonia;

2019-03-16: Slovakia;

2019-04-14: Finlandia

2019-04-28: Spagna;

2019-05-12: Lituania;

2019-05-26: Belgio;

2019-02-27: Paesi Bassi;

2019-06-30: Danimarca;

2019-06-30: Lettonia;

2019-10-06: Portogallo;

2019-10-20: Grecia;

2019-12-??: Croazia.

Questi sono stati di interesse mondiale:

2019-03-31: Ukraina;

2019-04-??: India;

2019-04-09: Israele;

2019-04-17: Indonesia;

2019-05-??: Australia;

2019-05-13: Filippine;

2019-10-20: Svizzera;

2019-10-??: Canada.

* * * * * * *

In quasi tutti i paesi che andranno alle elezioni i sondaggi elettorali non indicano un partito, ovvero una coalizione, chiaramente egemone. Di conseguenza potrebbero accadere anche ribaltamento delle linee politiche ed economiche finora seguite.

Questa asserzione sembrerebbe essere particolarmente attuale negli stati europei, i capi di stato o di governo dei quali siedono a pieno diritto nel Consiglio Europeo, massimo organo direzionale dell’Unione Europea. Molti di questi stati hanno governi minoritari ovvero coalizioni in via di disgregazione.

Si preannuncia un anno davvero sorprendente.

Annunci