Pubblicato in: Devoluzione socialismo

Canada. Elezioni del 21 ottobre. Sondaggi elettorali. Previsioni incerte.

Giuseppe Sandro Mela.

2019-02-21.

2019-02-18__Canada__001

La situazione politica attuale del Canada è fortemente tesa.

Canada. Doug Ford, un replicante di Trump, potrebbe vincere le elezioni.

«Il Canada ha avuto un’alternanza tra governi formati da due partiti nel corso del XX secolo: il Partito Conservatore Progressista, di centro-destra, e il Partito Liberale, di centro-sinistra. Fino agli anni ottanta, entrambi i partiti sono stati favorevoli a un significativo intervento dello Stato nell’economia, finché l’elezione di Brian Mulroney, a Primo Ministro ha sancito la svolta dei Conservatori Progressisti a favore di privatizzazioni, meno regolamentazione e meno tasse per le imprese e per i più abbienti. Con il ritiro di Mulroney nel 1993, il suo partito ha però subito un tracollo di voti e di seggi alla Camera dei Comuni, consentendo ai Liberali di tornare al governo, contando soprattutto sulla propria supremazia in Ontario.

Il terzo partito è stato tradizionalmente il Nuovo Partito Democratico, collocato a sinistra dello spettro politico. Negli anni novanta questo partito, così come i conservatori progressisti, hanno subito un’emorragia di voti e seggi a favore dei partiti regionali nati in quel periodo: il Blocco del Québec, favorevole all’indipendenza del Canada francese e collegato al Partito del Québec presente solo nel Parlamento provinciale; e il Partito Riformatore del Canada, con base nel Canada occidentale, conservatore e ostile a concessioni a favore del Québec, che nel 2000 ha assunto il nome di Alleanza Canadese, rispecchiando l’intento di unificare tutto l’elettorato di destra. L’Alleanza Canadese nel 2003 si è fusa con i conservatori progressisti, dando vita al Partito Conservatore del Canada (al governo dal 2006). Il Partito Verde del Canada non ha ottenuto rappresentanza in Parlamento, ma ha comunque raccolto una quota significativa dei voti alle elezioni nazionali.» [Fonte]

*

Attualmente il Canada è governato da Mr Justin Pierre James Trudeau (Ottawa, 25 dicembre 1971), un politico canadese, ventitreesimo Primo Ministro del Canada in carica dal 4 novembre 2015 e leader del Partito Liberale del Canada.

Il 21 ottobre 2019 i canadesi torneranno alle urne per eleggere il loro parlamento federale.

*

Canada. Ontario. I populisti di Mr Doug vincono 76 seggi contro i 7 dei liberal.

«Ford will now lead Ontario, a province that is home to nearly a third of Canada’s 36 million residents as well as much of the country’s financial and manufacturing sectors.»

*

«In some ways, Ford’s win echoes the rise of populism in countries such as Poland, Hungary and Italy, …. He’s very much a populist»

*

«he saw Ford’s victory as a rejection of the governing Liberals, who had steered the province to the left»

*

«The Liberals, led by premier Kathleen Wynne, were reduced to seven seats – one seat shy of the eight needed for official party status»

* * * * * * *

In Canada si confrontano due grandi partiti politici.

LPC, Liberal Party of Canada, ha ad oggi 179 / 338 seggi in parlamento, House of Commons. Esprime il Presidente Trudeau, che si era in passato distinto per un particolare buon gusto.

Justin Trudeau, premier canadese, si era palpeggiato Mrs. Rose Knight.

Peccato che l’avvenente ragazza non avesse gradito.

*

CCP, Conservative Party of Canada, ha oggi 96 / 338 seggi in parlamento e 31 / 105 in senato.

* * * * * * *

Come si constata in Tabella, il duello tra Lpc e Ccp è serrato. Anche se al momento sembrerebbe che il Ccp sia in vantaggio, non è certo detto che lo mantenga fino alla scadenza elettorale.

L’unico risultato significativo è quello relativo ai trend: in decrescita per l’Lpc ed in ascesa per il Ccp.

Annunci