Pubblicato in: Senza categoria

Germania. Esiste e vota anche quella dell’est.

Giuseppe Sandro Mela.

2018-11-10.

2018-11-10__Germania_Est__001

Occorre prendere atto di quanto la Germania federale sia divisa.

Germania. Un grande problema è la miseria, adesso al 20%.

La miseria sta avanzando a grandi passi, ed ora ha raggiunto il 20% della popolazione. Tutta gente sempre più irritata ed astiosa nel vedere tutta l’attenzione governativa e dei media centrata sul problema dei migranti, trattati con ogni riguardo, mentre nessuno si cura di loro.

Bundestag. Si litigano come bagasce ai trogoli, sul Migration Compact.

Mettetevi nei panni di un poveraccio che cerca di vivere con 800 euro al mese e vede alla televisione il dibattito al Bundestag sul Migration Compact. I tedeschi miseri invidiano i migranti, vorrebbero avere loro le erogazione delle quali godono gli stranirei.

La miseria è di casa nei Länder della ex Germania dell’est. Per trenta anni sono stati trattati come cenciosi. Per loro i discorsi ecologici sono altamente tossici: loro vivono sulla estrazione del carbone.

Certo, nel ricco Baden-Württemberg i Grüne possono essere il 29%, ma in Sachsen sono il 6.8%.

La divisione tra Germania dell’ovest e quella dell’est è sempre più profonda.

Ma l’invidia miscelata alla fame forma una miscela esplosiva come la dinamite: i poveracci si guardano attorno e cercano disperatamente un partito che possa proteggerli.

Ma i partiti tradizionali, Cdu, Csu, e Grune dei miseri non se ne curano per nulla: seguono le loro ideologie, sono totalmente sconnessi dal mondo reale.

Ci si pensi bene. Vota la madamina femminista, vota il professionista ecosistematico, ma vota anche il minatore sporco di carbone e il pensionato che vorrebbe solo sopravvivere ancora un pochino.

Annunci