Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Unione Europea

Immigrazione clandestina. Espulsioni. I numeri del fenomeno.

Giuseppe Sandro Mela.

2018-11-05.

Matematica 001

Sono statti pubblicati due interessanti articoli che riportano dati numerici sul fenomeno della immigrazione.

In un anno intercettati 405.086 clandestini nella Ue.

In Europa ci sono 2,1 milioni di persone espulse.

*

Tutte le azioni politiche dipendono strettamente dalla esistenza di una concreta volontà ad attuarle.  Nei fatti, uno stato ha la potestà di fare quasi tutto ciò che vuole: si pensi solo all’istituzione del Gulag, ovvero al suo smantellamento.

Circa il problema dell’immigrazione si continuano ad osservare nell’Unione Europeo atteggiamenti discordanti e conflittuali. Occorrerebbe prenderne atto e non farne un casus belli.

«E’ praticamente impossibile calcolare esattamente, e ufficialmente, quanti sono gli immigrati clandestini in Europa»

*

«Nel corso del 2017 sono stati intercettati 405.086 clandestini nella Ue …. Sono comunque meno dei 491.918 del 2016»

*

«In Europa ci sono 2,1 milioni di persone espulse»

*

«I Paesi europei emettono 500mila “fogli di via” l’anno, solo 200mila se ne vanno»

*

«In pratica è successo che ogni anno i Paesi europei hanno emesso 500mila espulsioni, ma quelle effettive sono state solo 200mila. Gli immigrati realmente rimpatriati sono stati meno della metà rispetto a quelli dichiarati indesiderati.»

*

«Questa incapacità di rendere effettive le espulsioni, spiega il Parlamento europeo nell’analisi correlata ai dati di Schengen, mina la credibilità dell’Unione europea nella gestione dei suoi confini e “rappresenta un incentivo per l’immigrazione irregolare”»

* * * * * * * *

Se è vero che non sempre uno stato sia in grado di mettere in pratica attuazioni le leggi che emana, sarebbe altrettanto vero notare come la mancanza di volontà politica può tramutare le leggi in grida di manzoniana memoria.

Poi, che immigrati clandestini già espulsi siano ritornati nell’Unione Europea sarebbe fatto da valutarsi con cura: dovrebbe essere chiaro quanto in alcuni stati la politica sia connivente a reati che pur siano ben espressi nei codici penali.

Il problema è quindi il comportamento dell’attuale eurodirigenza ed il Governi di taluni stati. Crollati questi, il problema dei migranti potrebbe essere risolto in pochissimo tempo.


In un anno intercettati 405.086 clandestini nella Ue.

In calo dai 491.918 del 2016. Vengono soprattutto dai Paesi dell’Est. In forte crescita i tunisini

E’ praticamente impossibile calcolare esattamente, e ufficialmente, quanti sono gli immigrati clandestini in Europa. Stime ne sono state fatte, come Truenumbers ha riportato in questo articolo che contiene i dati delle espulsioni emesse dagli Stati europei e quelle effettivamente effettuate.

Quanti immigrati clandestini in Europa

Se non è possibile sapere quanti sono gli immigrati clandestini, è però possibile conoscere il numero di quelli che vengono intercettati dalle forze di polizia in Europa. Nel solo 2017 le forze dell’ordine ne hanno rintracciati 405.086 che, ovviamente, sono una parte del totale perché probabilmente un’altra molto consistente riesce a sfuggire ai controlli. Sono comunque meno dei 491.918 del 2016.

Il grafico sopra mostra quanti sono gli immigrati clandestini che, nell’ultimo trimestre del 2017 (ultimi dati disponibili) sono stati riconosciuti come persone non aventi diritto di restare in uno dei Paesi europei. I dati sono poi messi a confronto con quelli dello stesso trimestre del 2016.

Diciamo subito che il totale degli immigrati clandestini in Europa che sono stati intercettati è diminuito da trimestre a trimestre: dai 119.230 del terzo trimestre del 2016 si è passati a 112.104 del 2017 che sono, però, di più dei 111.478 del terzo trimestre sempre del 2017.

Da dove vengono i clandestini

Il maggior numero di persone che sono state trovate risiedere illegalmente in uno degli stati europei sono ucraini: nell’ultimo trimestre del 2017 ne sono stati intercettati 9.542 in aumento rispetto ai 9.091 dello stesso periodo dell’anno precedente. In forte crescita anche i tunisini: da 2.983 a 6.679 ma anche gli algerini e i serbi. Ma, occorre ripeterlo, questi numero sono quelli ufficiali che riguardano gli immigrati clandestini finiti nelle mani delle forze dell’ordine: il numero esatto di quante persone sono in Europa in modo illegale è impossibile da sapere.




In Europa ci sono 2,1 milioni di persone espulse.

I Paesi europei emettono 500mila “fogli di via” l’anno, solo 200mila se ne vanno

Il presunto attentatore di Stoccolma, Rakhmat Akilov, uzbeko di 39 anni, non avrebbe dovuto essere in Svezia, dato che la richiesta di un permesso di soggiorno gli era stata rifiutata nel 2016. Anche Igor Vaclavic, l’ex militare serbo presunto pluriomicida che sta terrorizzando la bassa ferrarese, non avrebbe dovuto essere in Italia. Infatti era già stato espulso addirittura nel 2010. In Europa le espulsioni di immigrati clandestini non portate a termine sono state molte. Le persone che sono nella stessa situazione di Rakhmat Akilov e Igor Vaclavic sono molte, addirittura milioni.

Il dato, ufficiale, proviene dall’Eurostat che, a sua volta, utilizza i dati del Comitato Schengen, quello che sovrintende la libera circolazione delle persone in Europa.

Si espelle, ma anche no

Lo stock delle persone che sono illegalmente in Europa è aumentato in modo considerevole negli ultimi anni. Il motivo di questo incremento è stato semplice: le espulsioni effettive sono state meno di quelle emesse e, nello stesso tempo, il numero dei respingimenti, rifiuti dello status di rifugiato o, comunque, del permesso di soggiorno da parte degli Stati europei è rimasto stabile negli ultimi anni.

In pratica è successo che ogni anno i Paesi europei hanno emesso 500mila espulsioni, ma quelle effettive sono state solo 200mila. Gli immigrati realmente rimpatriati sono stati meno della metà rispetto a quelli dichiarati indesiderati.

L’impressionante aumento del flusso dei migranti illegali a partire dal 2013, e la stabilità degli altri due fattori, ha, di conseguenza, fatto aumentare lo stock.

Le espulsioni di immigrati clandestini

Ecco quanti sono stati gli immigrati clandestini nei territori dell’Unione europea due anni fa.

Con l’andare del tempo, come detto, lo stock delle persone illegalmente presenti sul territorio europeo è aumentato fino ad arrivare a quota 2,1 milioni nel 2015, come mostra il grafico sopra.

Il dato ha iniziato la sua crescita, come si vede, a partire dal 2013. Quello che è importante sottolineare è che queste persone sono tecnicamente dei clandestini, ma sono noti alle forze dell’ordine dato che a tutti loro è stato notificato il decreto di espulsione.

Questa incapacità di rendere effettive le espulsioni, spiega il Parlamento europeo nell’analisi correlata ai dati di Schengen, mina la credibilità dell’Unione europea nella gestione dei suoi confini e “rappresenta un incentivo per l’immigrazione irregolare”.

Annunci