Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Unione Europea

Ponte Benetton. Bucci, Toti, il Governo. Via della Superba aperta in un mese di lavoro.

Giuseppe Sandro Mela.

2018-09-19.

2018-09-19__Genova__001

In meno di un mese di lavoro, 24 ore su 24, è stata fatta dal nulla una nuova strada a quattro corsie di marcia che passa il torrente Polcevera e permette la piena ripresa del lavoro portuale.

Sicuramente non è il ponte, ma come soluzione di emergenza va più che bene. Accoglierà e smaltirà il traffico pesante senza obbligarlo nella litoranea che passa nell’abitato.

*

Da quando gli Elettori liguri hanno cacciato le giunte regionali e comunali pidiine il clima era già sensibilmente migliorato, nonostante decine di anni di incurie e ruberie, che hanno portato in tribunale penale anche un sindaco.

Ma il triste fatto del crollo del ponte Benetton ha messo in piena luce le capacità organizzative del Presidente della Regione Toti e del Sindaco Bucci, nonché le capacità operative del Governo, nella sua interezza.

Hanno fatto, in piena emergenza, un’opera prima impensata ed impensabile. Ad agosto e nelle prime settimane di settembre, quando ancora molta gente era in ferie.

*

Cosa mai avrebbe potuto essere la nostra città se non fosse stata oppressa dalla lebbra socialista!

Nota.

Vincenzi condannata per l’alluvione 2011: ecco che cosa succede adesso

«Genova – Dopo la condanna anche in appello (5 anni per i reati di disastro, omicidio colposo plurimo e falso) per quanto accaduto a Genova durante l’alluvione del 2011, l’ex sindaca Marta Vincenzi non andrà in carcere.»

*

Le giunte socialcomuniste sono responsabili delle numerose alluvioni e dei numerosi morti. Ben poco conta che alla fine i suoi sindaci siano stati condannati da processi penali per omicidio. [Fonte]

Genova ha pagato il loro usbergo con il proprio sangue.

«Il più drammatico è quello del 7/8 ottobre 1970, quando strariparono i torrenti Bisagno, Leira, Polcevera, Cantarena e Chiaravagna. Le piogge intense accumularono quasi 1 litro d’acqua in 24 ore e la città di Genova e altri comuni limitrofi si allagarono in più punti. Vi furono oltre 2000 sfollati, 35 morti e 8 dispersi.»

*

«Il 27 settembre 1992 piogge torrenziali hanno causato lo straripamento dei torrenti Sturla e Bisagno. L’alluvione ha provocato due vittime.»

*

«Il 23 settembre 1993 a Genova sono esondati alcuni corsi d’acqua tra cui il Varenna e il Leira. I morti sono stati due e i dispersi tre.»

*

«Il 4 ottobre 2010, piogge torrenziali unite al dissesto idrogeologico hanno procurato danni in tutta la provincia di Genova e Savona. Particolarmente colpite le zone di Pontedecimo e Bolzaneto. Un morto.»

*

«Il 4 novembre 2011 a Genova e nella zona della Val Bisagno un violento nubifragio ha prodotto mezzo litro d’acqua in cinque ore e durante la notte la piena del fiume Bisagno e degli affluenti, in particolare il Fereggiano ha sommerso la città di oltre 2 metri. Ci sono stati sei morti e i danni ingentissimi.»

*

Annunci