Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Unione Europea

Bannon vorrebbe fondare un Thin Tank populista. Ira di Bruxelles.

Giuseppe Sandro Mela.

2018-07-25.

liberal-incazzati-001

I liberal europei sono laici, democratici ed antifascisti. Dicono che voglio restare al potere per impedire il ritorno di un fascismo che non esiste più se non nei loro comportamenti.

Gli attuali eurodirigenti sono gli epigoni in formato sessantaquattresimo dei giacobini di infausta memoria: ritengono di essere gli illuminati ai quale la dea ragione ha messo sulle spalle l’arduo compito di guidare un riottoso popolo bue che stenta e fatica a riconoscere la loro incommensurabile grandezza. Nella loro umile modestia si reputano solamente degli dei, perfetti e non perfettibili.

Il segno evidente che il popolo è bue consta nel fatto che non li vota.

Ne consegue che chiunque non condivida le loro idee e sia riottoso all’obbedienza deve essere considerato essere eretico, reo di sacrilegio, e quindi deve essere sterminato, ossia soppresso fisicamente. Se impossibilitati, si scatena allora la fanteria cammellata: fiotti di magistrati della loro banda porta a giudizio i dissidenti per qualsiasi motivo: dal pascolo abusivo alla guida con gomme lisce. Un copione già visto nella ex Unione Sovietica.

Il loro trono traballa vistosamente: le elezioni degli ultimi due anni li hanno bastonati duramente, l’esito del referendum del Regno Unito è stato un numquam sanabile vulnus. Ed altre tornate elettorali stanno avvicinandosi.

La attuale eurodirigenza sta battendo i denti dalla paura, come i loro antenati tedeschi quando iniziarono ad udire il rombo dei cannoni dell’Armata Rossa. Sanno che saranno trattati per come hanno trattato.

*

«Steve Bannon plans to build a right-wing populist think tank in Europe»

*

«German lawmakers called the plans by the former adviser to the US president to influence the 2019 European elections “a frontal attack on the EU.”»

*

«Plans by US far-right figure Steve Bannon to influence the European Parliament’s 2019 election have been met with alarm across Germany’s political spectrum»

*

«Bannon has become a controversial figure, known for his ties to the campaigns for the UK to leave the European Union and the election of US President Donald Trump»

*

«Europe should not “be afraid of nationalist campaigns with which Mr. Bannon would like to force Europe to its knees…our values are stronger than his hate and his lies.”»

*

«He added that the entire bloc should remain vigilant “against any inadmissible external electoral interference.”»

*

«The former investment banker plans to found a right-wing nationalist think tank, likely in Brussels, according to The Daily Beast, and create a conservative campaign called “The Movement” ahead of next year’s elections»

*

«a frontal attack on the EU and European values.»

* * * * * * * *

Chiariamo subito alcuni problemi lessicologici e concettuali.

– I partiti populisti, i ‘lebbrosi‘ di Mr Macron, non hanno rancore alcuno nei confronti dell’Europa: vorrebbero soltanto mandare in pensione l’attuale eurodirigenza tramite regolari elezioni. Questo non è un colpo di stato: è il normale gioco democratico.

– Che il Presidente Trump cerchi di influenzare le prossime elezioni europee è cosa tecnicamente impossibile: gli Elettori europei sono centinaia di milioni.

– La migliore propaganda contro l’attuale eurodirigenza è proprio il suo comportamento, che la rende indesiderata ed indesiderabile agli Elettori: han fatto perdere più voti Frau Merkel ed Herr Schulz di qualsiasi altra persona.

– se è lecita una campagna elettorale pro Stati Uniti di Europa è altrettanto lecita una campagna elettorale a favore di un’Europa delle Nazioni. Il nazionalismo non è una eresia, è solo una posizione politica.

– Quelli che l’articolista denomina “European values” sono i valori dell’ideologia liberal socialista, valori che non sono per nulla condivisi dagli Elettori che già in molti stati hanno scacciato dal potere codeste persone. Se è lecito professare l’ideologia liberal, sarà allora altrettanto lecito avversarla.


Deutsche Welle. 2018-07-23. German politicians allied against Steve Bannon

Steve Bannon plans to build a right-wing populist think tank in Europe. German lawmakers called the plans by the former adviser to the US president to influence the 2019 European elections “a frontal attack on the EU.”

*

Plans by US far-right figure Steve Bannon to influence the European Parliament’s 2019 election have been met with alarm across Germany’s political spectrum. Bannon has become a controversial figure, known for his ties to the campaigns for the UK to leave the European Union and the election of US President Donald Trump.

“We have to fight now, with good arguments, confident and true,” said Michael Roth, a center-left Social Democratic (SPD) lawmaker and minister of state for Europe in an interview with Die Welt newspaper.

Europe should not “be afraid of nationalist campaigns with which Mr. Bannon would like to force Europe to its knees…our values are stronger than his hate and his lies.”

‘A frontal attack on the EU’

In an interview with the same newspaper, Florian Hahn of the center-right Christian Social Union (CSU), the Bavarian sister party of Chancellor Angela Merkel’s Christian Democrats (CDU), said he believed that the threat of Bannon’s influence in European elections should be “taken seriously.”

He added that the entire bloc should remain vigilant “against any inadmissible external electoral interference.”

The pro-business Free Democrats (FDP) had even harsher words for Bannon, calling his plans for Europe “a frontal attack on the EU and European values.”

Far-right AfD: Bannon project ‘exciting’

The former investment banker plans to found a right-wing nationalist think tank, likely in Brussels, according to The Daily Beast, and create a conservative campaign called “The Movement” ahead of next year’s elections.

Bannon has worked with many of Europe’s far-right parties, including the Alternative for Germany (AfD), the only party in the country to express optimism over Bannon’s project. Although the AfD has declined help from Bannon’s foundation for its electoral campaigns, party co-chair Alice Weidel recently sought his advice when both were in Switzerland in March for a conference.

Weidel described Bannon’s strategy as “exciting and ambitious.”

Annunci

Un pensiero riguardo “Bannon vorrebbe fondare un Thin Tank populista. Ira di Bruxelles.

I commenti sono chiusi.