Pubblicato in: Economia e Produzione Industriale, Problemia Energetici

Tanap. Inaugurato il tratto transanatolico.

Giuseppe Sandro Mela.

2018-07-03.

Tanap 001

«The Trans-Anatolian Natural Gas Pipeline (TANAP; Turkish: Trans-Anadolu Doğalgaz Boru Hattı) is a natural gas pipeline in Turkey. It is the central part of the Southern Gas Corridor, which will connect the giant Shah Deniz gas field in Azerbaijan to Europe through the South Caucasus Pipeline, TANAP and the Trans Adriatic Pipeline. The pipeline has a strategic importance for both Azerbaijan and Turkey. It allows the first Azerbaijani gas exports to Europe, beyond Turkey. It also strengthens the role of Turkey as a regional energy hub.

The construction of the 1,841-kilometre (1,144 mi)-long pipeline started in in March 2015 and it was inaugurated in June 2018…..

The pipeline cost US$8.5 billion. $800 million of funding was approved by the International Bank for Reconstruction and Development. ….

The pipeline cost US$8.5 billion. $800 million of funding was approved by the International Bank for Reconstruction and Development.

The capacity of the pipeline is 16 billion cubic metres (570 billion cubic feet) of natural gas per year at initial stage and would be increased later up to 23 billion cubic metres (810 billion cubic feet) by 2023, 31 billion cubic metres (1.1 trillion cubic feet) by 2026, and at the final stage 60 billion cubic metres (2.1 trillion cubic feet) to be able to transport additional gas supplies from Azerbaijan and, if the Trans-Caspian Gas Pipeline, from Turkmenistan. ….

The TANAP is operated by SOCAR, which holds 58% stake in the project. Turkey’s pipeline operator BOTAŞ own 30%, while BP acquired 12% in the project on March 13, 2015. The TANAP project company is headquartered in the Netherlands» [Fonte]

*

«Shah Deniz è un giacimento di gas naturale, il più grande dell’Azerbaigian. Si trova a sud-ovest del Mar Caspio, al largo della costa dell’Azerbaigian, a circa 70 km (43 miglia) a sud-est di Baku, a una profondità di 600 metri. Il campo copre circa 860 chilometri quadrati. Estendendosi per oltre 140 chilometri quadrati, il bacino artificiale è simile per dimensioni e forma all’isola di Manhattan. La profondità del mare nella zona del campo varia da 50 a 650 m. L’area della zona portante del gas è di circa 860 km².

È considerato un collegamento fondamentale per il corridoio meridionale del gas, con l’obiettivo di portare volumi aggiuntivi e alternativi di gas naturale verso i paesi membri dell’Unione europea. Geologicamente si riferisce al bacino del petrolio e del gas del Mar Caspio meridionale. Le riserve totali del giacimento sono stimate a 1,2 trilioni di metri cubi di gas naturale e 240 milioni di tonnellate di condensato di gas. Lo sviluppo del giacimento è effettuato da un consorzio, che comprende le seguenti società:

    BP Azerbaigian (25,5%) – operatore

    Statoil Azerbaigian (25,5%)

    SOCAR Azerbaigian (10%)

    Elf Petroleum Azerbaigian (10%)

    LukAgip N.V. (società affiliata di Lukoil, 10%)

    Oil Industries Engineering & Construction (10%)

    Turkish Petroleum Overseas Company Limited (9%) » [Fonte]

*

L’Azerbaigian, ufficialmente Repubblica dell’Azerbaigian, è uno stato situato nella regione del Caucaso.

Ricco di petrolio, il paese è situato nell’Asia transcaucasica, a sud dello spartiacque montuoso che lo separa convenzionalmente dall’Europa. Confina con il Mar Caspio a est, con la Russia a nord, la Turchia a ovest, la Georgia a nord-ovest, l’Armenia a ovest e l’Iran a sud.

Ha nove milioni e mezzo di abitanti, un pil ppa pro capite di 17,500 Usd, ed un tasso di fertilità di 2.3.

Non può certo essere considerato uno stato ricco, pur disponendo di grandi giacimenti di petrolio e gas naturale.

Sicuramente i proventi derivanti dal Tanac dovrebbero concorre a migliorare in modo sensibile la situazione economica del paese.

Si noti come il consorzio gestionale sia formato da società a capitale inglese, francese, russo e turko, ed abbia sede nei Paesi Bassi. Quasi invariabilmente gli imprenditori si dimostrano molto più ragionevoli dei rispettivi governi.

Generare ricchezza e posti di lavoro è l’unico mezzo noto per far emergere le popolazioni dalla povertà.


Agenzia Nova. 2018-06-13. Energia: vicepresidente Commissione Ue Sefcovic, inagurazione Tanap è una pietra miliare

Baku, 12 giu 08:52 – (Agenzia Nova) – L’apertura ufficiale del gasdotto transanatolico (Tanap), tratto intermedio del Corridoio meridionale del gas che prevede il trasporto di gas azerbaigiano verso l’Europa, è una pietra miliare. Lo ha dichiarato a Trend il vicepresidente della Commissione europea per l’Unione dell’energia Maros Sefcovic. “Il gasdotto transanatolico, insieme al gasdotto del Caucaso meridionale e al gasdotto transadriatico (Tap), è una parte essenziale del Corridoio meridionale del gas. La sua apertura ufficiale segna quindi una pietra miliare, poiché il gas del Caspio potrà ora arrivare in Turchia su base commerciale”, ha dichiarato il vicepresidente della Commissione europea. “In altre parole, stiamo trasformando le intenzioni in realtà e producendo un altro risultato tangibile sotto l’egida dell’Unione dell’energia”.
“Aiutando a diversificare i nostri fornitori di energia e le rotte, il Corridoio meridionale del gas è strategicamente importante per la sicurezza energetica dell’Ue. Tutti noi guadagneremo da questo ‘ponte’ tra la regione del Caspio e il mercato dell’Unione. È nel nostro comune interesse renderlo un successo”, ha affermato Sefcovic. “Il nostro obiettivo a lungo termine è creare un mercato energetico paneuropeo basato sul libero scambio, sulla concorrenza e su forniture, fonti e rotte diversificate. Ciò dimostra che l’Unione dell’energia non si ferma ai confini dell’Ue e ha una forte dimensione esterna”, ha aggiunto il vicepresidente della Commissione.

Il progetto del Tanap prevede il trasporto di gas dal giacimento azerbaigiano di Shah Deniz ai confini occidentali della Turchia. Il gas sarà consegnato alla Turchia nel 2018. Dopo il completamento della costruzione del Tanap, il gas verrà consegnato in Europa all’inizio del 2020. Lungo 1.850 chilometri, il Tanap avrà una capacità iniziale di 16 miliardi di metri cubi di gas. Circa 6 miliardi di metri cubi di queste forniture dovrebbero essere consegnati alla Turchia, mentre i volumi rimanenti saranno destinati all’Europa. Gli azionisti del Tanap sono: Cjsc col 51 per cento, Socar Turkey Enerji col 7 per cento, Botas col 30 per cento e BP con il 12 per cento.

Annunci