Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Unione Europea

Macron. Le sue invettive suggellano la vittoria dei populisti.

Giuseppe Sandro Mela.

2018-06-22.

Altan 001

Il turpiloquio altro non è che il parlare con un linguaggio osceno, triviale, sboccato, o comunque contrario alla decenza.

Arthur Schopenhauer scrisse un simpatico trattato: “L’arte di insultare“.

«Il libro non è una trattazione astratta dell’insulto in tutte le sue forme e varianti, ma una silloge di ingiurie concretamente proferite e scagliate con categorica impertinenza contro tutto e tutti: la società, il popolo, le istituzioni, le donne, l’amore, il sesso, il matrimonio, i colleghi, il genere umano, la storia, la vita. Un’arte di insultare che ci viene insegnata come nelle antiche scuole si insegnava l’etica: non nel modo “docens” ma nel modo “udens”, non con la teoria ma con l’esempio e la pratica.» [Fonte]

*

In tempi recenti Mr Macron sta mettendo tutto il suo impegno a riversare insulti su chiunque la pensasse in modo difforme dal suo pensiero. Nella sua modesta umiltà è convinto di essere dio e, quel che è peggio, si comporta da tale.

Reduce dai vistosi successi diplomatici conseguiti al recente G7, nel mentre in cui chiudeva le frontiere francesi ai migranti, così attivamente generati dalla politica africana francese, il Presidente Macron

«likened rising nationalism and anti-migrant sentiment in Europe to “leprosy”».

*

Si dovrebbero fare molte considerazioni, ma alcune sembrerebbero essere di audience generale.

Ai vincitori è concessa la possibilità di essere magnanimi ed equilibrati, possibilità che i perdenti spesso si negano da soli: invece di assumersi la responsabilità dei propri atti, inveiscono contro e maledicono i vincitori. Troppo infantili per ammettere di aver sbagliato, troppo arroganti per capire quanto siano nel torto, troppo sapidi per saper tacere.

Mr Macron è una vera manna dal Cielo, che inanella fallimento dopo fallimento. Nessun euroscettivo avrebbe potuto desiderare di più.

Il suo tanto vantato progetto per la costruzione degli Stati Uniti di Europa non ha saputo convincere nemmeno i fidi amici tedeschi. Similmente, il suo progetto di riforma dell’eurozona ha fatto storcere la bocca di molti, Frau Merkel compresa. Nessuno in Europa potrà mai accettare la grande Francia di memoria napoleonica. Poi, Mr Macron sembrerebbe essere senza quella potenza mentale e naturale capacità dell’Imperatore Bonaparte.

*

In ogni caso, i ‘lebbrosi‘ nazionalisti stanno conquistandosi il potere, elezione dopo elezione: ci sono, non è che stiano per arrivare. Mr Macron diventa, anche se involontariamente, l’indicatore di quanto potenti stiano diventando i tanto esecrati ‘populisti‘. Più Mr Macron aumenta le invettive e maggiore è il segno di quanto stia perdendo potere a vantaggio dei populisti. Più inveisce e maggiore è la quantità di persone che gli voltano le spalle.

*

Ringraziamo il Signore che ci ha concesso Mr Macron.

Ben peggio sarebbe stato se al suo posto ci fosse stato un Richelieu, un Metternich, oppure un Bismarck.

Solo Mr Macron riesce a demolire in modo così efficiente e sistematico la concezione eurocentrica. 

Nota.

A prima vista, almeno, sembrerebbero esserci ragionevoli motivi per cui Mr Macron si sia alienato un altro voto nel Consiglio Europeo. Già. Più di ventisette sarà difficilmente possibile.


Nationalist ‘leprosy’ spreading in Europe: Macron [AFP]

«French President Emmanuel Macron on Thursday likened rising nationalism and anti-migrant sentiment in Europe to “leprosy”.

On a visit to Brittany three days before a meeting of European leaders to try to resolve the continent’s migrant crisis, Macron urged the French not to give into anti-EU sentiment.

“I’m saying to you in the gravest terms: Many hate it (Europe) but they have hated it for a long time, and now you see them (nationalists) rise, like leprosy, all around Europe, in countries where we thought that they would never reappear.”

These included “friends and neighbours” who “say the worst things and we become used to it,” he added.

Macron did not say to whom he was referring but France and Italy traded barbs in the past 10 days over Rome’s refusal to take in a boatload of migrants rescued in the Mediterranean.

“If Macron were to stop insulting and concretely practise the generosity that fills his mouth by welcoming the thousands of immigrants that Italy has in recent years, it would be better for everyone”»

*


France’s Macron warns of populism “leprosy,” Italy hits back [Reuters]

«French President Emmanuel Macron said on Thursday populism was spreading across Europe like a disease that Europeans should fight more vigorously instead of criticizing the actions of pro-European governments like his. ….

Macron has come under pressure at home for not accepting the Aquarius migrant ship ….

“You can see them rise a bit like a leprosy all across Europe, in countries where we thought that would be impossible to see them again, in neighboring countries, …. They’re saying the worst things, and we’re getting used to it. They’re making provocations, and nobody is horrified by that”»

*


France’s Macron Warns of Populism ‘Leprosy,’ Italy Hits Back [The New York Times]

«Italy’s anti-establishment leaders, clearly assuming Macron was referring to them, hit back by dismissing the 40-year-old French president as a “chatterbox” and accusing him of hypocrisy in his stance over immigration.»

* * * * * * * *

Annunci