Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Stati Uniti

America. 44.752 milioni sotto la soglia di povertà.

Giuseppe Sandro Mela.

2018-03-07.

2018-03-03__Census_Poverty__002

I dati relativi al pil pil procapite, pil ppa sicuramente danno un’idea sia pur grossolana dello stato economico di una nazione. Ma il conteggio diretto di quanti Cittadini rientrino in una certa quale categoria fornisce dei dati incontrovertibili, palpitanti.

Non si parla più di valori medi spersonalizzati, ma di persone umane che rientrano nella categoria in oggetto.

Domandiamoci quindi che senso ha una Collettività sia pure molto ricca e potente quando 44.752 milioni di essa vivono nella miseria.

La risposta dovrebbe essere razionale e non emotiva: il problema non è togliere ai ricchi per dare ai poveri. Il problema è dare ai miseri ed ai poveri non sussidi bensì un lavoro dignitoso con il quale essi possano mantenere dignitosamente loro stessi e la loro famiglia.

*

Lo United States Census Bureau ha riscontrato un banale errore di input nel calcolo della povertà negli Stati Uniti: molto correttamente si è scusato, ha rifatto i conti ed ha nuovamente pubblicato le relative tabelle dei dati.

«Erratum Note:

The U.S. Census Bureau identified an error in the input of Supplemental Poverty Measure thresholds for renters used in the 2016 Supplemental Poverty Measure data products. The base threshold should have been $26,104 and was erroneously entered as $26,014. This error affected the Supplemental Poverty Measure poverty status for 109 unweighted observations. As a result, the overall Supplemental Poverty Measure poverty rate was understated by 0.06 percentage points—13.91 in published tables compared to 13.97 percent. Corrected tables, research files and a revised report are available on our website.

Note: The Supplemental Poverty Measure rate has been corrected. All updated figures are in red.  Please disregard the previous version of this News Release.»

*

Qui a seguito riporteremo la fotocopia della tabella:

Number and Percentage of People in Poverty Using the Supplemental Poverty Measure: 2016 and 2015

2018-03-03__Census_Poverty__001

*

Prima di procedere cerchiamo di chiarire cosa si debba intendere per “povertà”.

How the Census Bureau Measures Poverty

«Following the Office of Management and Budget’s (OMB) Statistical Policy Directive 14, the Census Bureau uses a set of money income thresholds that vary by family size and composition to determine who is in poverty. If a family’s total income is less than the family’s threshold, then that family and every individual in it is considered in poverty. The official poverty thresholds do not vary geographically, but they are updated for inflation using the Consumer Price Index (CPI-U). The official poverty definition uses money income before taxes and does not include capital gains or noncash benefits (such as public housing, Medicaid, and food stamps).»

*

«Poverty Thresholds: Measure of Need

Poverty thresholds are the dollar amounts used to determine poverty status.

The Census Bureau assigns each person or family one out of 48 possible poverty thresholds.

– Thresholds vary by the size of the family and age of the members.

– The same thresholds are used throughout the United States (they do not vary geographically).

– Thresholds are updated annually for inflation using the Consumer Price Index for All Urban Consumers (CPI-U).

– Although the thresholds in some sense reflect a family’s needs, they are intended for use as a statistical yardstick, not as a complete description of what people and families need to live. ….

To calculate total family income, the incomes of all related family members that live together are added up to determine poverty status. If an individual or group of individuals (such as housemates) are not living with family members, their own individual income is compared with their individual poverty threshold.

Thus, all family members have the same poverty status, and some families may be composed of single unrelated individuals. ….

Example

Situation

Family A has 5 members: 2 children, 1 mother, 1 father, and 1 great-aunt.

Step 1: Determine the family’s poverty threshold for that year

The family’s 2016 poverty threshold (below) was $29,360. ….

The total family income divided by the poverty threshold is called the Ratio of Income to Poverty.»

* * * * * * *

L’uso corretto delle tabelle di povertà americana richiede una certa quale dimestichezza e scaltrezza.

Qui possono essere trovate tabelle accessorie alla migliore comprensione del problema.

Un esempio per tutti potrebbe essere la residenza: 1,000 $ al mese in una campagna della Florida non equivalgono certo alla stessa cifra a Chicago, ove durante l’inverno è mandatorio poter disporre di un qualche sistema di riscaldamento. D’altra parte, nelle grandi o medie città sono disponibili molti banchi alimentari che forniscono derrate gratuite, risorse queste molto meno facilmente accessibili nelle campagne.

* * * * * * *

Per un adulto single la soglia di povertà 2016 ammonta a 12,486 Usd lordi. Ciò significa un po’ più di 1,000 Usd al mese. Una famiglia di due adulti e due bambini ha come soglia di povertà i 24,339Usd.

Negli Stati Uniti vi sono attualmente 325.127 milioni di abitanti.

Di questi, 44.752 milioni vivono sotto la soglia della povertà: 20.693 mln di maschi e 24.059 mln di femmine.

Per dare una idea, è la stessa percentuale della Russia, che però ha soglie di povertà ben maggiori.

11.281 milioni sono giovani otto i 18 anni: sono poveri perché è povera la loro famiglia.

Se la persona di riferimento è femmina il numero è 11.655 mln, se maschio 2.635 mln.

I bianchi non ispanici sono ben 19.446 mln. E ben 9.237 milioni non sono nati negli Stati Uniti: il loro sogno americano è rimasto tale.

10.139 milioni hanno il diploma di scuola superiore e 4,819 milioni il bachelor degree o laurea. Rappresentano oltre il 15% di persone totali in queste categorie: il titolo di studio sembrerebbe non essere proprio il passaporto verso la serenità economica.

Da ultimo, ma non per ultimo, notiamo come 39.125 milioni di poveri vivano in aree metropolitane che, come prima ricordato, hanno un elevato costo della vita. Questi sono poveracci per davvero.

*

Questi dati mettono a confronto con una realtà fattuale ineludibile, anche perché pure i miseri possono votare e non son certo interessati a propagande elettorali di giovani femmine rampanti in megauffici: vogliono semplicemente da mangiare. Vogliono un lavoro decente.