Pubblicato in: Devoluzione socialismo

Tanto casino per niente. Il vecchio ritorna come nuovo che avanza.

Giuseppe Sandro Mela.

2018-01-27.

2018-01-27__Davos__011

Dopo aver fatto epiche battaglie sull’uso delle toelette, arrivando alla fine alla conclusione che sia un diritto fondamentale degli esseri umani che ognuna delle 179 tipologie di gender abbia a disposizione una sua propria toelette [Supreme Court], una persona se ne arriva bella bella a Davos.

Il World Economic Forum è tempio immarcescibile dell’ideologia liberal, cui tanto sono debitori i costruttori e fornitori di sanitari: è del tutto naturale che si vada ad esplorare le toilette.

Ci si sarebbe aspettati non si dice tutte le 179 tipologie di toilette riconosciute dalla Corte Suprema, ma almeno un buon centinaio, sicuramente. Un riconoscitore di gender ad intelligenza artificiale, come minimo.

Come si potrebbe andare in bagno ed incontrare un bel tomo del genere?

Las Vegas. Matrimonio gay con un elettrodomestico.

E se uno/a lì dentro chiedesse il piacere di tenergli/le la bambola elettronica, sarebbe o meno sexual harassment? La bambola non ha maniglie.

Sexy Robot. Il nuovo che avanza, la tecnica migliora.

E se il sexual robot volesse utilizzare il cacciavite a stelle che tenete nel taschino? Quello che non imprestereste mai a nessun collega?

*

Nessuna paura.

La devoluzione socialista ha già fatto passi da gigante.

«Nonetheless, one disabled-accessible bathroom in the Forum’s main Congress Center sums up the meeting’s ethos and values in one fell swoop. The bathroom, restroom, toilette or loo, as Brits would call it, has a sign on the door that says:

“This restroom may be used by any person regardless of gender, identity or expression”» [Cnbc]

Nota.

Nessuno si faccia illusioni. A Davos andavano alle toilette pubbliche solo vecchie carampane in disarmo.

Le mammifere giovani, belle, carine, e con abiti Armani o Dior se ne andavano nelle toilette private. Poi salivano in stanza a far ginnastica.

Annunci