Pubblicato in: Cina, Istruzione e Ricerca, Senza categoria

Cina. Università e preparazione militare.

Giuseppe Sandro Mela.

2017-09-19.

2017-09-18__Cina__001

«I greci ci criticano perché siamo così severi con i nostri figli e così lassi con gli schiavi: non hanno capito che i nostri figli dovranno dominare il mondo.»

Questa frase di Seneca è quanto mai logica, e compenetra anche la cultura cinese.

Mente negli atenei occidentali vige la regola del “vietato vietare“, in quelli cinesi è stata instaurata una ferrea disciplina. Se è difficile vincere il concorso per accedervi, ancor più difficile è rimanervi fino al conseguimento della laurea.

*

2017-09-18__Cina__002

Di pochi giorni or sono la notizia:

Università. Rank mondiale. Irrompono le cinesi e declinano le liberal.

«Irrompono a viva forza le università cinesi nelle top 100.

Peking University, 27°, richiama il 16% di studenti stranieri;

Tsinghua University, 30°, richiama il 9% di studenti stranieri;

University of Hong Kong, 40°, richiama il 42% di studenti stranieri;

Hong Kong University of Science and Technology, 44°, richiama il 31% di studenti stranieri;

Chinese University of Hong Kong, 58°, richiama il 31% di studenti stranieri.»

*

L’Oriente differisce dall’Occidente in modo stridente.

Il Rettore di una nota università sudkoreana si vantava, a ragione, che il suo era l’ateneo con il maggior numero di suicidi di studenti, dicendo che era il segno tangibile della durezza del corso di studi. Identico discorso fa Mr Terry Gou, il boss di Foxconn, il colosso da un milione e quattrocentomila dipendenti. Eppure, proprio per questo, “Code di più di un chilometro sono state registrate a Zhengzhou, una delle città dove l’azienda taiwanese conta di espandersi“.

*

Questi discorsi fanno inorridire gli occidentali cresciuti nell’ideologia liberal, ma per loro buona sorte gli orientali non se ne curano. Hanno lucidamente presente che basterà ancora una generazione e gli occidentali diventeranno loro sottomessi: in quel momento ci penseranno loro a farli lavorare.

Sanno che alla fine la vinceranno loro, perché le loro classi giovani hanno dovuto superare prove severe, senza nessuno sconto.

Non solo:

«According to the Law of the People’s Republic of China on National Defense Education, pupils, middle school students and undergraduates should have military training when term opens or after National Day.

Until high school, students practise basic formation and movement.

High school students drill and study emergency evacuation, as well as national defence.

Undergraduates take formal military training and emergency evacuation.»

*

«More than seven million students about to enter China’s universities are undergoing several weeks of intense annual military training that is compulsory for all students, male and female. ….

the military training, known as Junxun in China is to “enhance students’ sense of national defence and national security awareness ….

There is also a need by the military and organisations associated with the military to be able to identify good-quality recruits but that is now more of a secondary purpose»

*

«But instilling obedience and loyalty still is an important goal, Tsang says. “It is an extension of China’s ramped up ideological education in universities.”»

*

Gli orientali tirano diritto per la loro strada, e le stupite lamentele dei media occidentali formano solo argomento di conversazione nei salotti liberal – chic.

Anche i greci se la ridevano dei romani, ma risero solo fino a quando le legioni non occuparono la Grecia: ride bene solo chi ride ultimo.

Annunci