Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Energie Alternative, Geopolitica Mondiale, Putin, Unione Europea

Putin e Merkel. Una strana telefonata. Help me, please, Mr Putin!

Giuseppe Sandro Mela.

2017-07-01.

Putin-Merkel__

I rapporti tra Mr Putin e Frau Merkel sono tutto tranne che cordiali.

Ma potrebbero, usiamo il tempo condizionale ed il verbo ausiliare di potenzialità, anche subire variazioni. Verosimilmente in peggio.

I problemi esistenti sono molti e variegati nelle loro interazioni.

*

Putin incontra Merkel: «Ue non si intrometta in affari Russia»

«Vladimir Putin e Angela Merkel hanno affrontato il tema delle proteste in Russia e il presidente russo ha sottolineato che la reazione delle forze dell’ordine è stata «più moderata e liberale» che in alcuni Paesi europei. Putin poi ha sottolineato che come la Russia «non interviene negli affari interni di altri Paesi»: sarebbe il caso, ha sottolineato, che gli altri «non s’intromettessero» nella vita politica interna russa. ….

La cancelliera tedesca Angela Merkel, esprimendo la sua preoccupazione per le notizie relative a violenze e abusi a danno di omosessuali, in particolare in Cecenia, ha chiesto al presidente russo Vladimir Putin di «usare la sua influenza» per mettere fine a queste violazioni.»

*

Putin a Merkel: ‘Nostra polizia più moderata di alcuni Paesi Ue’

«La cancelliera tedesca Angela Merkel in visita a Sochi ha chiesto al presidente russo Vladimir Putin di “proteggere i diritti dei gay in Cecenia”, dopo la denuncia di Novaya Gazeta. Nel corso della conferenza stampa congiunta si è anche parlato delle proteste in Russia ed il presidente russo ha sottolineato che la reazione delle forze dell’ordine è stata “più moderata e liberale” che in alcuni Paesi europei. Putin poi ha detto che come la Russia “non interviene negli affari interni di altri Paesi”: sarebbe il caso, ha sottolineato, che gli altri “non s’intromettessero” nella vita politica interna russa.»

*

Putin a Merkel: «Reazioni polizia a proteste più moderate che in Ue, altri Paesi non si immischino»

«Faccia a faccia fra i due leader a Sochi, il presidente russo: «Forze dell’ordine in Russia più moderate che in altri Paesi europei». La Cancelliera tedesca: «Per togliere sanzioni a Mosca necessario rispetto di accordi di Minsk sull’Ucraina …. Si è parlato delle recenti proteste in Russia, ma anche delle sanzioni a Mosca, nel faccia a faccia fra il presidente Vladimir Putin e la Cancelliera tedesca Angela Merkel a Sochi. La reazione della polizia alle proteste in Russia è «più moderata e liberale» che in alcuni Paesi Ue ha sottolineato Putin ribadendo come Mosca «non interviene negli affari interni degli altri Paesi» e sarebbe il caso che anche le altre nazioni «non si intromettessero» nella vita politica russa.»

*

La Merkel, inconsapevole fin dall’inizio, sta diventando disperata

«- La Merkel è una pasticciona gravemente sopravvalutata. È da lungo tempo la babbea di Washington ed ha urtato contro l’implacabile muro di pietra della posizione di Putin sull’Ucraina, dove lui ha le carte migliori.

– Presa fra i due, sta iniziando a creparsi, sia politicamente che emozionalmente.

– I suoi oppositori interni odorano il suo sangue.»

* * * * * * *

Se è vero che in Francia Mr Macron ha vinto le elezioni presidenziali ed il suo partito ha conquistato la maggioranza assoluta all’Assemblea Nazionale, se è vero che la Bundeskanzlerin Frau Merkel ha ottime probabilità di essere riconfermata alla cancelleria alle elezioni di settembre, è anche vero che questi due paesi, specie poi la Germania, sembrerebbero essere sempre più isolati nell’ambito internazionale.

La Germania ha un pil 2016 di 3,466,639 milioni Usd e la Francia di 2,463,222: essendo il pil mondiale 2016 di 75,278,09 milioni Usd, Germania e Francia rendono conto del 4.6% e del 3.27%, rispettivamente.

Ma se si prendessero in considerazioni le spese militari, si dovrebbe constatare come gli Stati Uniti spendano nel 2017 611.2 miliardi Usd, mentre la Germania ne spende 41.1 e la Francia 55.7. La conseguenza è semplice: gli Stati Uniti contano come potenza militare, mentre Francia e Germania contano poco meno di nulla.

Non solo. Francia e Germania, la Macron & Merkel Masonry Ltd, non è riuscita a prendere atto del cambiamento epocale avvenuto negli Stati Uniti con l’ascesa di Mr Trump, e si sono poste in rotta di collisione con quella che fu la potenza mondiale loro patrona. I rapporti con gli Stati Uniti sono, quanto meno, gelidi, e gli Stati Uniti, al di là delle belle parole, non hanno nessuna intenzione di correre il rischio di una guerra globale per difendere l’Europa.

G20. Il cuoco servirà cosciotti Merkel mit bratkartoffeln.

Merkel. «Tedeschi, volete ‘clima’ od acciaio?»

Energie alternative e sussidi di stato. Fallimenti, manutenzione e ricambi.

*

La Bundeskanzlerin Frau Merkel ha rilasciato icastiche dichiarazioni:

«we Europeans must really take our fate into our own hands» [Bundeskanzlerin Frau Merkel – NYT]

*

«really take our fate into our own hands.» [Bundeskanzlerin Frau Merkel – NYT]

*

«I believe that climate change is certainly caused by humans» [Bundeskanzlerin Frau Merkel – Ccn]

*

«The Paris deal isn’t just any other deal. It is a key agreement that shapes today’s globalization» [Bundeskanzlerin Frau Merkel]

*

Ma tra il dire ed il fare c’è di mezzo il mare.

Sulle attuali difficoltà dell’Unione Europea forse il più onesto è stato JC Juncker:

«Bisogna smetterla di parlare degli Stati Uniti d’Europa,  la gente non li vuole» [JC Juncker]

*

Cerchiamo di sintetizzare per sommi capi.

– Se è vero che Mr Macron e Frau Merkel sono egemoni nei loro rispettivi paesi, in campo internazionale contano ben poco, per non dire frasi impietose.

– In seno all’Unione Europea sicuramente Francia e Germania hanno un grande peso, ma ogni giorno che passa si ingrossano le file dei paesi scontenti della loro politica estera e di quella economica. I paesi del Visegrad sono in rotta di collisione.

– La situazione economica dell’Unione è molto meno florida di quanto possa sembrare. Ma le apparenze non vicariano certo la sostanza. L’Ecb a breve dovrà cessare i QE ed i tassi mondiali stanno lentamente innalzandosi.

– Olanda, Spagna, Italia e Grecia hanno governi altamente instabili e provvisori. Economicamente parlando, sono bombe ad orologieria.

*

La Germina poi ha una lunga serie di problemi conflittuali.

– I titoli riportati evidenziano quanto Frau Merkel abbia evidenti problemi sessuali irrisolti: sarebbero fatti suoi, ma lei li butta in politica estera come se fossero prioritari, e questo irrita le controparti.

– Frau Merkel, da brava femmina petulante, vorrebbe sempre mettere il naso in affari non suoi: non a caso Mr Putin le ha risposto «come la Russia “non interviene negli affari interni di altri Paesi”: sarebbe il caso, ha sottolineato, che gli altri “non s’intromettessero” nella vita politica interna russa.» Roba da sprofondare venti metri sotto terra.

– Frau Merkel ha la maglietta sporca. A parole invoca sanzioni sempre più rigide nei confronti della Russia, poi, sottobanco, importa quote molto consistenti di gas russo, di cui non può farne a meno. Non solo: ha imposto agli altri paesi EU, tranne la Francia, di star fuori dall’affaruccio del Nord Stream 2, che fa le corna all’amata Ukraina, e le sue ditte commerciano alla grande proprio con quella Russia che a parole Frau Merkel sanziona. Se è vero che le femmine sono doppiogiochiste nate, a Frau Merkel nessuno potrebbe negarle un morbo di Jacobs, una trisomia X. Ma adesso Mr Trump ha fatto fare una legge che sanziona anche tutte le ditte che hanno simili mercimoni con la Russia: un uppercut in volto alla cancelliera, che ha reagito come una gallina spennacchiata.

– E poi, Frau Merkel: ma il gas naturale non era inquinante? E come la si mette con l’Accordo di Parigi?

– Ma il ‘clima‘ è il grande amore di Frau Merkel. Piccolo particolare: è un topic oramai abbandonato dagli Stati Uniti, che si sono ritirati dall’Accordo di Parigi. del ‘clima‘ non gliene interessa nulla. Ma la confindustria tedesca è in rivolta.

Francia e Germania piangono non sul clima ma sull’Unep. Un gran bel gruzzolo.

Questa Unione Europea si sta collassando. – Handelsblatt.

Germania. Trump ha ragione. – Handelsblatt.

Industriali tedeschi: Trump ha ragione e Merkel torto. – Handelsblatt.

Handelsblatt. Ciò che rendeva forte la Germania ora la rende vulnerabile.

Il problema è banale. L’economia tedesca e le sue esportazioni sono strettamente connesse al business del ‘clima‘: senza questo paravento di sordide manovre economiche e commerciali l’economia tedesca corre il rischio di crollare come un castello di carte.

Merkel’s House of Cards

Questo è uno dei recenti titoli di Handelsblatt, il giornale della confindustria tedesca.

*

I tempi mutano rapidamente ma Frau Merkel resta impavida a difendere il giurassico dei suoi sogni.

Eppure i messaggi di chiarimento sono evidenti, il mondo è cambiato. Uno per tutti:

Deutsche Bank rejects Democrats’ call for Trump finance details

* * * * * * *

Conclusione.

Vedremo al prossimo G20 cosa saprà fare Frau Merkel, ma la vediamo male, molto male, cosa che poi non spiace mica a molta gente.

Frau Merkel è isolata, e tutti sanno che è una perdente, anche se poi vincerà una cancelleria svuotata di reale potere.

Dubitiamo molto che Mr Putin si adoperi a suo favore.

Come prognostico si potrebbe suggerire che, come il G7 terminò come G1, anche il G20 terminerà allo stesso modo: G1 e G19.

                        


Kremlin. President of Russia. 2017-06-30. Telephone conversation with Federal Chancellor of Germany Angela Merkel

At the initiative of the German side, Vladimir Putin had a telephone conversation with Federal Chancellor of the Federal Republic of Germany Angela Merkel.

June 30, 2017 19:30

In anticipation of the G20 Summit to be held in Hamburg on July 7–8, the leaders discussed the main items on the forum’s agenda. They also spoke about the Paris Agreement on climate change and issues of bilateral cooperation.

Annunci