Pubblicato in: Criminalità Organizzata

Scalise ieri, oggi Nathalie Kosciusko-Morizet a Parigi. Lo squadrismo di sinistra.

Giuseppe Sandro Mela.

2017-06-15.

2017-06-15__Parigi__001__52LZWSSK-k6bG-id6-1024x576@LaStampa.it

Dopo l’attentato al sen Scalise da parte di un attivista liberal democratico, cosa di cui il sen Bernie Sander ha fatto almeno le sue scuse, oggi a Parigi un altro atto dello squadrismo fascista di Mr Macron e sodali.

*

«A tre giorni dal voto di domenica per il rinnovo dell’Assemblée Nationale, Nathalie Kosciusko-Morizet, 44 anni, è stata aggredita da un individuo che l’ha insultata prima di tentare di colpirla al volto in un mercato della capitale»

*

«Una penultima giornata di campagna prima dei ballottaggi di domenica contro lo sfidante favorito di En Marche! Gilles Le Gendre»

*

«Dalle prime ricostruzioni, l’uomo di una cinquantina d’anni ha cominciato a insultarla in mezzo alla gente, poi le ha strappato i volantini di mano, tentando bruscamente di tirarglieli in faccia»

*

«Nell’estremo tentativo di difendersi, Kosciusko-Morizet si è coperta il volto con entrambe le mani, poi è caduta rovinosamente a terra, probabilmente per un malore, sbattendo la testa contro il selciato»

*

Le sinistre, in America come in Europa, sono rivoluzionarie nel loro dna.

Non vedono avversari politici: vedono nemici mortali da assassinare pur di conquistare l’agognato potere.

Hanno scatenato una campagna di odio senza precedenti nella storia moderna, simile a quella dei nazionalsocialisti contro gli Ebrei.

Ma dalla violenza verbale sia passa in un amen a quella fisica.

Chi non ricorda le Brigate Rosse?

Mr Macron ed i suoi sodali sono i mandanti, quanto meno morali, di questo attentato.

Attenti!

Lo state ascoltanto il silenzio omertose delle femministe?


La Stampa. 2017-06-15. Francia, candidata dei Républicains aggredita e insultata a Parigi

Campagna violenta a Parigi. A tre giorni dal voto di domenica per il rinnovo dell’Assemblée Nationale, Nathalie Kosciusko-Morizet, 44 anni, è stata aggredita da un individuo che l’ha insultata prima di tentare di colpirla al volto in un mercato della capitale. L’ex ministra dell’Ambiente di Nicolas Sarkozy e candidata dei Républicains nella seconda circoscrizione di Parigi, faceva volantinaggio tra i banchi del mercato della Place Maubert, nel quinto arrondissement, tra il Pantheon e la cattedrale di Notre-Dame. 

Una penultima giornata di campagna prima dei ballottaggi di domenica contro lo sfidante favorito di En Marche! Gilles Le Gendre. Dalle prime ricostruzioni, l’uomo di una cinquantina d’anni ha cominciato a insultarla in mezzo alla gente, poi le ha strappato i volantini di mano, tentando bruscamente di tirarglieli in faccia. Nell’estremo tentativo di difendersi, Kosciusko-Morizet si è coperta il volto con entrambe le mani, poi è caduta rovinosamente a terra, probabilmente per un malore, sbattendo la testa contro il selciato. Secondo testimoni, è rimasta per diversi minuti in stato di incoscienza. Soccorsa da una squadra dei Sapeurs-Pompiers,i pompieri di Parigi, è stata ricoverata nel vicino ospedale Cochin.  

Nella foto diffusa sulle reti all news l’ex ministra appare sdraiata su un fianco, con una gonna chiara, circondata da un gruppo di persone che la tengono sotto osservazione in attesa dei soccorsi. L’uomo, invece, è subito fuggito. «Si è allontanato senza correre, ma abbastanza rapidamente», racconta un fotografo che ha assistito alla scena. Secondo Le Parisien, l’aggressore avrebbe gridato, tra l’altro, «Bobo de merde!», dall’espressione «Bourgeois-Bohème», una categoria sociale molto presente nella capitale di Francia, generalmente di sinistra ma senza problemi di portafogli, sensibile ai valori umanistici e dell’ambiente e con un debole per i cibi «bio».  

Pur essendo del partito conservatore, Nathalie Kosciusko-Morizet viene spesso bollata come una «bobo» di destra. Il peggiore degli insulti per tutta una categoria di persone. Uscita dalle migliori scuole della République a 19 anni, segretario di Stato a 34, ministro a 37, l’ex deputata – che per semplificare tutti chiamano «NKM» – ha guidato l’opposizione nella giunta comunale di Parigi dopo essere stata sconfitta, nel 2014, dalla socialista Anne Hidalgo nella sfida per la poltrona di sindaco di Parigi. Di origini polacche, è cresciuta in una famiglia dell’alta borghesia parigina che conta tra i suoi antenati alti funzionari di Stato oltre che, secondo la leggenda, anche Lucrezia Borgia. Messaggi di solidarietà nei confronti della candidata aggredita stanno giungendo da tutto il mondo politico della Francia. Il premier, Edouard Philippe, è andato a trovarla in ospedale. La procura di Parigi ha aperto un’inchiesta per «violenze volontarie». 

Annunci

3 pensieri riguardo “Scalise ieri, oggi Nathalie Kosciusko-Morizet a Parigi. Lo squadrismo di sinistra.

I commenti sono chiusi.