Pubblicato in: Cina, Economia e Produzione Industriale, Russia, Scienza & Tecnica

Craic. È nato il concorrente sino-russo a Boeing ed Airbus.

Giuseppe Sandro Mela.

2017-06-03.

2017-05-24__Craic__001

La notizia era nell’aria, ed in parte era stata preannunciata.

Cina. C919 ed An-225. Si sviluppa l’industria aeronautica cinese.

*

Russia e Cina hanno ambedue una consolidata esperienza nella progettazione e costruzione di aeromobili, soprattutto a scopi militari.

Negli ultimi decenni hanno sopperito alle esigenze del traffico aereo domestico ed internazionale acquisendo vettori sia dalla Boeing sia dalla Aerbus, e si potrebbe stimare che il rinnovo e l’ampliamento della flotta passeggeri e commerciale dovrebbe iniziare tra sette anni, circa.

Di questi giorni la notizia della fondazione della

«China-Russia Commercial Aircraft International Corporation Limited (CRAIC), a joint venture between Commercial Aircraft Corporation of China (COMAC) and Russia’s United Aircraft Corp (UAC), in Shanghai, China May 22, 2017».

*

«COMAC and UAC first announced the program in 2014. In November, they said they had set up a joint venture in Shanghai and unveiled a mock-up of the basic version of the jet that would have a range of up to 12,000 kilometers (7,500 miles) and seat 280 passengers»

Sembrerebbe essere del tutto ragionevole che i vettori che saranno prodotti dalla Craic sostituiranno quelli americani ed europei attualmente in uso.

Non solo.

«UAC and COMAC hold equal shares in their venture, whose jet they said would be 10-15 percent cheaper to run than planes from Boeing and Airbus»

Basso costo di esercizio, quindi, unitamente al prospettato verosimile basso, molto basso, costo di produzione: due fattori che potrebbero far diventare la Craic un temibile concorrente sia per Boeing sia per Airbus.

* * * * * * *

Ricordiamo un episodio significativo, che sia russi sia cinesi si ricordano più che bene.

«Il prototipo dell’Il-96 volò la prima volta il 28 settembre 1988 con motori turbofan sovietici. Dall’inizio di produzione di serie sono stati costruiti 24 esemplari del Ilyushin Il-96. 13 esemplari del Ilyushin Il-96 sono attualmente in servizio nelle compagnie aeree russe (Aeroflot, Aerostars Airlines, Rossija Airlines), e 3 sono in servizio all’estero nella Cubana de Aviación.

Il 14 luglio 1993 il primo Ilyushin Il-96 dell’Aeroflot ha effettuato il volo di linea internazionale sulla rotta Mosca-SVO – New York-JFK.

L’aereo è stato riprogettato e nell’aprile 1993 decollò il primo e l’unico esemplare costruito di Ilyushin Il-96 con più avanzate turboventole statunitensi Pratt & Whitney PW2337 (lo stesso tipo di turboventole montati sugli aerei da trasporto tattico McDonnell Douglas C-17 Globemaster III) ed una nuova avionica computerizzata sotto la sigla Il-96M, ma questo prototipo non entrò in serie penalizzato dalla decisione del Congresso degli Stati Uniti d’America di non permettere la collaborazione della Pratt & Whitney con la Federazione Russa.

Il 16 maggio 1997 ha effettuato il primo volo l’Ilyushin Il-96-400T con più moderni motori russi Aviadvigatel PS-90. Dal 2009 questa versione entrò nella flotta cargo della moscovita Atlant-Soyuz Airlines e dopo nella flotta della russa Air Company Polet di Voronež.» [Fonte]

*

Se è del tutto ragionevole che il Congresso degli Stati Uniti d’America di non abbia permesso la collaborazione della Pratt & Whitney con la Federazione Russa, specie poi per i motori PW2337, che avevano anche valenza militare, è altrettanto ragionevole il capire la volontà sino-russa di avere una loro propria produzione indipendente.

Non ci si stupirebbe però più di tanto che in futuro l’America rimpianga di non aver optato per una strategia collaborativa quando la concorrenza della Craig inizierà a far contrarre le vendite dei propri vettori.

Nota.

Alcuni malignassi inveterati hanno commentato sul significato di “craic” in gaelico….


Reuters. 2017-05-23. China, Russia set up wide-body jet firm in new challenge to Boeing, Airbus

China and Russia on Monday completed the formal registration of a joint venture to build a wide-body jet, kick-starting full-scale development of a program aimed at competing with market leaders Boeing Co (BA.N) and Airbus SE (AIR.PA).

State plane makers Commercial Aircraft Corp of China Ltd (COMAC) [CMAFC.UL] and Russia’s United Aircraft Corp (UAC) said at a ceremony in Shanghai the venture would aim to build a “competitive long range wide-body commercial aircraft”.

The announcement comes just weeks after COMAC successfully completed the maiden flight of its C919, China’s first home-grown narrow-body passenger jet.

COMAC President Jin Zhuanglong said the two firms had decided to hold the establishment ceremony after the C919’s flight.

“This program is aimed at fulfilling future market demand,” he told reporters. “Our two countries, our two firms … have created this joint venture to undertake responsibilities such as organization, research, management and implementation.”

The program will have a research center in Moscow and assembly line in Shanghai, he said, adding division of labor was still being discussed.

Guo Bozhi, general manager of COMAC’s wide-body department, said the venture would ask suppliers to bid for the contract to build the engine by year-end.

MAIDEN FLIGHT

COMAC and UAC first announced the program in 2014. In November, they said they had set up a joint venture in Shanghai and unveiled a mock-up of the basic version of the jet that would have a range of up to 12,000 kilometers (7,500 miles) and seat 280 passengers.

UAC President Yuri Slyusar said the firms looked to complete the maiden flight and first delivery during 2025-2028, and aimed to take 10 percent of a market dominated by the Boeing 787 and Airbus A350.

Previously, they targeted a maiden flight in 2022 and delivery in or after 2025.

UAC is also developing a version of Russian wide-body jet Ilyushin IL-96. Slyusar said the two programmes had different requirements, and that UAC would use experience with the IL-96 to aid development of the Chinese-Russian jet.

UAC and COMAC hold equal shares in their venture, whose jet they said would be 10-15 percent cheaper to run than planes from Boeing and Airbus.

Last July, Boeing forecast airlines worldwide would need 9,100 wide-body planes over 20 years through 2035, with a wave of replacement demand around 2021-2028.

Over the past decade, China has plowed billions of dollars into domestic jet development to raise its profile in global aviation and boost high-tech manufacturing.

Annunci

Un pensiero riguardo “Craic. È nato il concorrente sino-russo a Boeing ed Airbus.

I commenti sono chiusi.