Pubblicato in: Senza categoria, Unione Europea

Francia. Macron 61.7%, Le Pen 38.3%. Proiezioni legislative.

Giuseppe Sandro Mela.

2017-05-07.

macron-femme-1024x448

«Secondo i dati parziali diffusi dal ministero dell’Interno francese, dopo il conteggio della metà delle schede, Emmanuel Macron ha finora il 61,7%, mentre la rivale Marine Le Pen ha il 38,3%.»

*

Se la vittoria di Mr Macron era scontata, non lo era affatto che Mrs Marine Le Pen avesse potuto raggiungere il 38.3%, tenendo conto che al primo turno aveva conseguito il 21.3% dei voti. Diciassette punti percentuali dell’elettorato francese ha votato per la Le Pen. Questo è un risultato di tutto rispetto.

Il problema che resta aperto, sul quale non abbiamo però delle prospezioni elettorali attendibili, è come risulterà essere composta l’Assemblea Nazionale, per la quale si voterà l’11 ed il 18 giugno. Dovranno essere eletti 577 deputati.

Sembrerebbe essere difficile che il partito di Mr Macron possa ottenere una maggioranza assoluta dei deputati. Sicuramente la vittoria alle presidenziali costituirà elemento di trascinamento, ma al momento sembrerebbe essere impossibile valutarne l’entità. La società di proiezion Opinion Way ne prognostica maggioranza assoluta (vedi a seguito).

In passato si è assistito diverse volte alla “coabitazione“, ossia al ricorso ad una coalizione che sostenesse il governo.

Tutto è possibile, ma al momento attuale resterebbe alquanto difficile ipotizzare che, nel caso che il premier indicato da Mr Macron riuscisse a coagulare una qualche maggioranza, questa risulti essere coesa e stabile.

Queste considerazioni hanno un certo peso per la Francia, ovviamente, ma uno ancora maggiore per l’Unione Europea.

Mr Macron siederà nella Commissione Europea in rappresentanza della Francia: potrà parlare e prendere decisioni ed impegni sulla scorta dei mandati ricevuti dalla maggioranza parlamentare. Non è detto, ma potrebbe essere una limitazione non da poco.

Appena saranno disponibili i dati per distretto, sarà possibile fare un ragionevole preventivo  dei deputati che il Front National potrebbe conquistare. Al momento ha due soli deputati.

Questo è il meccanismo elettorale per l’Assemblea Nazionale

«To be elected in the first round, a candidate is required to secure an absolute majority of votes cast (i.e., excluding null and blank votes) with the number of votes secured equivalent to at least a quarter of registered voters. Should none of the candidates satisfy these conditions, a second round is organized in which only first-round candidates with the support of at least 12.5% of registered voters are permitted to contest. Should this condition be met by no or only one candidate, the two candidates with the highest number of votes in the first round may continue to the second round. In the second round, the candidate with a relative majority is elected. Of the 577 constituencies, 539 are in metropolitan France, 27 are in overseas departments and territories and 11 are for French citizens living abroad»

*

Il nodo è il secondo turno, ove partecipano tutti i candidati che abbiano ottenuto almeno il 12.5% dei voti, salvo alcune eccezioni di legge. In questo contesto appare alquanto difficile pensare a fenomeni di desistenza oppure di travasi di voti tra i partiti, anche se tutto è da vedere. Infatti non sono in corsa i partiti tradizionali e quindi l’elettorato dovrebbe essere più mobile.

Concludendo.

Se è vero che Mr Macron è il nuovo presidente della Francia, è ancora del tutto aperta la questione di quando governabile possa essere la situazione francese.

Da conti del tutto preliminari ed incompleti, Mrs Marine Le Pen potrebbe anche conquistare tra i trenta ed i quaranta deputati. Ma si tenga presenta come questa sia una stima molto grossolana ed a nostro sommesso pare forse un po’ troppo sovrastimata.

Nota.

Il sondaggio della società Opinion Way assegnerebbe ad En Marche tra i 249 ed i 286 seggi, ai Les Républicains 200-10 seggi, ed al Front National tra i 15 ed i 25 seggi.


Rai News. 2017-05-07. Francia, Emmanuel Macron presidente. Marine Le Pen distaccata di oltre 30 punti.

Emmanuel Macron è il nuovo presidente della Francia. Le prime proiezioni confermano i dati degli exit poll diffusi alle 20 subito dopo la chiusura delle urne per il ballottaggio: il leader centrista di En Marche! ottiene 65,5% e a Marine Le Pen, la candidata dell’ultradestra del Front National, il 34,5%. Secondo i dati parziali diffusi dal ministero dell’Interno francese, dopo il conteggio della metà delle schede, Emmanuel Macron ha finora il 61,7%, mentre la rivale Marine Le Pen ha il 38,3%. Al primo turno del 23 aprile Macron e Le Pen avevano ottenuto rispettivamente il 24,01% e il 21,3% dei voti.

Annunci